Toro, a Roma un obiettivo: riconquistare i tuoi tifosi

Toro, a Roma un obiettivo: riconquistare i tuoi tifosi

Approfondimento / I granata devono mandare un segnale: serve un risultato positivo per placare i malumori dei tifosi

di Nicolò Muggianu

È stata una settimana strana e senza calcio quella che si è vissuta a Torino, così come in tutte le altre piazze di Serie A. Una settimana inevitabilmente segnata dal dramma della prematura scomparsa di Davide Astori che, comprensibilmente, ha un po’messo in ombra il lato sportivo di un campionato che deve comunque provare ad andare avanti. È difficile, ma lo show deve continuare. Ma con che spirito il Torino si presenterà all’Olimpico di Roma, e soprattutto: con che spirito si presenteranno i tifosi dopo la contestazione andata in scena la scorsa settimana?

IL MESSAGGIO – La ferita è ancora fresca. A confermarlo le tensioni dopo la sconfitta di Verona, i petardi del Filadelfia e infine l’eloquente lettera de “La Maratona” che preannunciava una protesta con conseguente sciopero del tifo durante Torino-Crotone. Il match però, come ben noto a tutti, non si è giocato. E allora cosa cambia? Nulla, verrebbe da dire. Se il dramma della scomparsa del giovane calciatore viola ha distolto per pochi giorni l’attenzione dei tifosi da quelli che sono i risultati sportivi della squadra, ora inevitabilmente bisogna tornare a pedalare eccome. “La Nostra Maglia, ad oggi, non gli appartiene – recitava il messaggio fatto recapitare una settimana fa del cuore pulsante del tifo granata (LEGGI QUI) -. E’ stata vestita da persone che si accontentavano di raggiungere l’obiettivo minimo stagionale. Il loro atteggiamento è specchio di una società attenta di più a gestire le plusvalenze a fine stagione che a regalare una gioia ai propri tifosi”. E poi ancora: “Durante la partita Torino-Crotone, la Maratona resterà in silenzio per tutta la partita ed esporrà striscioni di contestazione rivolti a squadra e società. ADESSO BASTA!”.

AS Roma v Torino FC - TIM Cup

LA RISPOSTA – Un messaggio chiaro e inequivocabile: i tifosi si aspettano molto di più, specialmente dal punto di vista della grinta messa in campo e del senso di appartenenza ai colori granata. Insomma, i veri valori da Toro. Se prima del match contro il Crotone la tensione in città era palpabile, oggi qualcosa sembra essere cambiato ma il messaggio di fondo resta sempre lo stesso: così come contro il Crotone, anche contro la Roma i supporter granata si aspettano risposte. Risposte che potrebbero arrivare nei risultati, ma soprattutto nell’atteggiamento. Di certo non sarà facile, ma la squadra adesso deve provare a dare soddisfazioni degne di una piazza per la quale “Nulla e nessuno potrà spegnere mai la passione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy