Torino, contro il Bologna devi dare una svolta alla tua stagione

Torino, contro il Bologna devi dare una svolta alla tua stagione

Verso il match / Il cambio in panchina deve dare una scossa alla squadra

di Marco De Rito, @marcoderito

Il Torino è arrivato al giro di boa, ed alla prima giornata di ritorno di presenta con una novità importante: un nuovo allenatore. Dopo gli ultimi deludenti risultati in campionato e l’eliminazione in Coppa Italia al derby, Sinisa Mihajlovic è stato esonerato ed al suo posto è subentrato Walter Mazzarri. Quest’ultimo ha preso in mano la squadra ieri e sarà difficile vedere la sua mano già nella prossima gara. In ogni caso sia l’ex tecnico dell’Inter, che tutto il resto della squadra, sono a conoscenza dell’importanza della partita contro i rossoblù. I piemontesi sono chiamati a conquistare tre punti, fondamentali, tra le mura amiche, per riprendersi dagli ultimi pareggi e restare agganciati al treno che porta all’Europa League.

L’obbiettivo del Torino targato Mazzarri non cambia rispetto a quello del suo predecessore: il raggiungimento dell’Europa. Il nuovo tecnico non vuole sentire parlare di traguardi, come ha affermato oggi in conferenza stampa, ma la società granata punta a giocare il prossimo anno in palcoscenici internazionali. Domani difficilmente ci si può aspettare una svolta dal punto di vista del gioco, dato che in appena due giorni d’allenamento è impossibile sistemare la squadra ma dal punto di vista del carattere ci deve essere una reazione d’orgoglio.

Non fare risultato domani complicherebbe i discorsi Europa in casa Torino. Al momento i granata distano appena due punti dal settimo posto e cinque dal sesto ma è piene bagarre in quella zona della classifica. Dopo la sconfitta contro il Napoli ci si aspettava un quartetto di partite alla portata (Spal, Genoa, Bologna e Sassuolo). Per adesso sono usciti solamente due punti in due gare, troppo poco considerando la consistenza dell’avversario. Adesso per Baselli e compagni è arrivato il momento di spingere sull’acceleratore e cominciare a collezionare punti. I falsinei non verranno certo a Torino per fare gli spettatori, anche loro sperano in un piazzamento europeo e distano solo un punto dai piemontesi che però, adesso, non possono più sbagliare.

 

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto Fava - 6 mesi fa

    No, non sono d’accordo sul “ lasciar perdere i risultati”, “ quello che viene , viene”, ecc ecc.
    Menate.
    No, non ci sto.
    Non siamo in fondo alla classifica, tolto il derby perso nessuno e venuto qui a Torino a dettare legge.
    Casomai se ne sono tornati a casa felici di aver portato via il punticino .
    A Milano con le 2 milanesi di grandi pretese ce la siamo giocata , alla pari.
    La “ grande” Lazio? Mmmmmm
    La rometta? Boh. Una punizione un gol. A Roma in coppa li abbiamo sistemati.
    La dea , allenata dal “ gobbo che cammina sulle acque” ( per qualche fissato di TN) ? Cosa ci ha fatto ? Na bella sega.
    Solo Juve e Napoli ci stanno una spanna sopra , purtroppo .
    La classifica dice che siamo lì, ad un passo forse 2 dalla possibilità EL.
    Io continuo a crederci, asfaltiamo i bolognesi ( siamo in credito pesante), e poi avanti verso l’obiettivo.
    Non è cambiato !
    Forza Toro sempre !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 6 mesi fa

      ma ovvio che tutte le partite sono da vincere, mi sembra di averlo detto… ma ad oggi, in questa situazione, non c’è nessuna ultima spiaggia… ultima spiaggia per chi? e se non vinciamo domani che succede? a chi diamo la colpa? questo è il senso del mio commento…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 6 mesi fa

        Magari proviamo per una volta a non dare colpe a nessuno.
        Si gioca, si può vincere pareggiare o perdere .
        Ma fino ad ora , mi pare che tolte le 2 UFO, nessuno ci abbia annichilito .
        Quindi adesso e’ tempo di riscuotere i crediti.
        I debiti li abbiamo già abbondantemente saldati, non ultimo quello pagato in coppa grazie anche a doveri.
        Ciao

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ribaldo - 6 mesi fa

      beh il napoli ci è andato vicino :-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 6 mesi fa

    Tutte le partite sarebbero da vincere, che discorsi… ma se iniziamo con la filosofia da ultima spiaggia vuol dire che non abbiamo capito niente! l’ultima spiaggia era per Sinisa, non per il Toro e i suoi progetti. Se si cambia allenatore a metà stagione è una sconfitta per tutti, non solo per l’ex allenatore, di questo ne dobbiamo prendere atto tutti e se quest’anno non si centreranno gli obiettivi prefissati, pace… Mazzarri è l’allenatore della prossima stagione, nella quale società, giocatori e allenatore dovranno necessariamente credere, partendo da “0a0 palla al centro”. Questi 6 mesi devono servire al nuovo allenatore per vedere quale potrà essere il suo Toro del futuro. Lasciamo perdere i risultati, quello che viene viene.. l’unico risultato che ad oggi si può commentare è il fallimento sportivo di questo anno e mezzo e non è una vittoria o una sconfitta col Bologna a modificare la sostanza delle cose, quantomeno non quest’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

      Verissimo! Se si vince però è meglio se poi inanelliamo 5 vittorie di fila come successo x l’udinese… non sarebbe male

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maraton - 6 mesi fa

        sticazzi…..ti accontenti vedo 😉
        comunque mai dire mai, ma continuo a pensare che al netto delle colpe di sinisa abbiamo una rosa ampiamente sopravvalutata

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata63 - 6 mesi fa

    Per la redazione. Ma non vi siete stancati di dire le stesse cose ogni partita? Domenica devi dare la svolta alla tua stagione. Sempre la stessa frase.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Esempretoro - 6 mesi fa

    Perdurano, no perderanno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Esempretoro - 6 mesi fa

    No perderanno
    PERDURANO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Esempretoro - 6 mesi fa

    È bello vedere che tutto cambia e niente è diverso…
    Ricominciamo subito a caricare l’ambiente? Ci vuole calma,altro che ultima spiaggia o cagate di questo genere!! Un esonero è comunque un botto per tutti,il momento è delicato e le assenze perderanno. Limitiamoci a sostenere la squadra come sempre,senza pretendere miracoli,con l’impegno al massimo livello possibile, senza appesantire una situazione alla quale basterebbe veramente poco per implodere.FVCQ

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy