Calciomercato Torino, su Gustafson piomba il Verona

Calciomercato Torino, su Gustafson piomba il Verona

In uscita / Quattro club di Serie B interessate al centrocampista svedese

di Redazione Toro News

Si allunga ulteriormente la lista delle squadre interessate a Samuel Gustafson. Come avevamo raccontato ieri, sono infatti interessate al prestito dello svedese Spezia, Cremonese e Perugia. Sul giocatore, fresco di rinnovo fino al 2020, c’è anche il Verona, alla ricerca di elementi di qualità per tentare un’immediata risalita in Serie A. Non è comunque da escludere che il centrocampista possa partire inizialmente in ritiro con il Toro, considerando che in mezzo al campo Mazzarri dovrà lavorare con gli uomini contati. Quella che porta al Verona è comunque un’ulteriore pista da tenere in considerazione, Samuel Gustafson potrebbe ripartire dalla Serie B.

Calciomercato Torino, per Gustafson ritiro o subito in prestito: ci sono Spezia, Cremonese e Perugia

 

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13746076 - 2 settimane fa

    Gustavsson l’ho visto abbastanza per dire che forse è la sua dimensione ideale: alta fascia di B. Penso che vorranno farci un po di plusvalenza su.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ospunda - 2 settimane fa

    Gustafsson è un ’95, non un “giovane” in senso tecnico. Se non lo si considera pronto e finisce in B, è evidente che si spera di venderlo con una buona plusvalenza fra un anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dennislaw - 2 settimane fa

    hai ragione, il fatto è che compriamo giocatori di dubbie qualità e poi ancora grazie se li prende qualcuno in serie B. Dobbiano ancora far fuori Ajeti, Boyè, Valdifiori, Aramu, Parigini…intanto compriamo Izzo e puntiamo a quest’altro centrale , Verissimo…chissà , ma perchè tutti questi centrali? Non abbiamo Lyanco, pagato caro e Bonifazi?
    Leggo oggi la notiza che il Milan ci sta soffiando Zaza e che Cairo dice che ha già Niang da mettere al fianco di Belotti.Andiamo bene… la verità è che le pesche a strascico del nostro DS hanno lasciato una zavorra da smaltire. Mentre magari se ne vanno Lajijc o Baselli. La Juvenus dimostra che si può vendere anche qualche gioiello di famiglia, ma bisogna comprare giocatori di prima fascia e essere lesti prima che si mettano in piedi aste su di loro. Cairo dovrebbe migliorare il management…ma forse vuole proprio questo, ha rischiato troppo in passato mentre galleggiava in serie B e ora ha l’unica ambizione di stare in A con i ricchi proventi televisivi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. commercial_419 - 2 settimane fa

      Mazzarri gioca prevalentamente con il 3-5-2 quindi gli servono 2 attaccanti che sono Belo e Iago.
      A questi si aggiungono Edera (che sicuramente non può essere un esterno alto nemmeno di centrocampo) e al momento Niang.
      Dando per buono che possa riciclare – se resta – Berenguer in altro ruolo (in spagna giocava anche esterno alto nel 3-5-2 effettivamente).
      Stanti le cose non solo non ha senso ma sarebbe deleterio prendere attaccanti e non credo proprio che Zaza venga a fare la riserva o che, per converso, la voglia fare Iago.
      Quello che serve è un esterno a sinistra, un altro centrale forte oltre a Izzo e un centrocampista titolare perché tra la fragilità e la mediocrità di Obi e Aquah (forse partenti), il punto interrogativo Lukic (si chiama così?), Gustafsson (anche se a Perugia ha fatto molto bene) rimangono solo Rincon e Baselli oltre ovviamente a Lijaic.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ANNO1976 - 2 settimane fa

    Comprarli per non provarli mai mi sembra assurdo.
    Non conosciamo i giocatori di casa nostra, come fanno a spendere 10 milioni per uno che gioca in Brasile ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy