La sua storia, la nostra storia: Mondonico e i ritorni all’Atalanta e al Torino

La sua storia, la nostra storia: Mondonico e i ritorni all’Atalanta e al Torino

Dal ritorno sulla panchina dell’Atalanta alla seconda volta sulla panchina del Toro

di Redazione Toro News

Con Emiliano Mondonico se ne va anche un pezzo importante della storia del Torino. Un giocatore, un allenatore e uomo per bene che nel corso della sua vita ha lasciato un bel ricordo in tutte le piazze che ha calcato. Continuiamo a ripercorrere la sua carriera da allenatore, dal ritorno all’Atalanta al ritorno al Toro.

QUI LA PARTE PRECEDENTE

ATALANTA – Dopo aver lasciato la panchina del Toro (qui il racconto), nella stagione 1994/1995 fa ritorno a Bergamo. Anche in questi quattro anni otterrà risultati positivi. Emiliano Mondonico riporta dopo una sola stagione l’Atalanta in Serie A con una grande rimonta nel girone di ritorno. Nelle due stagioni successive l’Atalanta naviga in acque tranquille e conquista anche una finale di Coppa Italia (1996) persa poi con la Fiorentina. In quegli anni ha il merito di lanciare giovani come Vieri e Inzaghi, che diventerà anche capocannoniere del campionato. Alla quarta stagione sulla panchina orobica, nonostante buone premesse e un discreto inizio, Mondonico torna in Serie B chiudendo così il proprio secondo ciclo in neroazzurro.

TORINO – In uno dei periodi più bui della storia granata, dopo lo spareggio perso ai rigori contro il Perugia del 1998, il Mondo con una scelta di cuore torna a Torino con la missione di riportare i granata nella massima serie. Ci riesce al primo colpo nella stagione 1998/1999 centrando il secondo posto in campionato. Nella stagione successiva il Toro viene relegato di nuovo in cadetteria complice la sconfitta decisiva di Lecce alla penultima giornata e una travagliata situazione societaria. Fu questa l’ultima esperienza di Emiliano Mondonico sulla panchina del Torino.

Silvio Luciani

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy