Il mercato degli ex granata: da Cerci a Hart, ecco dove vanno

Il mercato degli ex granata: da Cerci a Hart, ecco dove vanno

Ex granata / Gli attaccanti Alessio Cerci a Maxi Lopez, i portieri Hart e Padelli, l’inossidabile coppia di centrocampo Gazzi-Vives e i terzini Darmian e Zappacosta, ecco il futuro prossimo di alcuni giocatori del passato recente granata.

di Roberto Bianco
convocati, Maxi Lopez

Cuore e grinta di Cristian Molinaro resteranno in Serie A per almeno un’altra stagione. Il difensore, svincolato dopo l’avventura granata, ha trovato casa al Frosinone allenato da Moreno Longo. Per lui un anno di contratto e rinnovo assicurato in caso di salvezza della formazione frusinate.

Chi si potrebbe allontanare nuovamente dal calcio italiano è Alessio Cerci. Svincolato dopo l’anno a Verona – per lui 24 presenze e 3 reti -, il Robben di Valmontone è stato accostato a Frosinone, Spal e Parma, anche se non si esclude una nuova avventura all’estero. Su di lui l’Ankaragücü, squadra della Super Lig turca, e il Paok Salonicco.

FC Torino v Bologna FC - Serie A

Dopo due stagioni alla Pro Vercelli e l’amara retrocessione in C, Giuseppe Vives, classe 1980, continuerà con il calcio giocato. Per lui un anno di contratto nella serie cadetta con la Ternana allenata da De Canio. Non molla nemmeno Alessandro Gazzi, legato ancora da un anno di contratto con l’Alessandria, con cui la scorsa stagione ha vinto la Coppa Italia di categoria. Su di lui ha però posato gli occhi proprio la Pro Vercelli.

Anche Zappacosta, super plusvalenza del passato mercato granata, difficilmente lascerà il Chelsea. Su di lui si sono registrati gli interessamenti di Napoli e Inter, ma mister Sarri sembra deciso a puntare sul giocatore italiano e su Azpilicueta per il posto di terzino destro dei blues. Chi vorrebbe invece salutare il Manchester United e tornare in Italia per giocare di più e Matteo Darmian. Interessa a Juventus, Inter e Napoli.

Dopo l’anno trascorso a Udine, è tempo di Brasile per Maxi Lopez. L’attaccante ha scelto il Vasco de Gama, dove giocherà un’altra vecchia conoscenza granata, Leandro Castan. Durante il campionato, i due dovranno vedersela con un altro ex, Danilo Avelar, accasatosi al Corinthians.

Torino, la top 5 delle parate della stagione 2016/2017: non solo Hart

Capitolo portieri. Padelli, tifoso interista dichiarato, continuerà la sua avventura in nerazzurro, alle spalle di Handanovic. Vita nuova, invece, per Joe Hart. Rimasto nei cuori dei tifosi granata, il portiere inglese ha chiuso definitivamente la sua lunga storia calcistica con il Manchester City per accasarsi al Burnley. All’età di 31 anni, un nuovo percorso per l’ex numero uno della nazionale inglese, iniziato nel migliore dei modi. Due partite ufficiali, in Europa League e in campionato, senza subire reti.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13973712 - 1 anno fa

    di Molinaro, malgrado la serietà professionale, non ho alcun rimpianto perché ha tolto il posto a qualche giovane da lanciare tipo Barreca. Cerci ha fatto una scelta esclusivamente economica e da quel punto di vista non ha sbagliato molto, ma ha bruciato la sua carriera sportiva. Umanamente si è rivelato un piccolo uomo, poteva essere adorato e invece…..Hart mi è sempre piaciuto, anche se tecnicamente era sopravvalutato. Una bella persona e un bel carisma, però Sirigu è più forte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13950780 - 1 anno fa

    siccome noi non abbiamo un mercato parliamo del mercato degli ex!! tanta roba

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GlennGould - 1 anno fa

    Ottimo Cerci. Avrà anche fatto i grani (meno di quanto avrebbe potuto), ma anche mezza Italia che lo prende per il culo. Saluti al campionato turco..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 1 anno fa

    La msggior parte sono ultra trentenni , forse Cerci nn lo e’ ma un serio problema al ginocchio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawn - 1 anno fa

    Riassumendo; finiscono tutti nel calcio che non conta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 anno fa

      Qui si vede il gran lavoro di Ventura.
      Faceva rendere grazie al suo gioco ed ai suoi insegnanti gente improponibile a livelli medio alti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Como Granata - 1 anno fa

    Joe:sempre nel “Cuore”!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. BACIGALUPO1967 - 1 anno fa

    Cerci Cerci i consigli della tua fidanzata non ti hanno portato lontano.
    Contento tu e contenta lei…..
    Per te un po’ mi dispiace, per lei godo come quasi il gol di Asensio a Cardiff.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 anno fa

      La storia di Cerci è particolare. Legata al suo modo di ragionare ed a fattori diversi. Si mise in testa di non essere da meno rispetto ad Immobile. Immobile , quell’anno, firmò precontratto tramite Moggi Junior esattamente il sabato prima do Toro Genoa. Firmo contro ogni regola e valore morale. Obbligo Cairo ad una trattativa castrata. Da lì, Cerci penso di meritarsi il calcio che conta. Cercarono di convincerlo in tutti i modi. Fu un altalena di emozioni. Prevalse la volontà di andare, è fu accontentato. Immobile ritorno per esclusivo volere di Ventura, Cairo non voleva, è lui, Immobile, se ne volle andare. Non fu Cairo a non volerlo riscattare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Aiax76 - 1 anno fa

    Certo che “nel calcio che conta ” all’ankaragucucu’ dai un bacio a chi vuoi tu…me lo vedo bene…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. PrivilegioGranata - 1 anno fa

    Il Robben di Valmontone…
    Quando si dice IPERBOLE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy