Torino, rinnovo Belotti: c’è l’intenzione ma non la fretta

Torino, rinnovo Belotti: c’è l’intenzione ma non la fretta

Calciomercato / Prolungamento con adeguamento per l’attaccante granata: scadenza 2021 e ingaggio da top player granata. Novità ufficiali sono attese, ma non a brevissimo termine

2 commenti

Questione di tempo e, dopo quello per Antonio Barreca, il Torino infilerà il secondo rinnovo contrattuale importante. Come già nella scorsa stagione, novembre e dicembre saranno i mesi della campagna-rinnovi: sabato scorso la firma sul rinnovo di Antonio Barreca, e arriverà anche quella di Andrea Belotti sul nuovo contratto con il Torino. Il “Gallo” si sta meritando sul campo un adeguamento dell’ingaggio da top player granata: la trattativa tra il Torino e l’entourage del giocatore esiste e c’è armonia tra le parti. I primi approcci preliminari ci sono stati, l’intesa definitiva si troverà entro novembre, a tenersi larghi entro metà dicembre. C’è tutta l’intenzione di procedere, ma non la fretta impellente: il calciatore è grato al Torino, e il Torino ha intenzione di riconoscergli qualcosa in più. In via Arcivescovado sanno che per mantenere buoni i rapporti con tutti, si deve pretendere ma anche dare, laddove si debba premiare il merito. Dopotutto, colui che sarà a breve l’attaccante titolare della Nazionale merita un trattamento di lusso…

Barreca, rinnovo fino al 2021

La soddisfazione di Barreca: “Un grazie a chi mi sostiene”

Un vincolo che eleverà Belotti a top player del Torino, con ingaggio che tra parte fissa e bonus dovrebbe avvicinarsi intorno al milione di euro all’anno: gratificazione meritata per un giocatore che ha dimostrato sul campo di essere giocatore da Toro, per generosità e carattere. Quando arrivò al Toro la scorsa stagione, Belotti era un promettente attaccante che aveva fatto intravedere prospettive importanti, ma che doveva ancora sbocciare del tutto. Oggi, la media realizzativa parla di 8 reti in 12 partite (con due calci di rigore sbagliati): tra gli attaccanti italiani solo Ciro Immobile per ora fa meglio di lui, con 9 reti, e proprio il campano e il bergamasco formano quella che al momento è la coppia titolare dell’Italia di Ventura, impegnata tra pochi giorni in Liechtenstein per le Qualificazioni Mondiali. Ecco spiegato, dunque, il motivo del raddoppio dell’ingaggio, da circa 500.000 Euro a circa un milione di Euro.

La durata del vincolo? La massima possibile ad oggi, il 30 giugno 2021. In questo modo, il Torino si tutela al meglio nei confronti di eventuali avances che dovessero arrivare nei prossimi mesi per un giocatore che sicuramente ha margini di crescita ulteriori. Il messaggio è il seguente: il club granata non ha bisogno di cedere ed è pronto a fare di Belotti una bandiera dei prossimi anni.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Como Granata - 3 settimane fa

    Bisognera’ blindarlo in turri i sensi!
    Con una bella clausola stile “Zamparini” o “De Laurentis”…………
    Lui da parte sua si sta dimostrando da vero professionista, come il nuovo “Pulici”…
    Speriamo che rimanga con noi per tanti anni come ha fatto “Puliciclone”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gantonaz64 - 3 settimane fa

    Un milione per un Bomber e’ poco.
    Alle prime sirene straniere e no ne vedremo delle belle:
    non per il giocatore forse ma per le leggi di mercato.
    Perche’ devo rimanere al Toro se da un’altra parte mi danno il triplo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy