Calciomercato, Perinetti: “Laxalt al Torino? Non c’è nulla”

Calciomercato, Perinetti: “Laxalt al Torino? Non c’è nulla”

In entrata / Il ds del Genoa smentisce l’interessamento dei granata

di Marco De Rito, @marcoderito

Il calciomercato è entrato nel vivo ed i nomi impazzano. Anche in casa Torino sono diversi i giocatori accostati al granata, sopratutto dopo l’arrivo di Walter Mazzarri. Quest’ultimo, nelle sue scorse esperienze, ha sempre utilizzato la difesa a tre ed era presumibile che anche a Torino volesse utilizzare questo schema. Negli ultimi giorni questa convinzione sembra scemare, il tecnico ha schierato la squadra contro il Bologna con il consueto 4-3-3 ed anche in allenamento ha provato la difesa a quattro. Nulla esclude che abbia fatto esperimenti a porte chiuse, lontano da occhi indiscreti o che opti per il cambio di modulo più avanti ed è per questo che, diversi organi di stampa, avevano associato il nome di Diego Laxal al Toro.

L’esterno si adatta perfettamente ad un sistema di gioco con tre difensori, in quanto è un ottimo esterno che agisce a tutto campo ed è molto agile. Il profilo potrebbe combaciare con ciò che servirebbe a Mazzarri per ritornare al suo vecchio credo tattico ma oggi il direttore sportivo del Genoa, Giorgio Perinetti, ha smentito ogni trattativa ai microfoni di TopCalcio24: “Per Laxalt, con il Torino non c’è nulla”. Questo potrebbe essere un ulteriore indizio che conferma che Mazzarri voglia continuare a giocare con la difesa a quattro, ma è ancora troppo presto per dirlo.

LEGGI: Berenguer 6: un finale di 2017 tutto in crescendo

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robert - 1 anno fa

    Laxalt è il giocatore ideale per il Toro.E’ un motorino instancabile come centrocampista di sinistra.Petrachi prendilo subito e cedi Baselli che rimarrà sempre una promessa come Benassi al Milan.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Doc.Falstaff - 1 anno fa

    Non c’è nulla di peggio (calcisticamente parlando) di non riuscire ad amare i personaggi che militano nella tua squadra del cuore, sia in campo che in Società.
    Se corrisponde al vero quanto paventato oggi dai programmi sportivi, di una cessione di Baselli all’inter (addirittura con un prestito ponte da subito) per arrivare a Donsah (dello stesso livello di Acquah più o meno) o Taider, la cosa per me diventa pesante, combattuto tra il tifare il mio Toro e non amarne gli attori in campo, in panca e in società.
    Si completa lo smantellamento della Rosa formata lungimiralmente da giovani giocatori italiani di prospettiva e talento (Darmian, Baselli, Zappacosta, Benassi, forse Barreca e Bonifazi tra poco) per riempirci di mercenari mediocri che del Toro non sanno niente. Continuando così saremo una squadra composta per 9/11cesimi di stranieri che non avranno mai nel cuore il Toro e l’obiettivo di arrivare in Nazionale. Speriamo almeno di tenerci Edera.
    Mazzarri come Sinisa e purtroppo come quasi tutti gli allenatori, vuole portarsi al Toro i suoi ex (Okaka, Donsah e Taider). Abbiamo sotto gli occhi i fallimenti degli ex Empolesi che Sarri aveva portato con se al Napoli, per non parlare dei cocchi di Mihajlovic

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy