Calciomercato Torino, divorzio vicino con Mantovani e Debeljuh

Calciomercato Torino, divorzio vicino con Mantovani e Debeljuh

In uscita / Salvo sorprese, il club ha deciso di liberare i due ragazzi classe 1996

Mantovani, Primavera, Torino-Middlesbrough

Sembra finita l’avventura in granata per Valerio Mantovani e Gabriel Debeljuh. Salvo sorprese nelle prossime ore, il Torino ha deciso di liberare i due giocatori, lasciando scadere il termine del 30 giugno senza offrire loro un contratto da professionista, al contrario di quanto accaduto con Matteo Procopio (qui i dettagli)

Mantovani, Primavera, Supercoppa

Valerio Mantovani ha condotto una stagione da capitano della Primavera, mostrando un’ottima crescita e carattere da leader a disposizione dei compagni e di Moreno Longo. Arrivato a Torino nel 2013 dopo essere stato scartato dalla Roma, è stato capace di vincere due Scudetto da protagonista con Berretti (2014) e Primavera (2015). A novembre 2015 ha alzato al cielo la prima Supercoppa Primavera della storia del Torino e a giugno ha condotto la squadra al ritorno tra le prime quattro d’Italia.

2016_05_29_PRIMAVERA_TORO_ATALANTA-31

Gabriel Debeljuh, invece, ha visto la sua ultima stagione condizionata gravemente da un infortunio. Autore di 7 gol nelle prime 9 partite di campionato, è stata fatale la partita di Supercoppa Primavera, in cui si è procurato la rottura del legamento crociato del ginocchio. Il ritorno in campo solo a fine maggio, nelle Final Eight Scudetto. In precedenza, aveva fatto parte, come Mantovani, delle squadre Berretti e Primavera che si sono laureate Campioni d’Italia.

Salvo novità al momento inaspettate, quindi, il club granata saluta due giocatori che hanno contribuito a fare la storia del Settore Giovanile, lasciando liberi loro e i rispettivi agenti di trovare un’altra sistemazione.

10 commenti

10 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. PaoloSWE - 11 mesi fa

    mi dispiace leggere che non si voglia fare sottoscrivere il primo contratto pro a Mantovani! purtroppo sulla punta albanese grava un terribile infortunio…. ma Mantovani? uno dei migliori delle ultime 3 annate della nostra “cantera”
    spero che entro stasera ci sia una rattifica, perche temo che in caso contrario poi ci mangeremo le mani in futuro! ma fargli sottoscrivere il contratto e “provarlo” mandandolo a fare esperienza in serie B o in lega PRO no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. NeroWolfe - 11 mesi fa

    Complimenti ai due eterni minchioni Cairo e Petrachi: troppo difficile offrir loro un contratto da professionista per poi girarli in prestito a qualche buona squadra di serie B al fine di consentire loro di “farsi le ossa” tra i professionisti e ricevere così, in due anni di campionato cadetto, un enorme valore aggiunto da utilizzare o in prima squadra con il loro rientro (vedi Parigini, Barreca, ecc.) o, se proprio le cose non dovessero andare per il verso giusto, ricavarne una sicura plusvalenza.

    Che vergognosi…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Athletic - 11 mesi fa

    Mi stupisce che si sia deciso di non mettere sotto contratto due dei giocatori più rappresentativi della primavera degli ultimi anni. Non mi stupirebbe invece che questo sia il solito articolo provocatorio, dato in pasto a noi boccaloni, per farci vomitare un po’ di insulti, salvo poi leggere tra qualche ora che i due ragazzi hanno firmato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. dbGranata - 11 mesi fa

    Ci sono dei vincoli e delle dinamiche di mercato che non possiamo sapere. Se non gli offrono un contratto è perché probabilmente ci sono delle motivazioni. Non si può dire che ultimamente il Toro non abbia investito sui primavera, soprattutto visto che ha appena offerto il contratto a Procopio, Zenuni e Candellone cercando per loro anche una presta sistemazione in B. Magari hanno fatto delle scelte. Su Mantovani io non condivido perché mi è sempre sembrato molto forte, però se non sono dentro non so perché sia stato fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

      Dopo 11 anni di gestione Cairo forse quest’anno vedremo spezzoni di un nostro giovane in prima sqiadra ( Perugini o forse Barreca). Non conosco le dinamiche e i vincoli ma questi sono i fatti… O il toro cresce investendo su buoni giocatori o lo fa attraverso il suo vivaio, diversamebte si vivacchia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PaoloSWE - 11 mesi fa

        beh.. ci sono buone possibilitá di vedere in campo dal primo minuto Alfred Gomis, non sarebbe male!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Pimpa - 11 mesi fa

    Scelta davvero sconcertante,ancora di più commessa da chi dovrebbe costruire in maniera progressiva i calciatori.
    Voglio dire:fagli un contratto,non credo che,un domani non dovesse diventare nessuno,non si recuperino con gli interessi l’ “investimento” fatto.
    La priorità deve essere quella: costruirsi i propri giocatori,prima di tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Daniele abbiamo perso l'anima - 11 mesi fa

    Complimenti alla società.
    Poi non lamentiamoci se chi gioca in prima squadra non si affeziona ai nostri colori e ci lascia per la prima società che offre loro piu’ soldi.
    Per avere bandiere bisogna crescerle e poi farle giocare (vedi Florenzi, Totti, De Rossi, Marchisio, Del Piero, o restando da noi, Ferrini, Pulici, etc..)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Cecio - 11 mesi fa

    Bella minchiata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Atanor - 11 mesi fa

    ??????

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy