Calciomercato Torino, il tabellone: spunta Arslan, Bremer può partire

Calciomercato Torino, il tabellone: spunta Arslan, Bremer può partire

Il punto / Ecco come si sta muovendo il Torino sul calciomercato

di Redazione Toro News

ATTACCANTI

Calciomercato Toro, il ds del Renate: “Butic ci interessa”

Simone Edera non ha trovato lo stesso spazio dello scorso anno e per questo potrebbe fare le valigie. Il Torino, d’accordo con il giocatore, sta cercando una sistemazione in prestito in cui valorizzarlo: il Parma è in pole ma su di lui ci sono anche Chievo e Frosinone. Anche Karlo Butic potrebbe lasciare la Ternana per accasarsi in un altro club di terza serie, come ad esempio la Pistoiese. Ma sul giocatore c’è l’interesse anche del Renate, come confermato dal direttore sportivo della società lombarda.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bertu62 - 10 mesi fa

    Ognuno è libero di scrivere ciò che vuole, così come ognuno è libero (nessun obbligo…) di leggere ciò che vuole, esattamente come si è liberi di credere in ciò che si vuole….Tuttavia non si può negare che si sia in un periodo di calciomarket e quindi E’ DOVEROSO scriverne…Dovere giornalistico e dovere di informazione, dato che a molti piace essere aggiornati si quanto più possibile..
    Dire che il mercato di Gennaio non è mai stato “buono” per noi significa non aver nemmeno letto un’articolo apparso proprio qui su TN pochi giorni fa, che ricordava ad es. Maxi Lopez, arrivato proprio a Gennaio, così come D’Ambrosio, che ancora gioca nell’Inter…Insomma, dire che PROPRIO TUTTI gli acquisti di Gennaio sia stati “farlocchi” è un errore grosso e sa tanto di malafede! Comunque, a conti fatti nessuno anzi POCHI club finora hanno concluso veramente, noi col Bologna siamo uno dei pochi: ci siamo “tolti” Soriano che se l’è preso appunto il Bologna…. Inoltre apprezzo la volontà di Mazzarri di valutare “a bocce ferme” cioè adesso, con la ripresa degli allenamenti, le condizioni fisiche di tutti i giocatori, compresi gli infortunati, così da non rimpiangere DOPO alcune partenze!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Betel Soares - 10 mesi fa

      Hai ragione nel dire che è libero di avere una opinione e di scegliere cosa leggere.
      È anche interessante sapere cogliere l’ironia e se non ho avuto la capacità di trasmetterla a pieno allora è colpa mia. Cerco di ribadire lo stesso concetto in tono non ironico, sperando di essere in grado di spiegarmi meglio.
      Il mercato di gennaio è da sempre chiamato “di riparazione”, poiché in tale occasione si cerca di capire come risolvere problemi ed errori evidenziati nella prima fase della stagione.
      Quando di scrivo che non si fanno Grandi affari è perché chi ha giocatori forti, difficilmente li vende in questa fase. È possibile, certo, ma a cifre molto alte.
      Il mercato attuale va a pescare negli altri giocatori: quelli che hanno deluso, quelli che sono stati messi ai margini per qualsiasi motivo, quelli che devono recuperare e altro. Qualche volta si prende il jolly e funziona, qualche volta no.
      Tu hai fatto un buon esempio: abbiamo lasciato a dare via Soriano e il Bologna lo ha preso in prestito. Noi abbiamo riparato ad un errore e il Bologna deve sperare in bene.
      E questo vale per tutte le squadre della nostra fascia,a non solo.
      Ovviamente il business non si ferma e i giornali e i media raccontano di tutto per incrementare l’audience (e la vendita di prodotti pubblicitari). I grandi titoli si specano, il teatrino alza il sipario e i tifosi discutono e si arrabbiano a volte.
      Ecco, nessuna critica a nessuno, se non che le operazioni vanno valutate a bocce ferme, cioè dopo il 31 gennaio. Prima è solo un insieme di parole, supposizioni, opinioni e vento.
      Spero di aver chiarito il senso del mio post.
      Un abbraccio granata anche a te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 10 mesi fa

        Eh beh, non è che pretendi troppo con certi fucsia?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Betel Soares - 10 mesi fa

    Calciomercato, epoca di notizie create per riempire i titoli dei giornali, i commenti dei forum, le discussioni nei bar e nelle trasmissioni sportive.
    Ma in mezzo a tante notizie false, eccone una vera. Il Torino calcio avrebbe appena acquisito a costo zero il cartellino di Gamla Stan, classe 1999, trequartista ivoriano, nato a Stoccolma, ma cresciuto a Chisinau, con doppio passaporto moldavo e ivoriano e attualmente militante nell’Atletico Carabetovca, terza serie del campionato della Transistria, la divizia b, dove è stato soprannominato il “LjiaJic della Basarabeasca”, per la sua tecnica sopraffina e la sua indole discontinua e spesso irritante. Usa la maglia numero 28 per celebrare i suoi centimetri.
    Superata di slancio la concorrenza di Chelsea, Atletico Madrid, Napoli, Manchester City, Parma, Chievo e Frosinone. Sarri ha dichiarato: “lo avrei voluto al posto di Lucas Piazon, anche perchè non ha tatuaggi”. Aurelio De Laurentis ha sbuffato “non bastava al Toro avermi soffiato Berenguer, adesso anche questo”. Il presidente della squadra moldava del Victoria Bardar ha detto: “l’abbiamo scoperto noi e ce lo siamo fatti fuggire, come un Soriano qualsiasi”. Il Parma si è ritirato dall’affare dopo aver letto su Toro News della cessione di Edera in prestito.
    Il giocatore arriverà in prestito con diritto di riscatto: non appena avrà giocato la sua prima partita e pagato il primo stipendio, questo verrà considerato come un riscatto e il familiare di Petrachi attualmente sequestrato in alta Transnistria verrà liberato.
    Gamla Stan può indistintamente giocare in tutti i ruoli del centrocampo e dell’attacco granata, ma attualmente è pronto solo per il 10%, avendo una gran pratica a causa di un grave infortunio che lo ha costretto a saltare le ultime 4 stagioni in Transnistria. Ora appare recuperato e ha mostrato una gran voglia di mettersi in mostra e recuperare il terreno perduto. Non disdegna anche di fare il magazziniere, il tracciatore di linee del campo e il collocatore di cartelloni pubblicitari. Non ha ancora accumulato i minuti necessari per fare il raccattapalle, ma si è mostrato pronto a cominciare subito gli allenamenti.
    Intervistato dal maggior quotidiano del suo paese, ha dichiarato: “vengo in Italia per cercare di rubare il posto al gallo Belotti e a Iago Falque, o almeno di frugare nei loro armadietti; a Rincon NO perchè sennò mi mena e mi mena forte”, poi si è esibito nel famoso “ballo di Zaza”, imitando il rigore contro la Germania. Vista l’esibizione, Zaza ha cominciato a temere di perdere il posto e ha chiesto rassicurazione al mister Mazzarri. Bella gatta da pelare per il mister granata.
    Petrachi ha detto: “un’operazione a costo zero, se va bene minacciamo di darlo al Rennes se gli viene in mente di ridarci Niang”.

    Cari granata, queste sì che sono notizie, altro che le voci del calciomercato.
    Per quelle aspettiamo come solito il 31 gennaio alle ore 20.00, consci del fatto che, tranne Gamla Stan, in questa sessione di mercato non si fanno mai grandi affari.

    FORZA VECCHIO CUORE GRANATA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_694 - 10 mesi fa

      Spiritosissimo intervento che ,tocco ferro , spero che sia lontano dalla realtà granata. Grazie per le risate che mi hai fatto fare . Trova altri Gamla Stan per tenerci allegri .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Vanni - 10 mesi fa

        Sadiq, Damascan, Tachsidis?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Vanni - 10 mesi fa

          Iturbe?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. alrom4_350 - 10 mesi fa

            Vanni sei più pessimista di me . In attesa dei novelli Carneadi che ci propinerà Petrachi mi faccio un grappino consolatorio. Stammi bene.

            Mi piace Non mi piace
  3. Jerry - 10 mesi fa

    Il mercato di riparazione non è mai stato, per il Toro, un mercato ricco di soddisfazioni. Forse l’unico acquisto che ha reso è stato quello di Mazi Lopez, ma anche quello fatto a bassissimi costi. Anche quest’ anno sarà così. Partiranno quelli che fino ad ora non hanno trovato molto spazio( EDERA/BREMER). È partito l’unico ramo secco che era presente (SORIANO), ma penso che non verrà sostituito da nessuna entrata. Penso che si cercherà di valorizzare di più Lukic.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Maroso - 10 mesi fa

    Francamente a Gennaio non mi aspetto molto, conosciamo tutti a riguardo la politica del Torino. Però quest’ anno in uscita abbiamo visto Soriano, uno che percepiva un notevole ingaggio. Ci sarebbe spazio per far arrivare qualcuno. Un trequartista giovane e motivato lo vedrei bene (per dare respiro alle mezzeali in affondo e tentare qualche “imbucata”). Personalmente non incrementerò la vendita di giornali per correre dietro alle notizie su questo o su quello.Vedremo a fine gennaio.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Il_Principe_della_Zolla - 10 mesi fa

    Avremo intorno ai 200 articoli sul (non) mercato del Torino FC in questo mese. Aria fritta, fake news. Candreva, Perotti, Machin, Arslan, i primi alimenti per boccaloni. Aria frittissima. Non arriverà nessuno, se non qualche saldo procurato da uno dei procuratori amici a Petrachi. Il re è nudo, ma c’è chi continua a vedergli addosso vestiti di finissimo taglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 10 mesi fa

      Aspettare la fine di gennaio non costa nulla. Può essere che riesca ad indossare almeno un paio di mutande!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il_Principe_della_Zolla - 10 mesi fa

        🙂

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. torotranquillo - 10 mesi fa

      Scrivi bene, e non è cosa comune. Bell’intervento!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy