Calciomercato Torino, Acquah-Empoli: ancora nessun accordo, l’affare ora è a rischio

Calciomercato Torino, Acquah-Empoli: ancora nessun accordo, l’affare ora è a rischio

Calciomercato / Il centrocampista non vuole firmare per più di un anno, l’Empoli riflette

di Nicolò Muggianu

È stallo tra Empoli ed Acquah. Le trattative tra il Torino, il giocatore e il club toscano, sono ingolfate ed è segnalata qualche nube di troppo sull’affare. Il centrocampista classe 1992, conscio di non essere una prima scelta al Torino, accetterebbe il trasferimento alla corte di Aurelio Andreazzoli ma a determinate condizioni: contratto di un solo anno (l‘intenzione del giocatore, come già segnalato negli scorsi giorni, è quella di arrivare a svincolarsi nel giugno 2019) e presupposti economici che non siano troppo svantaggiosi rispetto alla remunerazione percepita attualmente al Torino. Condizioni che non convincono affatto l’Empoli, che ora rischia di spazientirsi.

IL PUNTO – Manca sempre meno alla fine della sessione estiva di calciomercato e il ghanese adesso rischia di bloccare il mercato in entrata (almeno a centrocampo) del Torino, che vorrebbe effettuare almeno un paio di uscite prima di provare l’affondo per un nuovo centrocampista. Il profilo seguito è sempre quello di Rade Krunic. Il tira e molla in corso tra l’EmpoliAcquah potrebbe complicare la trattativa? Non è sicuro, ma è possibile. Il ghanese, sotto contratto con il Torino sino al 31 giugno 2019, anche in caso di trasferimento all’Empoli non vorrebbe firmare un contratto più lungo di un anno per avere così l’occasione al termine della prossima stagione di svincolarsi e trasferirsi a parametro zero; magari in Inghilterra, la sua meta preferita.

STALLO – Nei giorni scorsi si era parlato dell’ipotesi West Bromwich, nell’ambito della trattativa che avrebbe potuto portare sotto la Mole l’ex Arsenal Kieran Gibbs, ma con il mercato ufficialmente chiuso in Premier League tutto è inesorabilmente rinviato a data da destinarsi. Interessato al giocatore ghanese è anche il Chievo, il cui coinvolgimento nel processo sportivo relativo alle plusvalenze fittizie complica il mercato in entrata. Resta come detto l’Empoli. Le richieste economiche del giocatore hanno spaventato la dirigenza toscana, che vorrebbe spalmargli lo stipendio su più stagioni per non sforare il tetto ingaggi. Come anticipato però, Acquah avrebbe posto tra le condizioni per trasferirsi in Toscana la sottoscrizione di un contratto annuale per avere modo di svincolarsi nel luglio 2019 e avere così di affrontare una nuova avventura a parametro zero. Al momento è stallo, con l’Empoli che intanto sonda l’ex Pescara Birkir Bjarnason tra le possibili alternative. Riflessioni in corso, ma si continuerà a lavorare sino agli ultimi giorni di mercato.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. marione - 4 mesi fa

    Cairo medita da marzo, diamogli 4-5 mesi per pensare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Hammer965 - 4 mesi fa

    In Inghilterra c’è la fila per Acquah!! D’altronde non sono molte le squadre inglesi che possono spendere 2,5 milioni per il cartellino e 600K per lo stipendio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13963277 - 4 mesi fa

    Veramente dei dirigenti incompetenti e incapaci……. ribadisco che non possiamo andare oltre il 10/11°poato se ci va di culo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 4 mesi fa

      Veramente da ieri sono un po piu preoccupato visto che hanno tolto i 5 punti di penalizzazione al Parma. Chievo resisti magari te ne danno 10 e noi siamo più tranquilli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Custer7 - 4 mesi fa

    Mancano 7 giorni alla chiusura del mercato e la società non ha ancora fatto nulla!!
    Sono 8 mesi che l’allenatore è stato preso, si conoscono gli esuberi e le lacune della squadra eppure ci siamo ridotti agli ultimi giorni e la squadra è sempre la stessa!!
    Veramente inqualificabile l’operato della società!! Avevano 8 mesi…..adesso mancano 7 giorni e abbiamo lo stesso centrocampo ridicolo o quasi e ci manca un laterale e una seconda punta vera!!
    E Cairo continua a barboneggiare invece di pagare le buone uscite agli scarponi della squadra per agevolarne il passaggio ad altri club oppure accettare qualche soldo in meno per sbloccare le trattative.
    No comment

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. silviot64 - 4 mesi fa

      Bravo. Hai ragione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13746076 - 4 mesi fa

    Datevi da fare in società, banda di morti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13814870 - 4 mesi fa

    che stress con sto Toro tra uno è l’altro. ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. iard68 - 4 mesi fa

    Eh… dovrebbe accettare e firmare un contratto pluriennale a cifre piuù basse di quelle che prende da noi oggi, quando può guadagnare il solito per un anno e firmare un contratto da svincolato l’anno prossimo… Insomma un opera pia a beneficio di Empoli e Torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PrivilegioGranata - 4 mesi fa

    Acquah datte ‘na mossa che soto casa ce sta’ Ola Aina che ‘spetta che libberi er posto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. PrivilegioGranata - 4 mesi fa

    Acquah ce sta’ a pensa’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 4 mesi fa

      E ci pensa si, deve andare in una neopromossa (che con ogni probabilità a maggio sarà di nuovo in b) a prendere meno, e non poco, normale sia perplesso. Compito della società è risolvere il problema.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy