Il Toro ci crede ancora: Belotti-Falque-Ljajic al centro del progetto

Il Toro ci crede ancora: Belotti-Falque-Ljajic al centro del progetto

Il fatto / Il reparto d’attacco è quello meno bisognoso di puntelli: se i tre titolari stanno bene restano un tridente di alta qualità

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Ancora e sempre loro tre. La convinzione diffusa è che il reparto di attacco sia quello dove il Torino ha meno bisogno di rinforzi. Perchè se Belotti, Falque e Ljajic stanno bene, sono un trio da Europa. Certo, hanno bisogno dietro di loro di alternative all’altezza, che possano sostituirli o accompagnarli. Ma quel tridente, se è quello visto contro la Spal, è temibile per chiunque. Il Toro vuole confermarli, ormai questo è dato per assodato. Il presidente Cairo e il direttore Petrachi non hanno bisogno di cedere per fare cassa; detto ciò, occorrerà scoprire cosa può succedere nelle pieghe del calciomercato estivo. Ma l’intenzione di partenza è quella di trattenere i tre tenori, il tridente che fu costruito per il Toro spregiudicato di Sinisa Mihajlovic ma che può rimanere buono anche per quello equilibrato di Walter Mazzarri.

LEGGI: Le idee di Mazzarri sull’attacco: “Ne voglio quattro e giocano in due”

Avanti con Belotti, Falque e Ljajic, dunque. Il Toro non vuole privarsi dei giocatori più talentuosi. Sebbene siano reduci da stagioni molto diverse. Quest’anno il buco nell’acqua del Toro è anche quello di uno come Belotti, a cui dieci gol non possono bastare per ritenersi soddisfatto della stagione. Ljajic ha avuto lunghe fasi di letargo, tra comportamenti che hanno causato tribune punitive, infortuni e scelte tecniche di Mazzarri. Piano piano, però, ha conquistato il tecnico ed oggi è un elemento imprescindibile. L’unico ad avere avuto la continuità giusta per tutta la stagione è stato Falque, che però è inevitabilmente arrivato col fiatone a fine stagione. Ma a Mazzarri piace il modo in cui stanno lavorando per la squadra, la capacità di due come Falque e Ljajic di partire larghi per accentrarsi, quella di Belotti di portare il pressing a tutto campo. Il Toro è pronto a rinnovare la fiducia ai suoi tre tenori, che a loro volta sono pronti a restare in granata per raggiungere l’Europa Il loro lavoro qui a Torino non sarebbe completo, altrimenti.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 6 mesi fa

    Mazzarri parla di due attaccanti puri in campo e conferma che ljacic e’ un attaccante e voi vi fate le pippe che il progetto riparte da questi tre? ma per favore!!!

    uno di questi tre andra’ via SICURAMENTE e non mi stupirei se andassero via TUTTI!

    Iago perche’ sta giocando a livelli pazzeschi e potrebbe ritentare il salto, Ljacic perche’ non credo che a mazzarri vada giu’ che gioca sempre e solo un tempo, il gallo perche’ ha mercato!

    Mentre voi scrivete questi articoli la juve prende morata e darmian, l’inter Asamoah e De Vrij!!!

    Come scritto in altro articolo se si facesse sul serio il mercato sarebbe gia’ mezzo finito, invece le telenovele e le incertezze ci seguiranno fino all’ultimo minuto!!

    Vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Levriero Granata - 6 mesi fa

    Per me Belotti va venduto al Milan in cambio di Locatelli e Cutrone (quest’ultimo in prestito con diritto di riscatto) e una campagna con un buon mix fra confermati (molti dei quali devono diventare seconde scelte), giovani e nuovi (quasi tutti titolari) e un rapporto almeno 1:1 fra italiani e stranieri. Cessione di Niang prima operazione di mercato.

    Sirigu
    Nkoulou Glik Tonelli
    Lazzari Locatelli Baselli Laxalt
    Ljaic
    Falque Gabbiadini

    Milinkovic-Savic
    Bonifazi Burdisso (o Moretti) Lyanco
    De Silvestri Ansaldi Rincon Berenguer (o Barreca)
    Lukic
    Edera Cutrone

    + Buongiorno, Butic, Acquah (o Obi)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 6 mesi fa

      Sembrano due ottime squadre per il 10o posto assicurato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Levriero Granata - 6 mesi fa

        Abbiamo 10 punti in meno del sesto posto nonostante:
        – cambio di allenatore/modulo;
        – centrocampo con poca qualità;
        – esterni di centrocampo difensivi, non adatti al gioco di Mazzarri;
        – Belotti spesso infortunato o senza voglia;
        – assenza di un vice Belotti affidabile.

        Considerato che Messi non possiamo permettercelo, bisogna puntare su giovani di prospettiva e di carattere (Lazzari, Locatelli e Cutrone), un paio di elementi affermati (Laxalt e Gabbiadini) e sui migliori della rosa attuale (eccetto il Gallo, da sacrificare per la causa). Altri li confermerei perché la squadra non va rivoluzionata ma potenziata.

        Con una squadra così 10 punti in più li puoi fare (5-6 in più si potevano fare anche quest’anno se si fosse esonerato Miha dopo la sconfitta con la Viola). E se il Cutrone, il Bonifazi o l’Edera di turno ti esplodono ne puoi fare anche 15 in più.

        Poi, certo, se pensi di poter costruire una squadra da Champions con gli abbonati e i diritti TV che abbiamo son problemi tuoi…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13658217 - 6 mesi fa

    Vedere niang e prendere gabbiadini edera in prestito e acquistare Locatelli e magari riprendere benassi poi via obi acquah vasodifiori prendere glik e magari un esterno o due via barreca che è scarso e via Molinari è buffissimo ciao ROBBI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13657710 - 6 mesi fa

    Madama granata- io sono molto meno disfattista di voi, e, se ben motivati, questo sì, quei tre me li terrei cari anche per il prossimo anno. Cercare loro pari-livello, ed essere però certi che facciano meglio di loro, credo sarebbe arduo. Stesso discorso per Baselli, Nkoulou, Sirigu, Bonifazi, Edera, Barreca, Milinkovic-Savic, De Silvestri, Lyanco (speriamo non si riveli un nuovo Obi), Ansaldi. Sottoscrivo un ruolo X Moretti nella società, sempre che non voglia fare ancora un anno come riserva e uomo-spogliatoio. E’ il caso di rivoluzione tutto, X poi dire che abbiamo sbagliato le scelte (come sempre qualcuno sarà azzeccato, qualcun altro no) e rodersi le unghie xche i nostri attuali giocatori faranno bene in altre squadre, che già ora li cercano e li apprezzano? Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Wallandbauf - 6 mesi fa

    Ma Mazzarri non ha appena finito di dire che ne giocheranno solo 2? Perché parlare di tridente? È un consiglio al tecnico? Mah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 6 mesi fa

      appunto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. CUORE GRANATA 44 - 6 mesi fa

    Caro Direttore capisco il Suo “ottimismo d’ufficio”.Vedremo. Tuttavia la ristrutturazione in primo luogo dovrà riguardare difesa e centrocampo come già evidenziato in altri commenti e sono anche curioso di vedere i contenuti del Bilancio 2017…..Ho letto le riflessioni fatte da Moretti al Salone del libro:parole sagge di una grande persona al di là del professionista. Mi auguro che il Torino FC gli proponga di rimanere in Società magari come team manager. Sarebbe un piccolo ma significativo passo per farci capire,al di là delle parole,le vere intenzioni di Cairo.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Marchese del Grillo - 6 mesi fa

    Belotti per me può anche andare se non ha intenzione di restare con le giuste motivazioni! Mazzarri è stato chiaro. Il punto è che va adeguatamente rimpiazzato, e non di certo con Damascan e nemmeno con Cutrone. Gabbiadini sarebbe un bel profilo. Via chi non suda la maglia e chi ha le palle moscie! Chi ha detto Baselli? Scio’, scio’, ci serve gente cazzuta e con piedi buoni, soprattutto a centrocampo. Via Obi, Acquah, Valdifiori e Rincon. Gente inutile. Spero con tutto il cuore che tengano Edera, oltre che Nkoulou e, ovviamente, Sirigu. In difesa ripartiamo da Bonifazi e Lyanco, affianchiamogli magari Glick e mettiamogli vicino due laterali con i controcazzi. Centrocampo da rifondare!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 6 mesi fa

      non vuoi chi ha palle mosce e non suda la maglia… e vuoi Gabbiadini?!? un vero trascinatore di folle, uff…!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. claudio sala 68 - 6 mesi fa

    Belotti secondo me sarà ceduto. Attenzione a Sirigu e Nkoulou che potrebbero avere estimatori all’estero ed a Edera che piace al Napoli. Anche Baselli potrebbe andare via. Insomma, il mercato potrebbe sconvolgere la rosa, confido molto nelle capacità di Mazzarri di fare mercato, chissà se non arrivi il nuovo Cavani.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy