Calciomercato, ora è Iago Falque a pressare il Toro. E spunta il Cska Mosca

Calciomercato, ora è Iago Falque a pressare il Toro. E spunta il Cska Mosca

In entrata / Lo spagnolo vuole la maglia granata e attenderà sino al termine della settimana. Dalla Russia soldi freschi, ma progetto tecnico che non scalda

8 commenti
iago falque

Un affare che sembra fatto e pronto a giungere a conclusione da giorni, per non dire settimane, ma che ora inizia a scricchiolare: Iago Falque pungola i granata e fa capire che la sua esigenza è quella di sistemare in fretta il futuro, per prepararsi alla prossima stagione con calma e serenità.

Un’esigenza comprensibile, se si pensa che il giocatore è tenuto in ghiacciaia da parecchi giorni, essendo l’operazione volta a portarlo in granata di fatto legata – almeno sino ad oggi – a quella che vede come protagonista il titubante Adem Ljajic. La situazione ormai è nota: passaggio in granata a titolo definitivo per il serbo, prestito oneroso con opzione per il riscatto da circa sei milioni per lo spagnolo è l’accordo che il club granata ha raggiunto da tempo con la Roma, proprietaria di entrambi i cartellini di entrambi i giocatori. Una mossa atta a mettere le ali, in tutti i sensi, all’attacco granata, che sistemerebbe in modo quasi definitivo il reparto offensivo dando certezze importanti a Mihajlovic sin dal primo giorno di ritiro.

calciomercato

Ma i dubbi del serbo hanno bloccato tutto: anche l’arrivo dello spagnolo alla corte di Miha. Desideroso di rilanciarsi e conscio di non rientrare più nei piani tecnici della Roma, a differenza di Ljajic Iago ha già da tempo detto sì al Toro, convinto dal progetto tecnico della società di via Arcivescovado. Ma ora l’entourage vuole capire bene come stanno le cose: anche perchè le alternative non mancano, sia dalla Spagna che dalla Russia. In particolare, è il CSKA di Mosca ad avere fiutato l’occasione, con una proposta di ingaggio molto interessante, per l’attaccante spagnolo: che non vuol tradire la parola data al Toro e vorrebbe restare in Italia, ma non può restare insensibile ai petrol-rubli messi sul tavolo dal club moscovita. Il club Campione di Russia in carica farà la Champions League, ma la Russian Premier League al giorno d’oggi sembra meno attraente per i calciatori, rispetto a un paio di anni fa.

Anche per la situazione legata a Iago Falque, insomma, bisogna aspettarsi delle novità a breve. Del resto, mancano solo cinque giorni al raduno del Torino, che domenica prossima inizierà la stagione 2016-2017 e che ben difficilmente si presenterà ai tifosi senza acquisti “veri” (e nelle ultime ore sale la quotazione di Emanuele Giaccherini: qui i dettagli). Al momento la situazione è ancora in mano al club granata, che però deve concretizzare quanto fatto per arrivare il prima possibile all’annuncio del giocatore spagnolo, eventualmente provando a slegare il discorso da quello relativo a Ljajic.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. flavio - 9 mesi fa

    lialic va affanculo bambino del cazzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. RDS- toromaremmano - 9 mesi fa

    @TN ma parlate, parlate, ma non spiegate come mai le due operazioni sono legate fra di loro.
    Leggendo l’articolo qua sopra sembra il teatrino dell’assurdo, un giocatore che non vuol venire e che a sua volta impedisce di venire al giocatore che vuol venire e che c’entrano i russi se lui vuol restare in Italia.
    Chiarezza please!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vittorio1986 - 9 mesi fa

      Credo che i motivi per cui le operazioni Falque e Ljajic sono legate siano: 1.probabilmente la Roma deve fare cassa e ha bisogno dei 7-8 mil del toro per organizzare il suo mercato. Nel momento in cui il serbo rifiuta di andare via, non è più disponibile a dare Falque in prestito con diritto. Per il toro invece è un rischio prendere un giocatore a titolo definitivo che non ha dimostrato di avere continuità.. 2. Il Toro probabilmente cerca giocatori complementari in attacco. Magari uno più offensivo, l’altro che dia più copertura al centrocampo per esempio. Se non fosse possibile acquistare Ljajic e non fosse reperibile sul mercato un giocatore con le stesse identiche caratteristiche, allora probabilmente sarebbe preferibile virare su un’opzione per l’attacco completamente diversa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 9 mesi fa

        Sarà così , ma allora una società seria non stà dietro le paturnie di un giocatore :
        che gli dia un calcio in culo e se ne cerchino altri , in fondo penso che non siano gli unici 2 giocatori reperibili sul mercato internazionale …

        A me come giocatore liaic piace, ma se non vuole venire alla fine sarà piu’ un problema che altro…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Ospunda - 9 mesi fa

        Allora c’è da sperare che il serbo vada in Spagna, per un’offerta maggiore, e liberi Falque al Toro. Falque mi piace molto, è tecnico, ma si sacrifica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ex calciatore - 9 mesi fa

    Non lo sapremo mai, è un mondo ad cuntabale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ddavide69 - 9 mesi fa

    Qui come al solito qualcuno ci prende per il culo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. AmmaMi71 - 9 mesi fa

    Continuo a non capire perchè i due contratti (Ljaic e Iago) debbano essere legati?!!! A chè prò?…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy