Filadelfia, inizio lavori entro gennaio 2015

Firmata la convenzione tra Fondazione Filadelfia e SCR: progetto preliminare entro giugno, inizio lavori a gennaio 2015. Inaugurazione il 19 ottobre 2016?

di Diego Fornero, @diegofornero

E’ stata ufficialmente firmata, a seguito della conferenza stampa odierna presso l’Assessorato allo Sport del Comune di Torino, la convenzione tra la Fondazione Filadelfia e la SCR, Società di Committenza Regionale, che si occuperà di gestire l’appalto per la ricostruzione.

Ha preso innanzitutto la parola Gian Carlo Bonetto, Presidente del Collegio dei Fondatori: “E’ un momento importantissimo, dopo anni di lavoro e difficoltà, per la tenacia di alcuni partecipanti alla Fondazione, finalmente possiamo dire di essere riusciti ad andare avanti. Siamo arrivati al momento clou della prima fase: oggi firmiamo la convenzione tra il CdA della Fondazione e la SCR. E’ una cosa molto importante. Dal momento dell’insediamento di Salvadori, abbiamo assistito finalmente ad un’accelerata notevole. Il suo ruolo è stato fondamentale e gli dobbiamo molto”.

In seguito ha parlato Cesare Salvadori, Presidente del CdA della Fondazione: “Per me questo è un momento importantissimo, quando sono arrivato gran parte del lavoro era già stato fatto, ed il lavoro preparatorio spesso è il più difficile. Ringrazio, dunque, i miei predecessori. Oggi firmiamo un documento dall’iter laborioso, arrivare a definire tutti gli aspetti di una convenzione che impegna seriamente non solo la Fondazione ma anche la SCR, anche per quanto riguarda tempi e condizioni, è stato piuttosto impegnativo, ma c’è soddisfazione da parte di entrambe le parti. Si sono messe le basi per un lavoro efficiente da adesso fino al momento in cui brinderemo insieme per la ricostruzione del Filadelfia. Entro il mese di giugno riceveremo il progetto preliminare, da quel momento partirà il cronoprogramma di SCR, che prevede entro il 2016 il termine di ricostruzione, tra maggio ed ottobre. Abbiamo, inoltre, un programma di spesa molto dettagliato e preciso che ci auguriamo di rispettare, per poi appaltare quei lotti che al momento non sono inclusi nel programma. Oggi si mette una pietra fondamentale su questo percorso. Il progetto preliminare non sarà stravolto: tenete conto che, dalle informazioni che abbiamo dal Torino FC, l’intenzione è di affidare la stesura definitiva allo stesso Studio che già si è occupato del progetto preliminare, quindi non dovrebbe discostarsi più di tanto”.

Ha poi preso la parola Leo Massari, direttore amministrativo e gestionale SCR: “Per noi avere un ruolo così importante nella realizzazione del nuovo Stadio Filadelfia è, per noi, motivo di grande orgoglio. Io sono anche tifoso del Toro, e questo ha aiutato molto: c’è un comune intento ed una comune passione che ci ha accompagnato in tutto il percorso e ci ha permesso di superare ostacoli che parevano insuperabili. Da qui a due anni speriamo di soddisfare tutti: tifosi e società. Indiremo una gara per un Appalto integrato complesso, per affidare al medesimo soggetto progettazione definitiva e realizzazione delle operere. Avremo una commissione incaricata di valutare le offerte e l’assegnazione avverrà secondo il criterio dell’offerta economicamente vantaggiosa: valuteremo aspetti qualitativi, sul progetto presentato in sede di gara, ma anche quantitativi, con una duplice veste: ribasso economico e riduzione dei tempi di realizzazione per il potenziale appaltatore. La Fondazione si è impegnata a consegnarci il preliminare entro il 30 giugno, noi lo valideremo e redigeremo una documentazione di gara in circa 30 giorni, per poi pubblicare il bando. Poi ci saranno tempi tecnici per ricezione offerte e commissione, a quel punto si aggiudicherà l’appalto, verosimilmente entro fine 2014, massimo inizio 2015. Per maggio 2015 inizieremo effettivamente a lavorare”.

Ha chiuso i lavori, infine, Domenico Beccaria, rappresentante del Muso del Grande Torino in CdA: “L’accordo con SCR non ha contemplato, per una precisa scelta, che ci fossero penali a carico sella società in caso si sfiorassero i termini di ricostruzione, ma noi speriamo che si possa inaugurare ufficialmente il nuovo impianto il 17 ottobre 2016, esattamente novant’anni dopo l’inaugurazione del primo, storico, Stadio, costruito all’epoca in soli sei mesi. Noi dobbiamo lavorare con convinzione e dedizione per portare a casa il risultato, la data deve essere quella e confido che, da parte di tutti, ci sia il massimo sforzo possibile per rispettare i tempi che la storia ci impone”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy