Torino, Vives voto 7: quattro mesi straordinari per il senatore granata

Torino, Vives voto 7: quattro mesi straordinari per il senatore granata

Il Pagellone di Natale di TN / Qualità e quantità, sacrificio e spirito di squadra: per il mediano finora è la migliore annata da quando è sotto la Mole

7 commenti
Vives in Torino Fiorentina

Più invecchia più diventa buono, esattamente come il vino: ecco spiegata la parabola ascendente di Giuseppe Vives, veterano granata che a 35 anni sta vivendo senza dubbio la sua miglior stagione non soltanto da quando è sotto la Mole ma probabilmente in tutta la sua carriera. Il mediano del Torino è un fedelissimo di Ventura, tanto da essere l’unico superstite insieme a capitan Glik di quel gruppo che conquistò la promozione con la casacca granata sulla pelle nel 2011/2012: le prestazioni offerte finora ed in particolare in questa stagione hanno convinto la dirigenza a puntare ancora su di lui in futuro e così è già arrivato un rinnovo di contratto meritatissimo per il napoletano.

testa
Condizione atletica invidiabile per Vives in questi primi mesi

SPIRITO DI SACRIFICIO – La stagione è cominciata per Vives nel ruolo di comprimario: la sua esperienza avrebbe dovuto essere utile alla causa granata a partite alterne con la grinta offerta da Gazzi, anche per evitare di spremere troppo il numero 20 appunto per l’età avanzante. L’infortunio che ha costretto il rosso mediano ad un’assenza prolungata ha però cambiato le carte in tavola, e così Ventura ha affidato quasi costantemente le chiavi del centrocampo nei piedi di Vives, che l’ha ripagato nel migliore dei modi: tantissimi palloni recuperati e polmoni d’acciaio per il veterano che fa dello spirito di sacrificio e dell’abnegazione il suo punto di forza. “Peppino” suda costantemente la maglia ed è sempre uno degli ultimi a mollare, mettendo in mostra una condizione atletica assolutamente invidiabile; la sua grande prima parte di stagione è stata condita anche da una rete di bellezza straordinaria che ha fissato il punteggio sul 2-0 nel match contro l’ostico Bologna.

Torino FC v Bologna FC - Serie A
Vives scarta Mirante e deposita in rete: una grande rete per il centrocampista

PIEDE FINO – Alle sue caratteristiche principali, come detto cuore e polmoni, il mediano ha quest’anno aggiunto anche la tecnica: il fatto di far parte della truppa di Ventura da così tanti anni sicuramente è un punto a suo favore, i meccanismi di gioco sono infatti ormai mandati a memoria ma i progressi tecnici dal suo arrivo sotto la Mole sono innegabili. In questi primi mesi, Vives ha offerto prestazioni di intelligenza tattica e messo in mostra una buona visione di gioco, oltre ad un’ormai quasi perfetta gestione del pallone tra passaggi corti, lanci per le punte ed aperture verso gli esterni. Se dovesse mantenere questo livello anche nella seconda parte della stagione, si tratterebbe certamente di un’annata straordinaria a livello personale per il napoletano che intanto, finora, è certamente stato uno dei giocatori migliori del Torino.

Campionato Coppa Italia
Presenze 16 1
Reti 1 0
Minuti giocati 1381 90
Cartellini gialli 4 0
Cartellini rossi 0 0
VOTO: 7 

DI SEGUITO GLI ALTRI PAGELLONI:

PAGELLONE PADELLI

PAGELLONE ICHAZO

PAGELLONE BOVO

PAGELLONE MOLINARO

PAGELLONE VENTURA

PAGELLONE PETRACHI

PAGELLONE ZAPPACOSTA

PAGELLONE GASTON SILVA

PAGELLONE AVELAR

PAGELLONE JANSSON

PAGELLONE GLIK

 

 

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata71 - 2 anni fa

    Forse è un caso di omonimia….
    Perché il Vives che gioca nel toro è’ un giocatore discreto, ormai alla frutta, al quale solo il ns presidente poteva prolungare il contratto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …leggete bene i genianticairo piangina-spalamerda…sempre e solo lacrime e insulti…mai un sostegno…leggete bene questi personaggi…e capirete tante cose…mi sa troppe…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mamma Urbana I - 2 anni fa

      Urbanuccio ma scrivi sempre le stesse cose, sappiamo che sai usare il copia e incolla ma prima o poi qualcuno se ne accorgerà. E capirà tante cose, come dici sempre tu…
      Smetti con le cagate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …a 35 anni è il terzo giocare della serieA per recupero palloni…veramente tanta roba…e non sarà pirlo…ma anche tecnicamente non è male…anzi…il goal col bologna lo avrebbero fatto in pochi…Vatta ha detto che se Vives avesse fatto delle giovanili professionistiche avrebbe fatto una carriera straordinaria…se lo dice Vatta…cmq a 35 anni ha ancora una reattività spaventosa…sempre un ragazzino…tanta roba…ONORE a VIVES…con Glik la vera anima del TORO che è passato in 4 anni da lumezzane a bilbao…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mamma Urbana I - 2 anni fa

      Quanto sono scemo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Papa Urbano I - 2 anni fa

    …qua i piangina-spalamerda mi cadono dal divano…ONORE alla redazione…questo è un giocatore che sputa sempre sangue in campo…e a 35 anni sta facendo cose straordinarie in serieA…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mamma Urbana I - 2 anni fa

      Urbanuccio.. basta stronzate te l’ ha detto pure il medico

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy