Centrocampo, Petrachi cerca Bentivoglio

Il calciomercato è una girandola: cambia a seconda del vento. Così non si stupiscano i tifosi del Toro se un giorno le quotazioni di un giocatore sono in forte aumento, mentre magari il giorno dopo queste sono quasi pari a zero. I continui contatti che il DS Petrachi sta avendo in queste ore con i vari omologhi fanno sì che il Toro tenga aperte mille e una porta a più calciatori dello stesso ruolo. È, questo,…

di Redazione Toro News

Il calciomercato è una girandola: cambia a seconda del vento. Così non si stupiscano i tifosi del Toro se un giorno le quotazioni di un giocatore sono in forte aumento, mentre magari il giorno dopo queste sono quasi pari a zero. I continui contatti che il DS Petrachi sta avendo in queste ore con i vari omologhi fanno sì che il Toro tenga aperte mille e una porta a più calciatori dello stesso ruolo. È, questo, il caso del centrocampista centrale, vero obiettivo principale del Toro in questa campagna di rafforzamento.

Innanzitutto, però, occorre fare subito una precisazione: difficilmente verranno chiusi affari in entrata questa settimana. Solo da ieri, infatti, il DS Petrachi ha potuto avere fitti colloqui con più operatori di mercato, e solo da ieri molti altri sono rientrati da viaggi all’estero. Come per esempio il clivense Sartori, con il quale Petrachi vorrà aprire più di un discorso.

Il primo è legato all’acquisto di Simone Bentivoglio. Se per Magnanelli le pretese del Sassuolo sono leggermente scese -ma Petrachi comincia a stufarsi del tiramolla dei neroverdi-, e il giocatore resta dunque in stallo; se per Budel, il DS bresciano Nani continua a dire: “Non lo voglio cedere”; altrettanto non può essere affermato circa il centrocampista che al Chievo non ha più spazio e che vuole cercare fortuna altrove.

Non è la prima volta che il Toro si dimostra interessato al 25enne centrocampista di Pinerolo, ma le probabilità che questi potesse approdare in granata erano minime. Contrariamente a questo mercato. Risale a qualche giorno fa, infatti, una telefonata tra Petrachi e il procuratore del giocatore Andrea D’Amico, che ha ascoltato con interesse la proposta del DS, così come quella di molte altre squadre che si sono fatte avanti per acquistare il giocatore. Certo, le pretendenti sono molte e il Toro dovrà farsi spazio, ma gli argomenti per convincere il Chievo non mancano di certo.

Pensiamo a Belingheri, pallino da sempre di Sartori, che potrebbe essere offerto al Chievo per svariati motivi: il primo, come cordiale favore tra società (Giorgi al Toro e non in Veneto, dove andrebbe appunto l’ex Ascoli); il secondo, potrebbe essere proprio l’ipotesi di uno scambio diretto sull’asse Verona-Torino. Ancora, però, Sartori non ha mosso passi ufficiali in tal senso, è solo un rumor, piuttosto insistito, che ci sentiamo di poter riportare. Belingheri (così come anche Gasbarroni, parlando proprio di cambio dei piani) non è sul mercato, ma potrebbe tranquillamente partire o essere impiegato come pedina di scambio per arrivare ad altri giocatori. E Simone Bentivoglio rientra perfettamente in questa categoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy