Per Filipe tempi più lunghi?

di Gianluca Sacchetto

Il fatto che il Torino segua con attenzione Filipe non è un mistero. Petrachi è un grande estimatore dell’esterno di proprietà del Parma, fin dai tempi di Pisa, e vorrebbe inserirlo nell’organico granata in vista della prossima stagione, come alternativa a D’Ambrosio per la fascia destra. E’ anche vero, però, che…

di Redazione Toro News

di Gianluca Sacchetto

Il fatto che il Torino segua con attenzione Filipe non è un mistero. Petrachi è un grande estimatore dell’esterno di proprietà del Parma, fin dai tempi di Pisa, e vorrebbe inserirlo nell’organico granata in vista della prossima stagione, come alternativa a D’Ambrosio per la fascia destra. E’ anche vero, però, che al momento le priorità sono altre. In primis cedere gli indesiderati e, in secondo luogo, dare a Lerda nel giro di qualche giorno almeno un nuovo centrocampista. Per Filipe, quindi, nonostante la trattativa sia già stata messa sui giusti binari, non è escluso che i tempi si allunghino un po’.

Per capire meglio lo stato delle cose abbiamo contattato in esclusiva per Toro News il direttore dell’area tecnica della società ducale Antonello Preiti, che dichiara: “Per il momento sia noi che Petrachi siamo in attesa di definire qualche situazione più importante e questa è passata un po’ in secondo piano (il Parma sta, infatti, cercando di chiudere con il nazionale francese Ben Arfa, ndr). Ci rivedremo, comunque, con il Torino per approfondire la questione”.

Quali potrebbero essere i tempi? “L’idea, per il momento, è quella di lasciare il giocatore a disposizione del tecnico, così da permettergli di fare un’attenta valutazione. Dopodiché si capirà meglio il da farsi. Di certo Filipe, per qualità, è un giocatore da serie A”.

(foto: Abola.pt)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy