Corsa, grinta e un gol voluto: Toro, ecco il rilancio di Berenguer

Corsa, grinta e un gol voluto: Toro, ecco il rilancio di Berenguer

Focus on / Lo spagnolo viene lanciato a sorpresa dal 1′ e non delude le attese. Mihajlovic lo coccola: “Ha fatto bene”

di Nicolò Muggianu

Una serata indimenticabile, nata quasi per caso. Sarà questo il modo in cui, probabilmente, Berenguer ricorderà il suo primo gol in Serie A. La maglia da titolare è arrivata quasi come un fulmine a ciel sereno per gli addetti ai lavori. Durante il corso della settimana infatti, sembrava dover essere Ljajic il titolare sulla fascia sinistra. Ma l’insofferenza del serbo ha fatto la differenza. Un comportamento ritenuto “sbagliato” da Sinisa Mihajlovic, che nel post partita non ha esitato invece ad elogiare lo spagnolo (LEGGI QUI): “Se devo parlare di singoli parlo di Berenguer: ha fatto una grande partita”. La conseguenza? Inaspettata: Berenguer gioca dal 1′ e sblocca la partita con il primo gol in Serie A.

Un gol che scaccia le critiche e arriva come una vera e propria liberazione. Già, perché se all’esordio stagionale contro il Bologna era stato fermato da una chiamata errata dall’arbitro, questa volta la gioia non è rimasta strozzata in gola. Prima una discesa di quaranta metri sull’out di sinistra da velocista puro, poi una deviazione che diventa un assist al bacio per lo spagnolo stesso che non deve fare altro che spingere il pallone alle spalle di Strakosha.

Molto felice per la vicoria 3 punti molto importanti e molto felice per il mio primo gol in serie A” queste le parole con cui l’ex Osasuna ha voluto commentare sui social le proprie emozioni. Ma la verità è che per lui questo gol vale molto più dei tre punti portati a casa dal Torino. L’impatto con la Serie A è stato forse più duro del previsto, tanto che in molti tra gli addetti ai lavori non avevano tardato a tacciarlo come “oggetto misterioso”. Proprio nel momento più complicato però, il giocatore ha deciso di rialzare la testa, conquistando la fiducia dei compagni e del mister. Ora non resta che continuare così, con la speranza di riuscire a ritagliarsi un ruolo da protagonista.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Filadelfia - 1 anno fa

    Sono stracontento per Berenguer e per Edera. Non hanno la Ferrari parcheggiata al Fila ma hanno quella FAME indispensabile per giocare al calcio. Bravi ragazzi. Continuate cosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. myriam.patty_671 - 1 anno fa

    Io ero sicuro che ALEX primo o poi facesse vedere il suo valore speriamo che adesso abbia qualche opportunità in più come Edera e non dimentichiamo che abbiamo anche un certo Lianco che secondo me e veramente un buonissimo giocatore .auguro un buone feste a tutti i fratelli granata e sempre fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rokko110768 - 1 anno fa

    Magari il buon Berenguer gioca meglio come ala nel 433 che da esterno offensivo nel 4231. Sicuramente è giovane ed ha bisogno di tempo, lui ed Edera però importanti per me ed hanno bisogno di spazio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy