Primavera, Torino-Fiorentina si gioca anche sul costo delle squadre: che differenza tra i due club

Primavera, Torino-Fiorentina si gioca anche sul costo delle squadre: che differenza tra i due club

Il dato / Ecco quanto è costata la squadra vincitrice della Supercoppa Primavera ed attualmente impegnata nella fase finale per lo scudetto

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Ancora una volta, la Primavera granata si prepara ad affrontare la Fiorentina. L’appuntamento per il match che vale un pezzo importante di stagione è per giovedì alle 18.30 a Sassuolo, quando viola e granata si incroceranno nel primo turno dei playoff. Sarà il sesto confronto stagionale tra Torino e Fiorentina: il bilancio è di una vittoria granata (all’andata in campionato a Firenze) contro quattro vittorie viola (al ritorno in campionato al Filadelfia, nelle due finali di Coppa Italia e agli ottavi della Viareggio Cup). Nella marcia di avvicinamento al match, è interessante misurare il confronto anche dal punto di vista economico, verificando quanto le rispettive società hanno speso per allestire le rispettive squadre.

PRIMAVERA – Stando a quanto riportato nell’ultimo bilancio del Toro, i granata spendono una cifra che si attesta tra i tre ed i quattro milioni di euro, ripartiti per tutto il settore giovanile. Tale cifra è in realtà contenuta se messa a confronto con quanto investono altre società, ma basta per costruire un vivaio folto con squadre che spesso combattono ai massimi livelli nazionali. Ciò però è la prova della grande attenzione che il Torino mette nel settore giovanile e della competenza di chi lo guida, ed i risultati delle sue formazioni ne sono la dimostrazione. Durante la gestione Bava gli esborsi più cari per un cartellino sono stati quelli per Adopo (costato 170mila euro dal Torcy), Ferigra e De Luca (150mila euro a testa: sono stati prelevati rispettivamente dalla Fiorentina nell’ambito dell’affare Benassi e dal Sudtirol).

Torino, che fine hanno fatto? Il destino dei giocatori della Primavera dal 2013 ad oggi

LE CIFRE – Basti pensare che il prossimo avversario dei granata, la Fiorentina – stando a quanto recita il bilancio viola, come riporta Viola News – ha speso oltre 11 milioni di euro per allestire solo la formazione allenata da Bigica, di cui due solo per prendere Montiel dal Maiorca; ne sono “bastati” 1,95 per prelevare Vlahovic dal Partizan Belgrado. Due squadre che sono a quota un trofeo vinto a testa in quest’anno (per la Fiorentina si tratta della Coppa Italia, conquistata tra l’altro ai danni del Toro, per i granata c’è la vittoria in Supercoppa). Dimostrazione che non è sempre vero che chi spende di più rende meglio: lo abbiamo visto in Serie A, e lo stesso vale anche per la Primavera.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13994054 - 2 mesi fa

    Si parlava per la crescita dei regazzi non di vincere la chapions.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. IosonodelToro - 2 mesi fa

    Dove è scritto che metà privamera si dovrebbe allenare con la prima squadra?La Fiorentina è arrivata sedicesima e il Toro settimo, per ora ti basti questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13994054 - 2 mesi fa

    Metà squadra primavera Fiorentina si allena con la prima squadra, la primavera del Toro dovrebbe fare lo stesso ma purtroppo non è così. Perché???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Rock y Toro - 2 mesi fa

    Beh se il confronto sul campo da 5 a 1 per i viola l’ultima considerazione non è esatta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy