Torino: sei vittorie consecutive in casa mancano dall’era Radice

Torino: sei vittorie consecutive in casa mancano dall’era Radice

Curiosità / Nel 1975-76 tra le mura amiche si pareggiò solo con il Cesena

di Marco De Rito, @marcoderito

Questa sera, in uno stadio gremito, il Torino va a caccia della sesta vittoria casalinga consecutiva. In un singolo campionato non accadeva dal 1975-76. Quell’anno il Toro si laureò campione d’Italia vincendo tutte le gare casalinghe tranne l’ultima con il Cesena (il famosissimo 1-1 che decretò il tricolore per i granata). Altri tempi, squadre non paragonabili, obiettivi diversi ma è un dato di fatto che Belotti e compagni potrebbero far segnare dati mai visti in casa Toro dai tempi dell’ultima formazione granata che riuscì ad arrivare prima in campionato.

Marzocchi (Radio Nettuno): “Conoscete Sinisa: giocherà per vincere”

C’è da ricordare che nel 1977, a cavallo di due campionati, la squadra di Radice riuscì ad inanellare otto vittorie di seguito tra le mura del Comunale. Il fattore campo era determinante per quella squadra, che sapeva sfruttare al meglio l’energia che trasmetteva il caloroso pubblico granata. Dal 10 aprile 1977 (data di Torino-Catanzaro 3-1) al 20 novembre 1977 (data di Torino-Napoli 1-0) le formazioni che scesero in campo a Torino tornarono a casa con zero punti in tasca. Dopo anni di alti e bassi, adesso tocca alla squadra di Mazzarri cercare di far esultare nuovamente il pubblico torinese. I traguardi raggiungibili sono diversi, ma un ritorno in Europa sarebbe sicuramente una bella soddisfazione per la piazza.

Statistiche che farebbero piacere raggiungere e sono sicuramente suggestive. Ma i tre punti sarebbero importanti per i granata, più che per una questione di amarcord, per chiudere positivamente il ciclo di gare contro le ultime tre squadre in classifica. In maniera da preparare al meglio, durante la pausa, le ostiche sfide con Fiorentina e Sampdoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy