Per Ogbonna ore decisive

di Valentino Della Casa

Ora tutto dipende dal Napoli. Il futuro di Angelo Ogbonna a Torino si decide in queste ore, fino a domani, dopodomani massimo, quando poi il giocatore verrà tolto dal mercato da Cairo e Petrachi, perché non è facile rimpiazzare un giocatore del suo calibro, in pochi giorni. Solo che il Napoli preme, continua a farsi avanti: anche nella giornata odierna, infatti, si sono tenuti…

di Redazione Toro News

di Valentino Della Casa

Ora tutto dipende dal Napoli. Il futuro di Angelo Ogbonna a Torino si decide in queste ore, fino a domani, dopodomani massimo, quando poi il giocatore verrà tolto dal mercato da Cairo e Petrachi, perché non è facile rimpiazzare un giocatore del suo calibro, in pochi giorni. Solo che il Napoli preme, continua a farsi avanti: anche nella giornata odierna, infatti, si sono tenuti dei contatti tra le due società, con un piccolo rilancio da parte dei partenopei.

L’offerta, infatti, sarebbe aumentata di circa cinquecentomila euro, con il Napoli che quindi è arrivato a proporre sette milioni e mezzo di base, più bonus fino a circa dieci milioni di euro. Questo perché, per gli azzurri, sono sorti dei problemi per l’acquisto dato in dirittura d’arrivo nelle ultime ore di Ruiz dall’Espanyol. Senza considerare che Santacroce continua ad essere pressato dal Lecce, che ha individuato nel giocatore -tolto dal mercato per l’infortunio di Grava- il tassello ideale per la propria retroguardia. E per una frenata da una parte, c’è quindi un’accelerata dall’altra, anche se dall’ambiente granata continuano ad essere mandati segnali che vedono Ogbonna sempre saldo alla guida della difesa di Lerda.

Ribadiamo ancora una volta che tutto, a questo punto, dipende dal Napoli (con il giocatore l’accordo è praticamente trovato da tempo) e dall’offerta che riproporrà nelle prossime ore al Torino. Qualcosa dunque si sta ancora muovendo sotto questo aspetto. Non resta che aspettare.

(Foto: M. Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy