Torino Primavera, il programma del 2° Memorial “Mamma Cairo”

Il presidente granata, Urbano Cairo: “Mia mamma amava i giovani e avrebbe sicuramente apprezzato la Berretti e la Primavera di oggi…”

di Diego Fornero, @diegofornero

Tutto pronto alla seconda edizione del Memorial “Mamma Cairo”, Torneo riservato alla categoria Primavera ed organizzato dalla Fondazione intitolata alla madre del Presidente granata, Maria Giulia Castelli Cairo. Se l’anno passato, la prima edizione del Memorial è stata vinta dalla Juventus (il Torino di Longo fu sconfitto sia in semifinale dal Milan, sia nella “finalina” dall’Inter), quest’anno i granata promettono battaglia, e sono pronti a giocarsi il titolo, regalando soddisfazioni importanti ai tifosi e, soprattutto, al Presidente.

Semifinali in programma nella giornata di venerdì 22 agosto: alle 18.30 il Toro se la vedrà contro il Milan di Cristian Brocchi allo Stadio “Sillano” di Quattordio (AL), paese di origine della madre di Urbano Cairo. In serata, allo Stadio “Moccagatta” di Alessandria, in programma, alle ore 21, l’altra semifinale tra l’Inter di Stefano Vecchi e la Juventus di Fabio Grosso. Chi passerà il turno, approderà alla finalissima pianificata per sabato 23 agosto, alle ore 21, ancora una volta al “Moccagatta”, mentre le due formazioni sconfitte dovranno accontentarsi della “finalina”, che si giocherà sempre il 23 agosto, alle 18.30, a Quattordio.

Ecco la presentazione del Torneo, ad opera dello stesso Presidente del Torino, Urbano Cairo: “Eccoci alla seconda edizione del Torneo intitolato alla memoria di mia mamma. Mia mamma amava il calcio ed era una grande tifosa del TORO. Fin da bambina. Tifosa del GRANDE TORINO, di Valentino Mazzola, di tutti i grandi campioni di quel TORO che vinse cinque scudetti di fila. E che non aveva limiti.
Mia mamma mi ha raccontato il TORO quando ero piccolo, mi ha insegnato a tifare per la maglia granata, mi ha trasmesso l’amore per questa squadra unica che genera tanta passione e tanta emozione fra tutti i suoi tifosi.Quando ho comprato il TORO, mia mamma era felice. E da quel momento mi ha seguito passo passo, sostenendomi più che mai, come ha sempre fatto in tutte le mie cose, nei momenti difficili e facendomi sentire la sua gioia nei momenti più belli.In questi ultimi due anni si sarebbe divertita molto a vedere il suo TORO. Avrebbe certamente apprezzato la maturità della squadra, il bel gioco espresso in casa e in trasferta, la crescita dei nostri giovani: sia quelli già approdati in serie A, sia i protagonisti della stupenda cavalcata che ci ha portati a vincere lo scudetto Berretti e diventare vicecampioni d’Italia categoria Primavera. Mia mamma apprezzava molto i giovani ed è per questo che con mio papà e i miei fratelli abbiamo voluto dedicarle questo Torneo nei luoghi che tanto amava e dove tanto era stimata e conosciuta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy