Torino, Ferigra piace anche a Mazzarri: si punta ad investire per il riscatto

Torino, Ferigra piace anche a Mazzarri: si punta ad investire per il riscatto

Focus on / Ieri la prima convocazione in prima squadra per il difensore, approdato in granata nell’operazione Benassi: è ormai un leader della Primavera, e in futuro…

di Federico Bosio, @fedebosio19

Ieri pomeriggio era in campo a lottare contro i pari età della Primavera, nel match vinto dai granata ancora una volta contro il Milan, ma nel frattempo il suo nome veniva inserito e comunicato anche nell’elenco dei giocatori che questa sera affronteranno la Lazio allo Stadio Olimpico Grande Torino: nel corso della stagione ed in particolare dall’arrivo di Walter Mazzarri sempre più sovente giovani prospetti della formazione di Coppitelli vengono aggregati alla prima squadra, ma questa è per Erick Ferigra la prima convocazione con il Toro dei grandi, ed è un traguardo ampiamente meritato. Il difensore sta infatti disputando una stagione di altissimo livello ed ha ormai convinto tutti, prendendo in mano le redini della retroguardia Primavera insieme al compagno Buongiorno (di recente operato al gomito).

Ecuadoregno dal passaporto spagnolo, il difensore classe ’99 è uno dei più recenti talentuosi prospetti sui quali il Torino si è convinto a puntare anche per il futuro: dopo essere cresciuto nel vivaio del Barcellona, il passaggio alla Fiorentina ed un impatto con il calcio italiano da non incorniciare. Parecchie difficoltà legate all’ambientamento, inversamente proporzionali al numero di presenze collezionate sul terreno di gioco che al termine dell’annata ammontavano a soli dieci gettoni. La svolta arriva però nel corso dell’ultima sessione estiva, nelle giornate finali, quando la dirigenza del Torino decide di accaparrarselo come parziale contropartita tecnica all’interno di un affare di più grande risonanza e portata: l’operazione che ha visto Marco Benassi trasferirsi dal granata al viola, ha permesso a Ferigra di compiere il passo inverso con la formula del prestito oneroso – 100 mila euro – con diritto di riscatto.

Un riscatto che il Torino ha già deciso di esercitare, per investire concretamente su di lui: la cifra dovrà ancora essere definita con precisione, anche perchè è ‘gravata’ anche da una percentuale (20%) che la Fiorentina dovrà versare nelle casse del Barcellona per la rivendita del giocatore, ma la volontà del club granata di portare a termine questa operazione per il presente e per il futuro non è in discussione. Il centrale ha convinto davvero tutti e non è un caso che lo stesso Mazzarri l’abbia preso in considerazione decidendo di aggregare proprio lui al suo Torino per l’impegno di questa sera: proprio contro i pari età della Lazio l’unica macchia di questa annata, quell’episodio del pugno sferrato ad un avversario, all’interno di un più ampio quadro però composto da prestazioni impeccabili. 30 presenze in stagione, di cui 19 in campionato Primavera 1, 8 in Coppa Primavera e 3 al Torneo di Viareggio. Erick Ferigra ha conquistato il Torino, adesso intenzionato a riscattarlo: un investimento con una porta aperta al futuro…

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13802271 - 4 mesi fa

    diamo acqua alle plusvalenze……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 4 mesi fa

    Speriamo bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prometeora - 4 mesi fa

    erano anni che non in primavera non si vedeva un difensore del genere. Bonifazi stesso non era così forte in primavera. Bella notizia. Lui e Buongiorno promettono bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 4 mesi fa

      Veramente Mantovani nella primavera di Longo sembrava un fenomeno…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy