20 maggio 1912, nasce Nereo Rocco: le quattro frasi celebri del “Paron”

20 maggio 1912, nasce Nereo Rocco: le quattro frasi celebri del “Paron”

Memorie / 108 anni fa nasceva a Trieste l’allenatore che inventò il “catenaccio all’italiana”. “El Paron” allenò anche il Torino dal 1963 al 1967

di Redazione Toro News

IL RICORDO

Era il 20 maggio 1912 quando a Trieste venne al mondo Nereo Rocco: giocatore e allenatore che scrisse la storia del calcio italiano nel ‘900. Rocco arrivò al Torino nel 1963/1964, dopo aver conquistato tutto con il Milan di Cesare Maldini e Gianni Rivera. In rossonero vinse uno Scudetto (1961/1962) e la prima Coppa dei Campioni della storia del Milan e del calcio italiano, battendo a Wembley il Benfica di Eusebio l’anno successivo. Dopodiché Rocco approdò al Torino, dove guidò i granata per 3 stagioni prima di intraprendere nel 1966-1967 la carica di direttore tecnico. Di lui sotto la Mole si ricorda l’acuto del terzo posto nella stagione 1964-1965, ma anche le tante frasi e i tanti aforismi che fanno de “El Paron” un personaggio unico nella storia del calcio.

CONTINUA A LEGGERE

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 1 settimana fa

    In vari post ho sottolineato la figura carismatica del Paron.Non stò a ripetermi e mi limito a ricordare che è stato l’allenatore del “mio Toro,quello dei miei vent’anni.RIP Nereo!Mi piace immaginarti Lassù in allegra combriccola con gli Invincibili e i tanti “fioi”che in quegli anni hanno vestito la ns maglia.Sempre FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. angelo - 1 settimana fa

    Mettetevi d’accordo. il 15 maggio in un’altra rubrica avete scritto che il motto palla lunga e pedalare era di Mario Sperone

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy