Torino, Cairo non molla Cerci: chiesti 20 milioni al Milan

Torino, Cairo non molla Cerci: chiesti 20 milioni al Milan

Calciomercato / L’incontro di Forte dei Marmi tra il Presidente granata e l’AD rossonero Galliani non ha sbloccato la situazione, per ora il Toro si tiene stretto la “stella” di Valmontone. La contropartita Niang non stuzzica

di Diego Fornero, @diegofornero

Alessio Cerci è ancora un giocatore del Torino, ma saranno le prossime settimane a stabilire se il ricciolone di Valmontone potrà restare tale anche fino al termine del calciomercato, avviandosi verso la terza stagione consecutiva in granata. La situazione, ora, è molto chiara: il giocatore non è incedibile, ma Urbano Cairo non ha alcuna intenzione di privarsene se non ad un giusto prezzo, individuato dal patron granata nella cifra importante, seppur non astronomica, di 20 milioni di Euro.

GALLIANI PROPRONE NIANG, CAIRO VUOLE DENARO CASH – Questa è la richiesta del Presidente del Toro, richiesta che è rimasta intatta anche ieri, nell’incontro di calciomercato tenutosi a Forte dei Marmi, dove Cairo ha pranzato con l’AD del Milan, Adriano Galliani. La stessa cifra già proposta agli emissari della Roma, destinazione più che gradita al giocatore, che si sono, però, scontrati con la volontà del Torino. Da parte rossonera, è stata proposta come parziale contropartita tecnica M’Baye Niang: attaccante franco-senegalese classe ’94 dalle buone qualità ma giudicato ancora troppo discontinuo e ben poco funzionale alla causa granata. Offerta, questa, rispedita al mittente: il Toro vuole denaro liquido, e verranno valutate solo contropartite di assoluto livello. Anche l’Inter, tra l’altro, ha fatto un’offerta: 15 milioni di euro, anche stavolta giudicati troppo pochi dal numero uno granata.

LA BOUTIQUE GRANATA NON E’ A BUON MERCATO – Quella granata, del resto, è una “boutique” cara, ne sa qualcosa la Juventus, che ha sborsato 13 milioni di Euro più bonus (ancora sospesi, peraltro…) per Angelo Ogbonna; nonché il Borussia Dortmund, che per la metà di Ciro Immobile ha versato nelle casse granata quasi 12 milioni di Euro. Ora lo stanno scoprendo anche le pretendenti di Alessio Cerci, che resta, in realtà, il vero e proprio ago della bilancia del mercato granata, sia entrata (se parte, dovrà essere sostituito con un’alternativa di qualità; se non parte… a questo Toro manca solo più il sostituto di Immobile): il giocatore, che si sta godendo le vacanze a Formentera, ha affidato al proprio procuratore l’eventualità della ricerca di una nuova squadra, pur senza forzare la mano.

IL RINNOVO NON ARRIVA, QUAL E’ LA REALE VOLONTA’ DI CERCI? – Il rinnovo del contratto per Alessio Cerci, in scadenza nel 2016, più volte proposto dal Torino a cifre ritoccate verso l’alto ma non quanto il giocatore vorrebbe (chiede 1,5 milioni a stagione, il Toro può arrivare al milione), però, non è stato ancora concordato. Ecco perché, ora, servirà proprio dal ricciolone di Valmontone una presa di posizione più chiara pervalutare la decisione giusta da prendere… Né Cairo, né mister Ventura, vogliono trattenere in granata un giocatore non motivato a sufficienza. A quel punto, meglio vendere… Ma sempre al giusto prezzo.

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy