Filadelfia: Cairo e Beretta intervengono per la sala relax e la mensa

Filadelfia: Cairo e Beretta intervengono per la sala relax e la mensa

Mondo granata / Sul sito della Fondazione Filadelfia sono state pubblicate due offerte da parte di privati per il finanziamento delle opere in questione, sotto forma di proposte di sponsorizzazione

di Redazione Toro News
filadelfia

Svolta in vista per il Filadelfia. Il presidente del Torino Urbano Cairo, con l’aiuto di uno storico partner come il commendator Vittore Beretta, ha infatti deciso di intervenire in prima persona per il completamento del centro sportivo, relativamente ad una fondamentale parte del secondo lotto del progetto: la realizzazione di una sala mensa, una sala relax e uffici all’interno della tribuna principale.

Sul sito della Fondazione Filadelfia, nella serata di ieri, sono state pubblicate due offerte da parte di privati per il finanziamento delle opere in questione, sotto forma di proposte di sponsorizzazione. Si tratta di circa seicentomila euro, suddivisi in due distinte offerte, di quattrocentomila circa per la mensa e duecentomila circa per la sala relax. Le proposte, come spiegato dal membro del CdA del Filadelfia Domenico Beccaria in un articolo su TorinoOggi, provengono proprio dal commendator Beretta (per la sala mensa) e da Urbano Cairo (per la sala relax).

Leggi anche: Fondazione Filadelfia, Cereser nel nuovo CdA: “Cercheremo di completare il Fila”

Un intervento di questo tipo è fondamentale per assolvere, senza le lungaggini burocratiche dovute alla natura di ente pubblico della Fondazione, alle esigenze della prima squadra del Torino FC. Il progetto prevede la progettazione e realizzazione, a totale cura e spese dello sponsor e senza alcun onere economico per la Fondazione, di un intervento di ristrutturazione finalizzato al recupero funzionale di aree e spazi per uffici, zona – relax e magazzini dello Stadio Filadelfia di Torino.

Clicca qui per leggere il comunicato ufficiale della Fondazione dove si menzionano le due offerte

51 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BogaBoga - 1 mese fa

    Sala relax e mensa.
    Adesso è chiaro cosa ci fa Comi nella foto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. leo67 - 1 mese fa

    Allucinante parlare di sala mensa e relax…siamo caduti proprio in basso…sembra che si stia parlando e discutendo della costruzione del nuovo Maracanã…ma d’altronde con questo buffone affarista al comando non può essere diversamente…mettete tutti i pollici negativi che volete…complimenti anche alla redazione per pubblicare questi articoli…peggio di Novella 2000…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

    La realtà purtroppo è che questo viscido cuntabale non ha mai avuto soldi veri. È arrivato dove è grazie al fatto che è stato sponsorizzato, ma soldi non ne ha. È arrivato al nodo finale e più si intestardisce a stare in sella più dura sarà la caduta (prenderà meno soldi dalla cessione). Oramai fa ridere tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Paul67 - 1 mese fa

    cairesefc GAME OVER.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TOROPERDUTO - 1 mese fa

    Scusate solo per sapere i soldi per la sala relax li mette Cairo o il Torino calcio?
    No perché qua si fa un po’ di confusione sui patrimoni e bilanci, un po’ tanta, troppa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 1 mese fa

      I soldi non può metterli il Torino fc per legge visto che è illegale spendere soldi per proprietà di altri qual’è il Fila.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Paul67 - 1 mese fa

        @ Granata, se la cairesefc volesse far arrivare Dinero nelle casse della fondazione il modo lo troverebbe, sicuro, è che Cairetto nn spende se nn ha un ritorno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 1 mese fa

        Non vorrei addentrarmi in cose che non conosco, ma se la fai come conferimento ad una fondazione quale è quella del Filadelfia sei sicuro che non si possa?
        Domanda eh non polemica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

          Pai parlano di sponsorizzazione, mi sbaglierò ma stai sicuro che non li sborsa Cairo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Nero77 - 1 mese fa

    Chi ricorda la vendita all asta sugli spalti del Filadelfia dei seggiolini
    a Padelli e gli altri calciatori?Io ancora mi vergogno per allora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. periodista - 1 mese fa

      La prossima “convenscion” sarà quella de piazzisti di seggiolini, seggiole, lettini, sdraio e ombrelloni da mare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. dingo68 - 1 mese fa

    Col culo degli altri siam bravi tutti. A spendere centinaia di migliaia di euro in più, se non milioni, nel comprar giocatori, è indiscutibile che noi lo si faccia ogni giorno, buttar centomila nel cesso è lo sport di tutti noi tifosi granata. Come è discutibile l’ironia, il sarcasmo, di chi commenta di salami, di pranzi gratis, di Comi, del ritardo ma avremmo criticato anche la fretta. Ogni cosa è buona per criticare nel frattempo in tutta la seria A nessuno acquista, nessuno vende eppur critichiamo l’immobilismo(?) come se il campionato iniziasse domani, ed i giocatori devono assimilare gli schemi (ma per favore giocano da 25 anni e credete non sappiano dopo qualche giorno già cosa fare?)…Mi spiace ma noi tifosi del Toro non siamo nè meglio nè peggio della media italiana presente sui social

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ale_gran79 - 1 mese fa

      Meno male che ci sei tu ad alzare il livello.
      L’ironia è l’unico antidoto di fronte ad una gestione che in 15 anni ha dimostrato di avere pochi interessi sportivi e discreti interessi economici, e soprattutto nessun interesse e rispetto nei confronti della storia di un club e della sua tifoseria.
      Poi ovvio che io non saprei fare di meglio…sono un tifoso e faccio un lavoro “normale”, mica faccio il manager milionario di società sportiva. La critica e l’ironia sono le uniche armi a mia disposizione.
      E comunque ti faccio notare che anche giustificare le scelte sbagliate di chi detiene il potere è molto “italiano”.
      Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. periodista - 1 mese fa

      Bravo.

      E adesso concludi degnamente il tuo intervento con i soliti:

      “Meritereste Vidulich, Regis Milano, Goveani, Calleri, Cimminelli, Romero, Giovannone, Pipicella, ecc.”

      Ma cambiare registro, una volta tanto, è troppo difficile ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Bischero - 1 mese fa

      Me cojoni che intervento illuminante dingo68. Quest anno il covid. L anno scorso la squadra arrivata settima. Quello prima gli altri che non vendevano i giocatori che volevamo se non a fine mercato. Andiamo avanti con le scuse ancora per quanti altri secoli?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Dingo@ perdonami ma mica sono i tifosi ad aver detto “faremo le cose velocemente”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

      Oltre a comprarlo tu il Toro, dovresti anche allenarlo. Questo, Klopp gli fa una pippa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Fantomen - 1 mese fa

      Sono d’accordo sul fatto che a oggi non è necessario chiudere il mercato……anche gli altri sono fermi quindi il mercato sta dicendo che c’è un immobilismo generale …….però è anche vero che arriviamo da un mercato di cui l’unico acquisto fatto è arrivato l’ultimo giorno di mercato sballando tutte le gerarchie su cui si era lavorato …….ma il dramma vero che oggi fa notizia una mensa è una sala relax…….UNICA SOCIETÀ in A è in quasi tutta la B che non c’è l’aveva …….e se non la pagava uno sponsor saremo ancora l’unica a non averla…….e sembra che una cosa così grave non interessi a nessuno……questo è lo specchio di una società precaria che non ha un progetto a lungo termine ma solo una conduzione casuale legata a un allenatore piuttosto che un’altro……./questo dovrebbe farci arrabbiare ……non Longo Giampaolo o il mercato…….senza le basi tutti faranno male non lo vedete non ci sono i presupposti e le basi è tutto precario e improvvisato …….il fatto che i giocatori hanno dormito in macchina per 3 anni dopo pranzo non interessava a nessuno di noi …….ma quando nell’ambiente questo interessava eccome ……ci sono passate davanti per gradimento Sassuolo Fiorentina Cagliari Verona ……libi giocatori sono trattati da professionisti da noi da dilettanti……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

        Giusto tutto. Per il mercato però c’è una SOSTANZIALE differenza da tutte le altre: le altre dovranno ritoccare le squadre, qui tra gente che vuol andare via, e le pippe inutili al gioco, c’è da rifondare una squadra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 1 mese fa

        Il problema è un’altro, le altre squadre non devono rifare una squadra quasi per intero come noi per cui di cosa stiamo parlando

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Fantomen - 1 mese fa

    Pensate che nel 2020 in cui fanno notizia stadi di proprietà o nuovi centri sportivi…….da noi fa notizia la creazione della mensa e dalla sala relax ……oltretutto pagata dallo sponsor……..spettacolo siamo messi bene ma non benissimo…….ma vedo dei pollici in giù quindi a qualcuno sta bene questa situazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Messere Granata - 1 mese fa

    Da come ha giocato il Torino, negli ultimi otto mesi, ero convinto che la sala Relax fosse già operativa. Forse sarebbe meglio allestire una sala Speed-up.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 1 mese fa

      Io vedendo la panza di Comi crescere costantemente, credevo che anche la sala mensa fosse pronta!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. ale_gran79 - 1 mese fa

    Finalmente Cairo ha capito che gli costa meno allestire la sala mensa al Fila che pagare il rimborso dei pasti a Comi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Cattivissimo 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. skrunk - 1 mese fa

        ale_gran79 – intanto gli costa meno perchè la sala mensa la paga Beretta… Cairo finanzia la sala relax…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ale_gran79 - 1 mese fa

          Mi pare anche giusto, almeno riutilizza tutti quei seggiolini che gli sono avanzati l’anno scorso.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Kieft - 1 mese fa

    C’era la mancanza di questi locali e adesso saranno disponibili …una buona notizia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ale_gran79 - 1 mese fa

      Già, peccato solo per i 4 anni di ritardo.
      E comunque mancano ancora il restauro delle curve e il museo – da progetto tutta roba a carico di Cairo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 1 mese fa

        dategli tempo, le farà il figlio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Fantomen - 1 mese fa

    Già il Filadelfia è della fondazione e cairo affitta ……per la sala ristorante fa investire lo sponsor…..nella sala relax ficcherà 3 piastrelle e 2 divani di recupero …….meglio Che farli dormire in macchina come negli ultimi 4 anni …….tutti stanno investendo in centri sportivi e stadi di proprietà e questo si fa pagare la sala mensa dallo sponsor…….non ha limiti alla vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Comi finalmente avrà il suo ufficio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Roland78 - 1 mese fa

    Non avevo dubbi che l’investimento meno cospicuo sarebbe toccato al presidente 🙂 (senza polemica, sono ironico…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Speriamo che dopo aver affittato il Filadelfia per un convention dove un ingegnere gobbo ha posato per scherno con una mascherina bianconera…
    Una volta ultimata la sala mensa la fondazione non trasformi il tempio nello “stadio delle meraviglie” per matrimoni comunioni e cantanti neomelodici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bastone e Carota - 1 mese fa

      Basterebbe indossare mascherine del Lione per disinfettare i luoghi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Indossiamo le nostre che è meglio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Madama_granata - 1 mese fa

    E a mensa, tutti i giorni, “Prosciutto Beretta” con quel bel bimbo che dice: “Tutti ne vogliono una fetta!”
    Critichiamo, ci lamentiamo, ma le lungaggini della “Fondazione”, ottenuti i debiti permessi, oggettivamente le risolvono Cairo ed i suoi Partners mettendo mano al portafoglio (loro!).
    E non mi si venga a dire che non sono “grandi cifre”: forse questa osservazione vale per alcuni co-tifosi ricchi e fortunati, non certo per me!
    Ma allora, mi domando: perché i suddetti “ricchi e fortunati”, che definiscono sempre Cairo un avaro, e gli fanno i conti in tasca, non si offrono mai di elargire qualcosetta di tasca loro x il bene del Toro??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

      Concordo e speriamo che sia l ‘inizio di una svolta …… credo che non sia uno stupido e che dagli errori si possa rinsavire …… FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 1 mese fa

      🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        E non sorridere troppo!
        Devi fare la faccia contrita

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          🙁 meglio? 🙂

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

            Molto meglio

            Mi piace Non mi piace
    3. ale_gran79 - 1 mese fa

      Signora, per cortesia… il progetto del Filadelfia avrebbe dovuto essere completato dal Torino FC (=Cairo) con la foresteria, la sala relax, il restauro dei resti delle curve e il museo.
      Roba costosa, per carità, ma nulla paragonato alla creazione dei campi , la costruzione della tribuna con palestra annessa e quell’ecomostro con le tendine a scomparsa, fatte a carico di Fondazione con donazioni di privati (quindi I TIFOSI) e dell’Ente Pubblico (quindi soldi pubblici, cioè le nostre tasse).
      Quel luogo, essendo stato pagato anche da noi, a maggior ragione dovrebbe essere accessibile almeno in parte al pubblico, invece è diventato la tana della società Torino FC, sigillato come una fortezza, per il quale viene pagato un affitto oggettivamente molto basso.
      Chi prende una società storica come il Toro ha dei DOVERI istituzionali e morali ben precisi, sui quali Cairo glissa vergognosamente da anni, nonostante siano stati addirittura messi nero su bianco anni or sono all’epoca del progetto del Filadelfia.
      Ora dobbiamo ringraziare questo ricco benefattore perchè si degna di mettere due sofà in un luogo a esclusivo uso e consumo della sua società?
      E vengono criticati i tifosi che i soldi di tasca, loro, li hanno messi per davvero?
      Ci rifletta. Buona giornata.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. skrunk - 1 mese fa

      A Beretta bisogna solo dire grazie!
      Per tutto quello che ha fatto e continua a fare per il Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Se esiste ancora una parvenza di settore giovanile lo si deve a lui.
        E poi danno a me del tifosi antivivaio.
        Boccaccia mia statti zitta che è meglio

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      Ahahahah Ahahahah Cairo mette mano al suo portafoglio ahahahah ahahahah ma cosa sta dicendo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

      CAIROUNODINOI. AH…..compralo tu il Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-13658761 - 1 mese fa

    Mi chiedo se nn si vergogni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 mese fa

      E perché dovrebbe vergognarsi???
      Forse non le è ben chiaro cosa sia uno “sponsor”, e come sopravvivano oggi le squadre di calcio, e gli sports tutti, in generale!
      O forse voleva pagare lei, e loro sono arrivati prima??
      Insomma:
      – critichiamo se paga, e critichiamo se non paga
      – critichiamo se “compra” (Verdi, Zaza, Meité, Aina, ecc) e critichiamo se non compra
      – critichiamo se spende, e critichiamo se non spende.
      I tifosi vorrebbero sì, che Cairo spendesse, ma che mettesse soldi suoi per investire dove vogliono loro!
      E il fatto è che ogni tifoso ha un’idea tutta sua, completamente diversa da quella degli altri tifosi!
      Io credo che di critiche da muovere a Cairo ce ne siano, ma possibilmente avvaliamoci di quelle giuste e reali, non di quelle inventate al solo scopo di denigrare la sua persona!
      Così facciamo solo il male del Toro!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. periodista - 1 mese fa

    Urbano non si smentisce mai: ovviamente a lui il lotto meno costoso…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Bastone e Carota - 1 mese fa

    In sala mensa e in sala relax la volta del soffitto sarà usata per appendere i salami a stagionare. Un bell’effetto visivo dai risvolti molto pratici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy