A Firenze il Grande Torino gioca in formato subbuteo

A Firenze il Grande Torino gioca in formato subbuteo

Curiosità / La passione per il granata spesso non conosce limiti e quando si parla degli Invincibili, essa arriva davvero ovunque

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

Gli Invincibili non verranno mai dimenticati e questo è un dato di fatto. Simboli di un’epoca e icone di una fede, quella granata. Lo si capisce da cose così: il Grande Torino in formato subbuteo. Arrivano infatti dal  SubbuteoLab Italia di Daniele Mancuso, torinese d’origine ma trasferitosi in Toscana, a Firenze, le immagini dell’undici titolare granata del 1949 preparato proprio negli scorsi giorni per un cliente particolarmente attaccato alla maglia del Torino.

Cairo a Superga: “Onoriamo il Grande Torino. E il calcio riparta in sicurezza”

Non è la prima volta che al SubbuteoLab viene commissionata la formazione capitanata da Mazzola, come conferma il titolare del laboratorio: “Ne abbiamo prodotte anche altre, almeno sei o sette in passato, per diversi amatori”. Il granatismo spesso e volentieri va anche oltre i risultati. Infatti, con tutte le difficoltà riscontrate questa stagione, il Torino resta il Torino ed allora ecco che, insieme agli Invincibili, si aggiungono Belotti e compagni: “Questa persona mi ha ordinato sia il Grande Torino, sia la formazione con la maglia di quest’anno. Quindi credo proprio che sia una scelta affettiva” ha concluso l’artigiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy