Ufficiale, Marengo e Rodda lasciano a Cairo

Ufficiale, Marengo e Rodda lasciano a Cairo

Urbano Cairo sarà il nuovo proprietario del Torino Calcio. Lo hanno annunciato la mattina del 19 agosto Gigi Marengo e Sergio Rodda al Bar Norman. La conferenza stampa doveva essere quella della presentazione ufficiale della nuova compagine societaria, invece si è trasformata in un incontro che ha sancito l’uscita di scena di presidente e amministratore delegato del nuovo Torino Football Club. “Per domenica mattina è…

di Redazione Toro News

Urbano Cairo sarà il nuovo proprietario del Torino Calcio. Lo hanno annunciato la mattina del 19 agosto Gigi Marengo e Sergio Rodda al Bar Norman. La conferenza stampa doveva essere quella della presentazione ufficiale della nuova compagine societaria, invece si è trasformata in un incontro che ha sancito l’uscita di scena di presidente e amministratore delegato del nuovo Torino Football Club. “Per domenica mattina è convocata una assemblea straordinaria dei soci con all’ordine del giorno la ratifica di questa operazione”, ha spiegato Marengo.
In meno di tre giorni, insomma, si è fatto, disfatto e rifatto tutto. Dalle macerie del Toro di Cimminelli ai “lodisti” all’arrivo di Cairo. “L’ho conosciuto personalmente mercoledì 17”, ha raccontato Sergio Rodda. La sera stessa avevamo un appuntamento abbiamo combinato un incontro anche con Marengo”. Il presidente (uscente) ha detto di aver fatto una proposta chiara al compratore: “L’80% delle quote, lasciando il 20% all’iniziativa legata all’azionariato popolare. La risposta di Urbano Cairo e del padre è stata: ‘O tutto o niente’. E allora sarà 100 per 100”, ha detto Marengo. “Noi abbiamo fatto da traghettatori, ora lasciamo a un nuovo armatore il compito di dirigere la nave granata”.
Rodda e Marengo escono di scena senza aver preso un euro, rinunciando alla proposta di far parte del nuovo consiglio di amministrazione e chiedendo soltanto che “vengano rispettati gli impegni presi con i dipendenti del nuovo Torino e con quelli del vecchio con cui era stato firmato già un precontratto”. Rodda e Marengo si sono fatti garanti anche nei confronti dello staff tecnico e dei nuovi giocatori, ma è chiaro che qui ci penserà la nuova proprietà a decidere e Cairo ha già un ds, Salvatori, un uomo di fiducia, Trombetta, e un allenatore, De Biasi.
Rodda e Marengo usciranno definitivamente di scena il 24 agosto, quando sarà ratificato il cambio di ragione sociale e sarà varato l’aumento di capitale del nuovo Torino Football Club. “Poi, il pomeriggio stesso, potremo trovarci davanti a un notaio e dare il via libera alle cessione”, ha detto un Marengo quasi in lacrime, dopo aver ricevuto le contestazioni di alcuni ultras. “Noi ci facciamo da parte, ma dov’era Cairo quando c’era da garantire la fideiussione e presentare i documenti per il Lodo Petrucci? Se il Toro oggi è in B invece che in C2 o tra i dilettanti vuol dire che qualcosa di buono lo abbiamo fatto”, ha detto non senza amarezza Sergio Rodda. “Il Toro è uscito dalla cassa da morto ed è di nuovo vivo”; ha concluso Marengo. Ora lo lasciamo in mano a Cairo e da tifoso dico speriamo speriamo speriamo. Sarò il primo ad andare a comprare 10 abbonamenti per vedere la nuova squadra, auspicando un immediato ritorno in serie A”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy