Europa, crocevia delle vicende granata

Europa, crocevia delle vicende granata

Il Granata Della Porta Accanto/ Preparazione, mercato, prestigio societario ed entusiasmo dei tifosi influenzati dal preliminare di Europa League: un bene o un male?

di Alessandro Costantino

Giriamola come vogliamo, raccontiamoci ciò che desideriamo sentirci dire, ma tanto alla fine la parolina magica, quella attorno alla quale ruota gran parte delle vicende granata degli ultimi tempi è sempre quella: Europa. L’abbiamo bramata per tutta la scorsa stagione, siamo arrivati a poterla immaginare nella sua forma più alta (la Champions), abbiamo temuto di averla mancata un’altra volta per poi ritornare a sperare di poterci entrare fuori tempo massimo ed ora che ci siamo, inevitabilmente, ne siamo enormemente condizionati nel bene e nel male. Nel bene perché l’aria è elettrica, noi tifosi, e credo anche la maggior parte dei giocatori, siamo in fremente attesa di quest’esordio europeo che prefiguriamo come il prologo di una cavalcata esaltante e il più lunga possibile. Nel bene poi perché il Toro in Europa è un affare per tutti: per il prestigio della società, per le ulteriori entrate economiche, per la visibilità dei giocatori il cui valore può potenzialmente crescere e per l’appeal che emaniamo verso i calciatori che Bava mette nel mirino. Certo dall’altro lato come tutte le medaglie anche questa dell’Europa ha il suo rovescio. E allora, magari non è proprio un male, ma la preparazione “affrettata” che si è fatta a Bormio per arrivare in uno stato di forma accettabile alla partita col Debrecen non è il massimo se si pensa che la stagione finirà il prossimo maggio…

Toro, un “tesoretto” di entusiasmo da non sprecare

La forza del Toro di quest’anno è stata la grande solidità fisica unita ad una brillantezza atletica palesata soprattutto nel girone di ritorno: con una preparazione giocoforza diversa ci sono speranze che possa accadere lo stesso anche nel prossimo campionato? Anche il mercato risente chiaramente dell’Europa: dovendo affrontare i preliminari la società sta temporeggiando prima di affondare il colpo sugli obiettivi in entrata ed altrettanto fa con le potenziali uscite. E se su questo punto un Toro ai gironi di Europa League giustificherebbe l’attesa nel cedere alcuni calciatori perché ci sarebbero necessità diverse in termini di “volume” della rosa, francamente non capisco perché invece non immettere comunque qualità in più a prescindere dal giocare o meno la competizione europea. Un Verdi o, secondo me meglio ancora, un De Paul garantirebbero un incremento della pericolosità offensiva e permetterebbero di alzare davvero l’asticella in campionato a prescindere, ripeto, dalla augurabilissima qualificazione ai gironi di Europa League. Considerazioni queste che lasciano comunque il tempo che trovano visto che les jeux sont faites e il doppio confronto col Debrecen rinvierà molti temi di mercato a dopo il ritorno dall’Ungheria. L’ottimismo non manca, l’euforia è palpabile, ma un mister navigato come Mazzarri sa che un preliminare a fine luglio è un’arma a doppio taglio per le insidie che nasconde sebbene sulla carta non ci siano dubbi su chi passerà il turno. Non per niente se la giocherà coi migliori (o almeno con quelli dei migliori che ha a disposizione tra reduci da impegni di giugno con le nazionali e infortuni vari) nella speranza che l’Europa si trasformi in un volano positivo per la stagione che va a cominciare e non in una zavorra psicologica e fisica.


Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finchè non è finita.

32 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14153144 - 1 mese fa

    Quindi mi dai ragione e comunque non perdi credibilità ai suoi occhi….magari gli insegni a dare un valore alle cose,tipo ai soldi e magari anche ad un padre che preferisce avere un dialogo piuttosto che essere solo una macchina fabbricasoldi….
    Ho avuto modo di lavorare nello sport professionistico e capisco Cairo….è un mondo dove gli errori non si perdonano e ogni sbaglio è un emorragia senza fine….tu guarda L Inter con Naingolan…pagato 35 milioni,7 a lui garantiti contratto 4/5 anni….che resa ha avuto?…casini è sempre infortunato,partite poche,incisività ancora meno….ma a fine mese sempre un bonifico da 700 mila€ gli devi fare!…higuain stessa cosa…ha un contratto blindatissimo con delle clausole a dir poco indecenti…e ora a 32 anni ti offrono 4 spiccioli….e non ha vinto niente !….preferisco mille volte soffrire per una vittoria,vedere la mia squadra in europa per avere i conti apposto piuttosto che essere come gli altri…juve,Inter,Milan e compagnia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      Veramente non ti ho dato ragione. Rileggi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-14153144 - 1 mese fa

    Buongiorno….ma voi tutti pensate e sparlate solo di Cairo….ma non pensate che magari ci siano stati dei summit con L allenatore e il ds per decidere sugli acquisti e le relative tempistiche?…non ho mai visto Cairo così determinato come quest anno…difatti sta blindando tutti i nostri top e credo che Mazzarri gli abbia detto che si può aspettare per prendere il giocatore giusto che faccia al caso nostro…il campionato è lungo,c è la coppa Italia a gennaio che dovremmo anche provare ad onorarla fino in fondo….credo che un po’ di fiducia sto presidente la meriti pure dopo tutto quello che ha fatto….poi si sa che a fare i ricchioni col sedere degli altri siamo capaci tutti…quindi se i soldi li caccia lui ha ragione sempre lui…..se uno dei nostri figli arriva e ci dice…’papà dammi 100€ devo andare al cinema è una pizza’….voi ci ragionate sopra con lui o aprite il portafoglio e gli date i soldi?pensiamo a giovedì a sostenere il toro e passare il turno!….e se guardiamo i nostri dirimpettai ora vedi che hanno problemi a vendere perché all epoca i fiovatori li pagarono troppo(higuain,93 milioni 7,5 a lui)con contratti esuberanti pur di prendere prima degli altri…e ora?si ritrovano dei pesi che saranno costretti a svendere….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      DETERMINATISSIMO: “bisogna agire presto e bene… prenderemo calciatori per alzare il livello, anzi due, anzi uno e forse sarà titolare… anche se abbiamo già 11 titolari…bisogna fare attenzione alle spese…se le cose procederanno come io mi auguro…”.
      Per rispondere alla tua domanda su come mi comporterei con mio figlio: se gli dico che gli darò 100 euro per andare al cinema e mangiare una pizza, quando me li chiederà glieli darò, altrimenti perderò credibilità ai suoi occhi. Ma siccome so benissimo di non poter garantire nulla a prescindere, evito di dirgli che potrà contare sui 100 euro e quando sarà il momento ragioneremo insieme su quel che si potrà fare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granata - 1 mese fa

      Capisco il tuo ragionamento, ma è comprensbile anche la diffidenza (che sconfina nel pessimismo) dei tifosi, visti i precedenti. Non si può dire che lo scorso campionato la squadra non avesse palesato delle carenze nel gioco e negli uomini. Il gioco è spesso stato asfittico, pochi tiri in porta e pochi gol. Ce la siamo cavata (l’ eccessivo ottimismo mi pare fuori luogo) sia per la crisi di molte altre squadre (in primis MIlan, Fiorentina, Lazio e Sampdoria) sia grazie a una difesa forte e a un portiere super. Quando pareva che la qualificazione all’ EL fosse a portata di mano, la squadra si è afflosciata e,infatti, non l’ ha raggiunta. A centrocampo mancava un uomo di personalità e di tecnica, in attacco una spalla per Belotti, troppo solo e costretto a troppi arretramenti. Il Gallo (che a un certo punto molti tifosi e molti osservatori volevano relegato in panchina) si è salvato perchè è tosto, ma la formula difensivistica di Mazzarri l’ ha penalizzato. E qui veniamo al discorso sul tecnico: si favoleggia di un 3-4-3, il cosiddetto “tridente”, ma chi lo evoca vuol spacciare lucciole per lanterne. Si tratta della formula tattica (lo ha ammesso anche Berenguer in un’ intervista su questo sito) utilizzata in gran parte delle partite dello scorso campionato, e cioè 1 attaccante, 6 centrocampisti e 3 difensori, che si trasforma spesso in 1 attaccante, 4 centrocampisti e 5 difensori. Niente di nuovo sotto il sole. Purtorppo Berenguer, pur avendo buona tecnica, è fragile, segna poco e non dà quindi quell’ aiuto che occorrerebbe nè in fase offensiva nè a centrocampo. Spero che Mazzarri ci ripensi. Ma per fare il salto di qualità devono arrivare almeno due buoni elementi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. blackmapan_12184280 - 1 mese fa

        “quindi se i soldi li caccia lui ha ragione sempre lui” ma visto che lui non li caccia chi ha ragione?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SemperFidelis - 1 mese fa

    Con i se e i ma si arriva dappertutto, il fatto è che negli ultimi anni Cairo ha sempre alzato l’asticella Liajic Niang Zaza, con i primi due ha portato a casa quello speso con il terzo vedremo. Per dare 2 rinforzi entro il 10 di luglio come molti tifosi auspicavano bastava pagare i giocatori il 30% in più ed era fatta per affrontare il Debrecen in sicurezza.
    Ora non so se Cairo ha il braccino o aspetta che Udinese o Napoli abbiano bisogno di vendere e i prezzi si abbassano, questo lo dirà il tempo, certo che essere tifoso e pretendere si spendano 30 milioni è più facile che essere presidente e tirarli fuori senza problemi sapendo che fra 20 giorni con 20 milioni prendi gli stessi giocatori.
    Ultima considerazione la coppa Uefa se arrivi in finale ti porti a casa 7 o 8 milioni più diritti televisivi e incassi, l’unico incentivo per una società a partecipare è visibilità europea dei calciatori e nuovi sponsor.
    Ultima cosa ho visto il Tottenham oggi ( mi ha fatto GODERE) ha giocato il secondo tempo con la primavera e 4 titolari, contro i pigiami penso che i nostri primavera in caso di bisogno per i preliminari siano adeguati
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      Che Cairo stia aspettando che i prezzi scendano (assumendosi il rischio di lasciare Mazzarri senza alternative di ruolo sugli esterni) è solare. Ieri si è arrivati a scrivere che la scelta è dettata dalla volontà congiunta del pres e del mister di non distrarre i calciatori, pensa te! Comunque, in questa legittima decisione risiede l’essere di Cairo e il suo rapporto ragioneristico con il Toro. Piuttosto che spendere una decina di milioni in più e mettere il mister nelle migliori condizioni possibili,
      decide di aspettare e sperare. Avere la squadra pronta a inizio ritiro è un valore aggiunto, colmarne almeno le palesi emergenze numeriche è il minimo sindacale se ti giochi gare decisive, agire come fatto lo scorso anno con Zaza e Soriano, per tempistica, è pastoia da evitare. Attendere per vedere “se le cose procederanno come io mi auguro” è una scusa bella e buona per non affermare chiaramente che, in realtà, si vuol spendere il meno possibile pur con la volontà di rafforzare la squadra (di questo son sicuro, la rinforzera’ e bene anche). Non può che essere così perché battere il Debrecen non vuol dire qualificarsi ai gironi e allora, se tanto mi da tanto, se quel che dice Cairo è vero, per coerenza gli acquisti dovranno arrivare a gironi acquisiti, no? Ma ti pare possibile? Lo trovi credibile? Il fatto è che Cairo, ancora u volta, dimostra di tenere al Toro se e solo se visne soddisfatta la condizione principale del suo essere: economicita’. “Se le cose procederanno come io spero” è stata preceduta, pochi giorni prima, da “bisogna far attenzione alle spese”. Non ci vedo nulla di male, lui è il pres e lui decide. Solo da tifoso mi girano quando vedo che questo modo di fare rischia di diventare deleterio per le sorti sportive del Toro. Risparmi pure quanto vuole (anche questo è un valore) ma almeno agisca dove è assolutamente necessario (terzino sx). Niente. Bisogna risparmiare selvaggiamente ogni centesimo, costi quel che costi, anche mettendo a repentaglio la qualificazione (“SE le cose procederanno come IO MI AUGURO). Eppure la partecipazione all’EL ti garantirebbe un ritorno economico importante anche solo arrivando agli ottavi. Non si tratta dei 7 milioni di cui parli. Sulla scorta dei premi previsti per la scorsa stagione la finale garantirebbe tra i 14 e i 18 milioni di soli premi UEFA, a seconda che la si vinca o no. Passare la fase ai gironi e raggiungere gli ottavi basterebbe a gantire i 7 milioni di cui parli. Ai premi UEFA vanno poi aggiunti i soldi del market pool e dei diritti TV: 250 circa milioni da ripartite tra i club. E poi merchandising, botteghino, sponsor, aumento del valore della rosa…insomma, se ti attrezzi per vincerla o arrivare il più avanti possibile, l’EL ti da un discreto ritorno economico. Il fatto è che Cairo sul principio edonistico non transige.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 1 mese fa

        Quanto mi piacerebbe conoscerti di persona!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

        Mimmo, tutto giusto, tranne una cosa. Cairo non ragiona secondo convenienza pensando a un’entità sportiva (guarda te come devo adattare il vocabolario per parlare del “suo” Torino FC!), ma come a un’entità commerciale e un volano d’immagine: basta! La “sua” storia con la “nostra” squadra lo testimonia dal 1° giorno in cui è apparso all’orizzonte. Il tuo “rinforzerà bene la squadra” è un pio desiderio, perché “se” lo farà, lo farà seguendo dettami che saranno meramente legati alla convenienza, non sportiva, ma di nuovo economica e d’immagine.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 1 mese fa

          E’ così, son d’accordo, l’ho già scritto in passato, più volte e non mi son ripetuto. Cairo tifa Toro come tifa La7. La sua ambizione è legata al fatto che un Toro vincente porterà maggiori introiti. Non per nulla parlavo di approccio ragioneristico. Per vincere bisognerà rinforzare sempre più la squadra ma questo è un qualcosa che non farà mai di pancia, da tifoso. Sonda il mercato e attende il momento giusto per acquistare al miglior prezzo possibile. Che si tratti di un capo redattore, di un calciatore o di cipolle di Tropea non fa differenza.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

      Ma chi li vuole i suoi soldi? A parte il fatto che otterresti più sangue da una rapa, basterebbe usasse un po di quelli del Toro…ma poi chi ha detto che bisogna spendere tutti quei milioni? Qui si parla di profili, giocatori che colmano lacune. Può prenderli anche gratis per quanto mi riguarda, basta che colmino le lacune. Nessuno gli ha chiesto necessariamente de paul o verdi. Tra l’altro proprio Napoli e udinese hanno i conti in ordine, o paghi ciò che chiedono oppure non se ne fa nulla. Certi giochetti li fai con certe squadre ma non con tutte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Walter - 1 mese fa

    Tutto sto catastrofismo sul fatto che Cairo non ha ancora comprato alcun giocatore non lo condivido..a breve affronteremo sti ungheresi..pensiamo mica che l avere Verdi o De Paul possa spostare gli equilibri ??..ma per favore…per passare il turno bastano quelli che abbiamo..e poi dopo se ne discute..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Visto che non possiamo prendere messi, Depaul per una squadra come la nostra sposterebbe decisamente gli equilibri. Noi un giocatore tecnico così non l abbiamo. Chi tira le punizioni?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14125506 - 1 mese fa

    IANN65
    GlennGould ti do ragione. Tutti insieme per un unico obiettivo FVCG FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. GlennGould - 1 mese fa

    Al di là dei punti di vista, di certo a tutti noi sta a cuore il toro. Per cui, tolti alcuni casi la cui prerogativa è maleducazione ed incapacità di di@logo, ed a cui non ho nessun interesse a rivolgermi, a gli altri me compreso dico:
    Ora conta andare ai gironi di Europa League, per cui tutti uniti ed un solo fine: il toro, e l’Europa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-14125506 - 1 mese fa

    IANN65
    CARO PRINCIPE Della Zolla
    se non battiamo queste squadre con la nostra attuale formazione possiamo andare a casa!.
    nei Gironi è un altra storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. user-14125506 - 1 mese fa

    IANN65
    Cifre folli ! GIOCATORE come VERDI CHE L’ANNO SCORSO HA VISTO IL CAMPO DA GIOCO POCHE VOLTE, VALUTATO 25 MILIONI DI EURO O 20 MILIONI DI EURO + 30% DELLA FUTURA VENDITA MI SEMBRA DA PAZZI.
    FA LA DIFFERENZA? .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 mese fa

      Ma chi se ne fotte di Verdi, esiste solo lui nel panorama calcistico?!?!
      Eh su!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Simone - 1 mese fa

    l’anno scorso WM ha giustificato le PENOSE prestazioni di zaza sino alla 18 giornata con il fatto che si era aggregato alla squadra solo l’ultimo g di mercato.
    Perché non dovrebbe accadere lo stesso con gli eventuali nuovi acquisti presi chissà quando?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-14125506 - 1 mese fa

    IANN65
    ecco dovessi scegliere fra tutti i nomi fatti sceglierei
    KOUAME’ GIOCATORE perfetto per 3 -4-3 per il 3 -5-2 . GIOCATORE di quantità bravo nel gioco aereo , veloce e giovane. Forse il giusto qualità prezzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      An boi serve gente di qualità nin di quantità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14125506 - 1 mese fa

    IANN65
    IO sono ottimista per natura, secondo il mio parere se ci prepariamo bene il Turno lo passiamo. per la campagna acquisti spendere cifre folli per giocatori ché forse non fanno la differenza Non serve ,conviene aspettare e vedere bene il tipo di GIOCATORE per noi funzionale dopo le prime gare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 mese fa

      Chi e quando si è parlato di spendere cifre “folli”?
      Se poi ci definisci la cifra folle te ne saremmo grati…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        15 milioni soni cifre folli. 25-28 milioni che sarebbe una richiesta congrua per un centrocampista di razza e una cifra fantasmagorica. Salvo poi defunirla giusta per zappacosta o maksimmovic

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Cioè, se capisco bene, per te dobbiamo fare due o quattro partite nei preliminari EL per capire bene il tipo di giocatore che ci serve? Una programmazione che nemmeno il Nizza Millefonti. A tal punto arriva l’ipnosi collettiva.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Appunto. E poi tra k altri i giocatori che servono dovevano essere già noti da almeno sei mesi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Ciccio Graziani - 1 mese fa

    Purtroppo Granatiere di sardegna e’ proprio cosi. Cairo e’ sempre Cairo, hai perfettamente ragione, nemmeno uno dei 3/4 rinforzi, cosa sta aspettando? Oltre l’ Europa non c’e’ un campionato da affrontare? Vergogna!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

    Io penso che la tanto anelata Europa dovesse e potesse essere affrontata con la squadra al completo degli innesti necessari, per restarci in Europa ma anche per competere per arrivarci l anno prossimo senza ripescaggi…In tutta franchezza non credo saremmo falliti con quei due o tre innesti tanto sbandierato. Mi dispiace, speravo sinceramente che Cairo avrebbe affrontato questo mercato col piglio deciso di chi ha le idee chiare, senza svenarsi ma facendo gli acquisti necessari, o almeno speravo lo facesse dopo la notizia del ripescaggio. E invece niente. Gli innesti saranno fatti dopo l eventuale qualificazione e non per affrontarla con la squadra al completo. Fondamentalmente sono un minchione…Alla mia età dovrei sapere che il lupo perde il pelo ma non il vizio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rogozin - 1 mese fa

      Caro Granatiere minchione (<- lo scrivo perché mi ha fatto sorridere e perché in fondo lo siamo in molti dei minchioni ),io non mi voglio perdere d'animo e qualche rinforzo tardivo, rispetto alle dichiarazioni ed alle aspettative, spero arrivi; anche se già così la squadra ha fatto abbastanza bene l'anno scorso. Insomma per capire quanto la minchionaggine si sia impossessata di noi, aspetterei ancora qualche settimana.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 1 mese fa

        Ciao fratello. Il punto è proprio questo. La squadra ha fatto bene dunque basterebbe poco per migliorarla. Non entro nel merito dei nomi e dei loro costi ma i profili necessari più o meno si conoscono. Aspettare i turni europei è semplicemente inutile e autolesionista perché gli innesti necessari servono per restarci o per andarci stabilmente in Europa. Tutto qui. La diatriba sul numero degli acquisti non mi appassiona anche perché da tempo non mi fido più delle sparate di Cairo. Però sinceramente almeno un centrocampista/fantasista che migliorasse la qualità del gioco offensivo me lo aspettavo. Non ho bisogno di aspettare un paio di settimane per sentirmi veramente un minchione a dare di nuovo credito a Cairo, ormai giovedì si gioca e non farà nulla prima. Insomma il titolo di minchione me lo sono ormai conquistato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 1 mese fa

      -50. Viva l obiettività

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy