Toro, chi gioca a Ferrara? Le seconde linee mettono Miha in difficoltà

Toro, chi gioca a Ferrara? Le seconde linee mettono Miha in difficoltà

Verso il match / Sabato a Ferrara tre punti importanti in ballo: dubbi in tutti i reparti per il tecnico, che a Roma ha vinto senza alcuni titolari importanti

di Redazione Toro News

I DUBBI

AS Roma v Torino FC - TIM Cup

Neanche il tempo di godersi la bella vittoria di Roma che il Torino deve subito voltare pagina. Tra meno di 48 ore la partita di Ferrara contro la SPAL, valida per il penultimo turno del girone di andata. Sono diversi i dubbi di formazione di Mihajlovic, con soli due giorni per scioglierli. A Roma, il Toro ha passato il turno di Coppa Italia con una formazione ricca di seconde linee e senza alcuni “pesi massimi” come Sirigu, Rincon, Baselli, Falque (per tacere degli indisponibili Ljajic e Ansaldi, che torneranno nel nuovo anno).

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. maraton - 1 anno fa

    premesso che a ferrara si deve assolutamente vincere, io che non sono allenatore schiererei la seguente formazione:
    sirigu
    de silvestri, n’koulou, lyanco, barreca
    baselli, valdifiori, obi
    iago, belotti, niang

    cambi possibili (al netto di infortuni) edera per iago, boyè per niang, gustafson per baselli

    per spiegarmi sulla scelta dello svedese: ritengo che abbia la rara capacità di servire le punte con al massimo 2 tocchi, e di leggere bene i movimenti. per me è un calciatore che si è visto poco, ma superiore al fratello gemello. dovrebbe solo avere qualche chance di giocare un minutaggio importante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Wallandbauf - 1 anno fa

    A questo punto merita una chance anche Bonifazi, contro la sua ex squadra sarebbe perfetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dbGranata - 1 anno fa

    Per me non ci sarebbero dubbi:
    Sirigu in porta.
    In difesa Molinaro rifiata e se il piede non duole, Barreca. Lyanco lo farei partire titolare dalla prossima, contro la Spal metterei di nuovo Burdisso e N’Koulou, con De Silvestri per forza in campo.
    A centrocampo Baselli e Rincon, mezzali, perché contro la Spal uno come Valdifiori che fa poco schermo ma verticalizza spesso credo sia la soluzione migliore (al contrario, contro le “grandi squadre” non mi convince quasi mai).
    In attacco poche balle, Berenguer merita una chance più di Niang, però anche Niang può cogliere l’occasione di partire titolare e provare a fare la differenza contro una squadra che qualcosa gli concederà. Gli altri due posti sono ovviamente del Gallo e di Iago.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. joe69 - 1 anno fa

      Daccordo con te su tutto tranne che su Lyanco al posto di Burdisso , gran professionista ma giocatore finito per questioni anagrafiche come Moretti , col Napoli è stato inguardabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 1 anno fa

        Se il metro di giudizio è la partita con il Napoli allora dietro si salverebbe solamente Sirigu….L’ età anagrafica non c’entra nulla, se un giocatore sta bene fisicamente può giocare anche 3 Partite a settimana (Zanetti insegna….)…Moretti a Roma si è fatto trovare pronto è ha giocato una partita perfetta….Averne di questi problemi anagrafici……Ansi è bene che i giovani osservino attentamente e prendano esempio da questi due professionisti……

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG'59 - 1 anno fa

    De Silvestri e Molinaro stanno facendo bene ma, come per Burdisso, iniziano ad essere troppe le partite giocate di fila: avrebbero necessità di rifiatare ma come si fa? Non ci sono ricambi… (a parte Barreca, io proverei anche Berenguer terzino sinistro). De Silvestri deve allora limitare molto le sue incursioni sulla fascia, così come Molinaro, per non consumare troppe energie, e dedicarsi più alla fase difensiva.
    Diventano allora determinanti i centrocampisti e il loro aiuto alle due ali (Niang e Falque): io insisterei su Acquah e Obi mentre Baselli se la gioca con Valdifiori.
    Il Gallo non si tocca davanti ma Boyè ed Edera devono essere pronti ad entrare, perché Niang e Falque dovranno lavorare molto in fascia: programmerei un tempo a testa.
    A Ferrara si deve vincere! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy