Marino: “Veniamo a Torino convinti dei nostri mezzi”

Marino: “Veniamo a Torino convinti dei nostri mezzi”

Le parole / Il responsabile dell’area tecnica dell’Udinese presenta la sfida ai granata: “Oggi ci giochiamo la salvezza, in futuro potrebbero essere altre”

di Redazione Toro News

Pierpaolo Marino, responsabile dell’area tecnica dell’Udinese, è intervenuto dal ritiro di Torino nel corso della puntata di Udinese Tonight, programma di Udinese TV. Il dirigente ha parlato della sfida imminente contro i granata: “Noi dobbiamo guardare dietro alla classifica. Abbiamo giocato 4 partite bellissime prima dello stop con solo 4 pareggi. Siamo venuti a Torino convinti dei nostri mezzi. Vogliamo ottenere il massimo, anche se sappiamo che il Torino è una squadra rispettabilissima. Cercheremo di ottimizzare in maniera da iniziare a guardare anche avanti la classifica. Torino-Udinese magari adesso può essere una  partita per la salvezza, ma magari tra un po’ le partite per la salvezza saranno altre e vedranno sfidarsi squadre che al momento non sospettano niente“.

Meroi (Messaggero Veneto): “Occhio Toro: Okaka ha perso sette chili, è in gran forma”

RIPARTENZA – Marino poi ha continuato parlando della ripartenza e dei temi principali legati alla ripresa: “L’assenza dei tifosi è una delle tante anomalie di questa ripartenza. Finalmente si riparte è chi ama il calcio è felice, siamo molto entusiasti. Ci dispiace per l’assenza dei tifosi perché il calcio senza tifosi è come sedersi a tavola senza pane, però vogliamo riprendere“. Per poi concludere raccontando il periodo del lockdown e congratulandosi con tutto lo staff: “La sensazione è di grande entusiasmo. Va fatto un grosso elogio sia allo staff tecnico che alla squadra per la professionalità con cui hanno affrontato la fase di lockdown, dove hanno lavorato alla grande perché si sono presentati ai test di ripresa in condizioni ottime. C’è stato un lavoro di ripresa, che ormai dura un mese e mezzo, bello da vedere ricco di entusiasmo. L’amichevole con Brescia, ottimo test per noi, ha dimostrato che la squadra ha lavorato bene. Tutte queste sono premesse perché la voce del padrone è il campo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy