Torino-Entella 1-2, le pagelle della Supercoppa Berretti: Moreo e Kone non bastano

Torino-Entella 1-2, le pagelle della Supercoppa Berretti: Moreo e Kone non bastano

Berretti / L’Entella si porta a casa la Supercoppa Berretti, a Novarello finisce 1-2. Le pagelle dei giocatori del Torino

di Nicolò Muggianu

Finisce 1-2 a Novarello la Supercoppa Berretti tra Torino e Virtus Entella. Pomeriggio amaro per i ragazzi di mister Capriolo, sconfitti contro un Entella parso più motivato. Decidono il match le marcature nel primo tempo di Costa e Sakhi. Inutile il 1-2 messo a segno nella ripresa da Moreo per il Torino. Manca la ciliegina della Supercoppa ma, quella della Berretti granata resta comunque un’annata straordinaria. Di seguito le pagelle del match.

Supercoppa Berretti, niente bis per il Torino: il “double” lo fa l’Entella

LEWIS 6: Incolpevole in entrambe le reti dell’Entella. Partita strana per lui: nessuna parata, pochi pericoli, ma due gol subiti. Spettatore non pagante nella ripresa.

BONGIOVANNI 6.5: Tra i più propositivi nel primo tempo: nonostante il momento di appannamento di alcuni compagni, spinge con grande intensità sull’out di destra. In chiusura di prima frazione va vicino al gol con una bordata da fuori. Instancabile.

LEGGERO 6: Dopo l’ottima prova contro l’Inter, capitano Leggero paga cara una disattenzione in occasione del gol dello 0-2. Si riprende con grande personalità guidando i compagni, giocando a testa alta fino al 90′. Leader.

ENRICI 6: È di un’altra categoria e si vede, soprattutto nelle scelte prese nei momenti di difficoltà. L’esperienza con la Primavera gli ha fatto bene, il prossimo anno servirà per affermarsi definitivamente (dall’31’ st D’AMBROSIO 6: Capriolo lo mette dentro per giocarsi il tutto per tutto. Spinge bene sulla sinistra, qualche buona iniziativa).

SINIEGA 6: Sakhi è in giornata di grazia e probabilmente sarebbe un cliente scomodo per chiunque. Paga qualche attenzione nel primo tempo, meglio nella ripresa.

RICOSSA 6.5: Corre dal primo all’ultimo minuto, dimostrando grande voglia di vincere e attaccamento alla maglia. Tra i giocatori scesi in campo dal primo minuto è uno dei più positivi.

GARETTO 5.5: Se l’Entella gioca un primo quasi perfetto è anche grazie alla supremazia che la formazione ligure riesce imporre al centro del campo. Va in affanno e non riesce ad inventare, sostituito a inizio ripresa (dall’1′ st SANDRI 6.5: Con il suo ingresso in campo il Torino riprende in mano le sorti del match. Grande forza e leadership).

NIANG 5.5: Inizia bene sull’out di sinistra con qualche spunto interessante, poi si perde con il crescere della pressione dell’Entella. Poco presente in attacco e impreciso con la palla tra i piedi. Confuso (dall’1′ st KONE 7: Entra e dà la scossa che serviva al Torino. E’ una mina vagante che la difesa dell’Entella fatica a prendere. Devastante nella prima mezz’ora di gioco, quando salta un paio di avversari e serve a Moreo un’assist che ha solo bisogno di essere ribadito in rete. Scossa).

ROTELLA 6: Pochi palloni toccati nel primo tempo, cresce insieme ai compagni nella ripresa. Una prestazione equilibrata la sua.

DEL BIANCO 5.5: Ha sulla coscienza la clamorosa occasione fallita in apertura di gara. Nonostante la delusione non molla e prova a rendersi pericoloso, ma senza grande successo (dall’1′ st MOREO 7: La sua assenza in campo si percepisce. Entra e segna, dimostrando di essere un lusso per la categoria. Non è un caso se nel corso della stagione ha già giocato e segnato gol importanti con la Primavera. Da tenere d’occhio).

IBRAHIMI 6: Un primo tempo tutto sommato sufficiente, in cui dimostra di essere uno dei pochi attaccanti a voler creare azioni pericolose. Si innervosisce in chiusura di primo tempo (dall’1′ st MONTENEGRO 6.5: Entra a inizio ripresa insieme a Moreo, Sandri e Kone per ribaltare il match. Buon impatto, anche se era oggettivamente difficile fare meglio dei compagni di reparto).

ALL. CAPRIOLO 7.5: La Supercoppa sarebbe stata la ciliegina su una stagione già straordinaria. Lo Scudetto Berretti vinto venerdì sera contro l’Inter è un vero capolavoro. Sa che la squadra potrebbe essere appagata e decide di attuare un mini turn-over. Scelta sfortunata, visto che sono proprio gli attaccanti a rendere al di sotto delle aspettative. Prova a risolvere i problemi della squadra con i cambi a inizio ripresa, ma lo 0-2 costruito dall’Entella nel corso della prima frazione è un margine troppo ampio da recuperare. Primo tempo negativo, scossa nella ripresa in cui c’è il suo zampino. C’è qualche rimpianto, ma resta una stagione molto positiva. Con la Supercoppa sarebbe stata una stagione da 10 e lode.

 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Torello62 - 2 mesi fa

    Quando si fanno le finali bisogna mettere i migliori partirà persa dall’allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertozanabon_821 - 2 mesi fa

    Manca il voto all’arbitro. Un bel 3 è anche troppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy