Cosa il lega il Toro al 24 febbraio?

Cosa il lega il Toro al 24 febbraio?

Nel Segno del Toro / Come mai il 24 febbraio è una data importante per il Toro? Qual è il significato che soggiace a un simile numero?

di Stefano Budicin
Meroni

È raro trovare circostanze temporali che risaltino per unicità. E se nella vita quotidiana è una vera sfida imbattersi in simili eventi, nel mondo del calcio, la sfida diventa ancora più dura. Vero è che in determinati casi può succedere l’impensabile. Restando in terra granata vi è un giorno, tra i tanti immortalati nella nostra bellissima tradizione, che a raccontarsi desterà più di un sorriso di sorpresa. Perché la data di cui sto per parlare ha qualcosa di incredibile. Un giorno che si porta dietro un tale carico di coincidenze da parere impossibile che sia tutto frutto del caso.

Il Toro e la scaramanzia di Piazza San Carlo

Di che giorno sto parlando? Del 24 febbraio, naturalmente. Ma per quale motivo è una data tanto incredibile quanto impossibile da dimenticare? Perché il 24 febbraio, a distanza di anni, sono nati moltissimi giocatori che hanno finito per entrare a far parte, con alterne fortune, della squadra granata. Cominciamo subito a elencarli in ordine cronologico.

Il 24 febbraio 1916 nasce Guglielmo Gabetto. Il centravanti del Grande Torino, un giocatore che non ha bisogno di presentazioni. Attaccante di sicuro e indubitabile talento, è considerato uno dei più grandi goleador torinisti di tutti i tempi. Elegante, astuto, acrobatico e spericolato, detestava limitarsi ed era sempre pronto a dare spettacolo, sia in campo che negli spogliatoi, dove non mancava occasione di rintemprare lo spirito dei compagni con giochi, scherzi e aneddoti a non finire.

Lo stesso giorno, ma nel 1940, nasce in Scozia Denis Law. Sebbene la sua carriera sia legata per lo più ad altre squadre, dal 1961 al 1962, Law ha giocato come attaccante per il Torino, stagione in cui ha potuto mostrarsi per il fuoriclasse qual è. 27 presenze e 10 reti totalizzate. Il giocatore testimoniò in seguito il suo amore per la maglia granata quando presenziò, nel 2006, alla festa per il centenario del Toro.

Due anni più tardi è la volta di Luigino Meroni, del quale non si è mai parlato abbastanza né mai si parlerà. Genio, atleta, fuoriclasse, artista tanto dentro quanto fuori dal campo, visto che una delle passioni di Gigi era la pittura, passatempo cui si dedicava ogni volta che poteva. Sempre la passione per il disegno portò Meroni a lavorare come disegnatore di cravatte di seta, fino al punto da arrivare a creare i propri abiti su misura della sua inesauribile creatività.

Che cos’è la Palla Dapples?

Sempre il 24 febbraio nasce Mario Barbaresi, classe 1948 e cuore granata per alcune stagioni.

Il 24 febbraio del 1961, invece, nacque Giancarlo Corradini, difensore che si renderà protagonista , dal 1982 al 1988 assieme al compagno Francini,  di una delle migliori coppie della storia granata.

Altri due giocatori nati il 24 febbraio e presenti per un certo periodo di tempo nella rosa del Torino sono Massimiliano Farris, classe 1971, e Yksel Osmanovski, nato in Svezia nel 1977.

Il 24 febbraio non sarà mai associabile a un evento trionfante come la vittoria di uno scudetto, o il boato baluginante di un derby appena guadagnato. È comunque singolare che in una data simile, in anni diversi, così tanti giocatori abbiano contribuito a narrare la storia che anima questa squadra allergica a tutto ciò che non rechi in sé l’impronta dell’eccezionalità.


Laureato in Lingue Straniere, scrivo dall’età di undici anni. Adoro viaggiare e ricercare l’eccellenza nelle cose di tutti i giorni. Capricorno ascendente Toro, calmo e paziente e orientato all’ottimismo, scrivo nel segno di una curiosità che non conosce confini.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pupi76 - 5 mesi fa

    Dopo che queste perle di cultura mi hanno inondato l’anima,vedo tutto sotto un aspetto diverso,chissenefrega del mercato,dello 0/7,del 2/4,della gestione (?) Societaria….vedo 11 o 12 ragazzi in armature luccicanti cavalcare verso Lecce e sbaragliare gli avversari conquistando una vittoria memorabile. Sento le campane a festa che ci accolgono al ritorno a Torino,Din don Din don driiiin? Urka è la sveglia,sono rimasto addormentato sull’articolo del 24 febbraio e il bicchiere del cognac è vuoto…vabbe’ dai,rituffiamoci nella dura realtà di questo campionato,sperando che il prossimo non ci tolga anche i sogni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Innav (CAIRO VATTENE) - 5 mesi fa

    Ma dopo una settimana di marrone, ve ne uscite con sto caxxo di articolo? Ma non vi vergognate, scribacchini?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 5 mesi fa

    Annate afffa ma che cazz zero acquisti zero rinforzi squadra e società ai minimi storici cazz scrivete

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FuriaGRANATA - 5 mesi fa

    Ma è il primo febbraio non c’entra una fava sto articolo.avrei preferito tipo: zero acquisti,le motivazioni di cairo sono….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Antoniogranata76 - 5 mesi fa

    RIDICOLI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. AndreaSilenzi - 5 mesi fa

    Ma quanto cazzo ci frega? Solo fuffa per distrarci dal nulla di Bracciamozze! VATTENE VATTENE VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Miscoppiailcuoreperte - 5 mesi fa

    Qual è la probabilità che tra un migliaio di persone non ce ne siano 6 con lo stesso compleanno? Secondo me siamo vicini allo zero. #birthdayparadox

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. massimo.buff_2491189 - 5 mesi fa

    Un crepuscolo durato tutto il giorno.
    Una malinconia da morire.

    Il servizio sui funerali del Grande Torino cominciava così.
    Nessuna parola o frase può dare in senso migliore a questo giorno, a questi giorni.

    una malinconia da morire.

    Un (malinconico da morire) saluto da Parigi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. vecchiamaniera - 5 mesi fa

    una risposta a questo interessantissimo articolo:CAIRO VATTENE MALEDETTO SCHIFOSO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. AUGUSTO - 5 mesi fa

    Non è proprio la giornata giusta per questi articoli.
    Evitate, per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. valex - 5 mesi fa

      Devono cercare di distrarre l’attenzione dallo scempio appena compiuto dal braccino, da poldo-comi e dal testadighisa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. lello - 5 mesi fa

    Anche il mio cane utilizza dei distruttori ( chi possiede un cane può comprendere)
    Ma che c’entra parlare del 24 febbraio oggi 32 gennaio giorno in cui viene ufficializzato una totale dismessa del Toro da parte della Societa’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lello - 5 mesi fa

      32

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lello - 5 mesi fa

        31

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. lello - 5 mesi fa

    Anche il mio cane utilizza dei distruttori ( chi possiede un cane può comprendere)
    Ma che c’entra parlare del 24 febbraio oggi 32 gennaio giorno in cui viene ufficializzato una totale dismessa del Toro da parte della Societa’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy