23 marzo 1969, 50 anni fa l’esordio in granata di Paolino Pulici

23 marzo 1969, 50 anni fa l’esordio in granata di Paolino Pulici

Mondo granata / Con 172 reti è il miglior marcatore del Torino di tutti i tempi

di Redazione Toro News

Il 23 marzo del 1969, 50 anni fa, ha esordito con il Torino un mito granata, Paolino Pulici, nella sfida con il Cagliari pareggiata 0 a 0. Acquistato nel 1967 dal Legnano, Pulici è stato inizialmente aggregato alla Primavera, per poi, nel 1969 esordire in Prima squadra. Paolino Pulici è il giocatore che fino ad ora ha segnato il maggior numero di gol con la maglia granata: ben 172 tra campionato e coppa. Nella stagione 1975/1976, oltre che vincere la classifica capocannonieri, ha portato i granata a conquistare lo scudetto. Ha vestito la maglia granata fino al 1982, prima di trasferirsi prima all’Udinese e poi alla Fiorentina, con la quale ha concluso la sua carriera da calciatore.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alètoro - 6 mesi fa

    Paolo Pulici è stato e rimane per sempre il grandissimo e unico idolo della mia gioventù’ di tifoso del TORO.
    Inoltre è un uomo assolutamente semplice, spontaneo e genuino nei rapporti con tutti i tifosi granata che lo ammirano profondamente.
    Credo che egli possiede una personalità troppo forte e questo fatto solitamente disturba la proprietà di un Club.
    A reale e concreta dimostrazione della sopracitata osservazione personale, vi cito a titolo esemplificativo quanto accaduto alla Fiorentina durante la passata stagione. La proprietà della Viola ossia i fratelli Dellavalle integrarono Giancarlo Antognoni, idolo della tifoseria locale, soltanto allo scopo esclusivo di placare l’aspra contestazione che la stessa tifoseria viola esercitava nei confronti della Società.
    Infatti nel Gennaio 2018 i Della valle affidarono l’incarico di Club Manager all’ex Capitano della Viola e, da quel momento, la contestazione della tifoseria viola si sciolse gradualmente come neve al sole.
    Un personaggio di grandissima personalità e carisma interiore come Paolo Pulici, risulta oggettivamente scomodo anche agli occhi del patron Cairo, il quale preferisce affidare un ruolo all’interno della Società ad un ex calciatore, mediocre attaccante e quindi assolutamente insignificante per la storia del TORO, ma comunque, aspetto di fondamentale logistica importanza, il tipico “yes man” quale il Direttore Generale Antonio Comi.
    A buon intenditore, poche parole … . Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13722867 - 6 mesi fa

    un campione un uomo nessuna presunzione provate a incontrarlo x strada come è successo a me sarà un emozione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14134673 - 6 mesi fa

    PULICICLONE UNA LEGGENDA!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy