Torino-Pro Patria 4-0: Belotti ne fa due e Mazzarri sorride

Torino-Pro Patria 4-0: Belotti ne fa due e Mazzarri sorride

Finale a Bormio / I granata giocano bene e convincono. Anche De Silvestri torna al gol

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

E’ positiva anche la seconda uscita stagionale del Torino, che a Bormio supera per 4-0 la Pro Patria (appena promossa in Lega Pro). Belotti sugli scudi con una doppietta: il Gallo sta bene fisicamente, non è ancora al top ma fa ben sperare Mazzarri. Buoni segnali soprattutto dal punto di vista della manovra, con la squadra che sta metabolizzando il dettagliato lavoro tattico fatto da Mazzarri in queste due settimane in Valtellina.

Mazzarri opta per l’undici su cui ha lavorato lungo l’ultima settimana: in porta Sirigu, in difesa il trio attualmente titolare – quello composto da Izzo, Nkoulou e Moretti -, a centrocampo gli esterni sono De Silvestri e Parigini (vista l’indisponibilità di Berenguer e la forma fisica ancora non ottimale di Ansaldi, appena arrivato in Valtellina), davanti il tridente formato da Falque, Belotti e Baselli, nel ruolo di attaccante esterno che Mazzarri gli sta cucendo addosso. Non delude, il centrocampista bresciano: ha qualità e visione di gioco per dare ossigeno alla manovra, nonchè l’intelligenza tattica che serve per galleggiare tra le linee per non dare punti di riferimento. Andrà ovviamente rivisto contro avversari più competitivi.

La Pro Patria, fresca vincitrice dello Scudetto di Serie D, prova a non concedere spazi, sfruttando anche il campo reso pesante dalla pioggia, ma la manovra del Toro appare già oliata. I granata mantengono sempre il possesso del pallone e giocano costantemente nella metà campo avversaria. Trovando un tris a cavallo del ventesimo minuto. Prima segna De Silvestri: ancora lui, il laterale goleador, svetta di testa sul secondo palo sul cross di Falque e sblocca il risultato al 18′. Al 21′ raddoppia lui, Andrea Belotti: raccoglie con un ottimo taglio la verticalizzazione di Baselli e non sbaglia davanti al portiere Mangano. Tre minuti dopo è Parigini a sfruttare bene l’occasione da titolare segnando il terzo gol dei suoi con un ottimo taglio verso il centro seguito da un tiro a botta sicura di destro. All’intervallo è quindi 3-0. Da segnalare una bella prova di Meitè in mezzo al campo: buona tecnica e forma fisica in miglioramento, il francese si sta integrando sempre più negli schemi di Mazzarri, mostrando netti miglioramenti rispetto alla prima uscita con la Bormiese.

Ad inizio secondo tempo (17′) Belotti trova la doppietta personale: gol fotocopia, scatto in profondità e destro al fulmicotone sul primo palo. L’ariete bergamasco va solo vicino alla tripletta, mettendo un destro fuori da ottima posizione, ma continua a mandare buoni segnali: sette gol nelle prime due amichevoli sono un bel biglietto da visita e un aiutino importante per mettersi alle spalle una stagione sotto le aspettative. Poi la girandola dei cambi, con Mazzarri che inserisce anche i giovani della Primavera, spezza il ritmo. Giocano anche Bremer (dall’intervallo) e Damascan (a ripresa in corso): buoni i segnali da entrambi. Disinvolto il primo, coraggioso e senza remore il secondo. Altri gol non ne arrivano, ma la seconda uscita stagionale del Toro è positiva: un 4-0 che manda buoni segnali, ora testa all’amichevole di domani contro il Renate (ore 15), che chiuderà definitivamente il ritiro di Bormio.

LEGGI: Le parole di Mazzarri dopo Torino-Pro Patria

Torino 4
Pro Patria 0
Marcatori: De Silvestri 18′, Belotti 22′, Parigini 24′ p.t.; Belotti 17′ s.t.
TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo (Bremer 1′ s.t.), Nkoulou (Ferigra 24′ s.t.), Moretti (Bianchi 24′ s.t.); De Silvestri (Fiordaliso 1′ s.t.), Meité (Adopo 16′ s.t.), Rincon (Acquah 16′ s.t.), Parigini (Gilli 24′ s.t.); Iago Falque (Edera 16′ s.t.), Belotti (Damascan 33′ s.t.), Baselli (Kone 16′ s.t.). A disp. Ichazo, Rosati, Ansaldi, Butic, Aramu. All. Mazzarri.
PRO PATRIA (3-4-1-2): Mangano; Molnar, Zaro, Marcone; Mora, Gazo, Bertoni, Galli; Disabato; Le Noci, Santana. A disp. (entrati nella secondo tempo): Tornaghi, Boffelli, Lombardoni, Battistini, Fietta, Pedone, Colombo, Molinari, Ghioldi, Gucci, Angelina, Plumbaj, Banfi. All. Javorcic.
Arbitro: Caldera

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robertozanabon_821 - 5 mesi fa

    Dopo i primi goal subiti, la Pro Patria si è chiusa molto per evitare di subire una goleada.
    Avversari chiusi e campo pesante hanno penalizzato il Toro che però ha sempre ricercato il gioco con ottime trame che hanno coinvolto tutti i giocatori sempre in movimento nel proporsi per ricever palla.
    Sensazioni positive indipendentemente dal valore dell’avversario. La squadra ha un’identità ed un equilibrio che fan ben sperare.
    Opinioni strettamente personali che spero siano di auspicio per un futuro di buone cose. Sempre Forza Toro !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Vanni - 5 mesi fa

      Si ma quale identità?
      Vi rendete conto che questo in realtà sta provando moduli diversi perché non sa se arriveranno o partiranno giocatori. Non ha idea se i giocatori richiesti, immagino da febbraio/marzo, arriveranno.
      Programmazione da Pro Patria, forse. È una situazione a dir poco ridicola.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawn - 5 mesi fa

        Non sono d’accordo, una squadra che sa giocare con tre moduli è una squadra forte.
        Sono anni che mi lamento che Ventura, Miha non cambiano mai modulo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy