Fondazione Filadelfia, il Presidente Salvadori si dimetterà dopo l’accordo

Fondazione Filadelfia, il Presidente Salvadori si dimetterà dopo l’accordo

Salvadori ha preannunciato il suo addio durante il CdA odierno

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo
Salvadori, Filadelfia, Fila

Durante il CdA della Fondazione Filadelfia di questa mattina – dove non si è trovato ancora l’accordo per il contratto di affitto del Filadelfia (leggi qui per saperne di più), il Presidente della Fondazione Cesare Salvadori ha preannunciato il suo addio. Al termine delle contrattazione e dopo la firma sul contratto, infatti, Salvadori si dimetterà dalla carica di Presidente.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robertofo - 1 anno fa

    E’ giusto che lasci: la sua presenza è servita a controllare affinché i lavori proseguissero senza intoppi e che i soldi non fossero mangiati come precedentemente nel progetto “REGALATE UN MATTONE, RIAVRETE IL FILADELFIA” quando, un pseudo tifoso granata, nonché sindaco di Torino, diego Novelli così come altri, prese per il fondo schiena noi tifosi granata. Come dissi di seguito ad un altro articolo apparso su questo sito, questa fondazione, a parte alcuni pregi, ha dimostrato dei veri limiti organizzativi e manageriali; ……. come quella discussione sulla indecorosa presenza del ristorante e del bar all’interno della struttura. Grazie al Presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. osvaldo - 1 anno fa

    Questo è un duro colpo per noi tifosi granata.
    Uno e, il più rappresentativo degli artecifici PRINCIPALI della rinascita del TEMPIO, lascia la Fondazione. Un grande vuoto si sta creando nel mio cuore granata e penso,ai tanti cuori dei vecchi tifosi granata che hanno avuto l’onore di calpestare l’erba e vederci giocare gli INVINCIBILI e poi i MAGNIFICI RAGAZZI DI GIAGNONI-RADICE e, per ultimo lo grande squadra allenata dal grande Mondonico.
    Ci lascia,(probabilmente, non ce lo dirà mai!) per la delusione procurategli dall’atteggiamento della società Torino FC,rappresentata dal sig. Cairo, relativamente alla mancata firma sul contratto.
    Questo durissimo gesto, mi lascia tanta amarezza e, mi convince sempre più che saremo destinati… al Purgatorio, fino a quando il Toro non sarà trascinato all’inferno con questa proprietà.
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 1 anno fa

      Ci lascerà DOPO che il contratto sarà stato firmato col Toro.
      Strano, perché non PRIMA, se è colpa del Toro?
      Non è che in Fondazione c’è qualcosa che puzza?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. osvaldo - 1 anno fa

        Perchè se andasse via prima succederebbe un vero casotto e tutto potrebbe destabilizzarsi con risultati imprevedibili.
        il problema del punto ristoro è solo uno dei diversi che ce ne sono: dalla durata dell’affito – ai costi – alla mauntenzione!
        Relativamente al punto ristoro,per quanto mi riguarda ci starebbe anche bene! ma, mi permetto di ricordare che vi è uno statuto slilato dalla Fondazione, dove il TORO(Cairo) è membro effettivo e, presumo che abbia collaborato alla sua stesura! Tra l’altro ricordo anche che la struttura è stata costruita con i soldi pubblici,cioè di tutti noi italiani che paghiamo le tasse,oltre alle donazioni dei tifosi e alla miseria di 1MLN del nostro caro Pres!
        Quindi una struttura da usare senza NESSUN scopo di lucro! Chiaro?
        Queste situazioni Cairo li doveva tirare fuori quando fu approvato statuto e progetto, invece NO’ lui, furbo come sempre, ha preferito attendere come sua abitudine,per paura che potesse saltare tutto.
        Per questa vicenda io sono sempre con Salvatori mai con Cairo. Senza la fondazione il TORO non sarebbe MAI rientrato in casa sua!
        Osvaldo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. torinodasognare - 1 anno fa

    Cosa si saranno mai detto oggi??

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy