Ag. Ansaldi: “Aveva offerte dall’estero, ma ha detto che il Toro è un segnale di Dio”

Ag. Ansaldi: “Aveva offerte dall’estero, ma ha detto che il Toro è un segnale di Dio”

Esclusiva TN / Le parole di Pedro Aldave, agente del giocatore, fanno capire quanto l’argentino tenga alla maglia granata

di Redazione Toro News

Una questione di fede: il rinnovo di Cristian Ansaldi con il Torino non si può non definire così. Si sa che l’argentino è fervente praticante cristiano evangelista e in qualche modo l’ha confermato anche nella sua ultima scelta professionale, ovvero il rinnovo sino al 30 giugno 2021 con il club granata. A confessarlo ai microfoni di Toro News è il suo procuratore Pedro Aldave. “Ha avuto richieste da due o tre squadre, come è normale che sia – spiega –. L’Atalanta? Non confermo nè smentisco, ma anche dall’Inghilterra e dalla Turchia si erano fatti avanti. Cristian però non aveva l’interesse di guadagnare di più. A Torino sta bene e voleva rimanere. Ha iniziato a dire, da uomo di fede, che era un segnale di Dio. E così è stato accontentato. Ora speriamo possa stare bene e possa esprimersi al meglio”.

LEGGI ANCHE: La presentazione di Giampaolo: “So che mi aspetta un duro lavoro”

PAROLE INEQUIVOCABILI – Parole inequivocabili quelle di Aldave, che evidenziano due aspetti. Il primo: la prima scelta di Ansaldi è sempre stata il Torino. Il secondo è che l’argentino ha scelto il Torino anche rinunciando a qualcosina sull’ingaggio. L’augurio finale di Aldave, ovviamente, è lo stesso di Marco Giampaolo, della dirigenza granata e di tutto il mondo Toro, anche perché se Ansaldi sta bene, nonostante i 34 anni al 20 settembre, sa ancora fare la differenza in campo e nello spogliatoio. Lo stesso Cairo, in conferenza, ha detto di essere felice del rinnovo di Ansaldi: l’arrivo di Rodriguez, titolare designato sulla corsia di sinistra, non lo pregiudica troppo poichè sa disimpegnarsi anche in altre posizioni.

LEGGI ANCHE: Rodriguez: “Il Toro ha un passato storico e un futuro ambizioso”

CARRIERA – La sua avventura granata, perciò, proseguirà ancora un anno. L’ultima stagione è stata un po’ minata dagli infortuni, ma è stata anche contraddistinta da 5 gol (4 in campionato) e 7 assist in 32 presenze complessive. Al Toro fin qui ha collezionato 81 apparizioni (9 gol) e l’obiettivo nella prossima annata sarà superare le 100 presenze. Al raggiungimento dei 20 gettoni in questo campionato, scatterà l’opzione automatica di rinnovo per un altro anno di contratto. “Se Cairo me lo permette, giocherò al Torino fino a 40 anni”, aveva detto Ansaldi scherzosamente durante il lockdown. Chissà che la fede non possa aiutarlo anche a raggiungere questo obiettivo.

 

Gianluca Sartori

Andrea Calderoni

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Faustoro - 1 mese fa

    Ma lasciamo stare Dio e tutto il resto…..se arriva un offerta allettante,giustamente Ansaldi,va da un altra parte…
    Non facciamo gli ipocriti…. Buona giornata a tutti…FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 1 mese fa

      Ecco allora incomincia a lasciarlo stare tu il buon Dio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxx72 - 1 mese fa

    Mamma mia è proprio di Chiesa questo ragazzo. Sono scelte e vanno rispettate, senza dubbio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      ..allora li voglio tutti di Chiesa i giocatori del Toro!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Integralista Granata - 1 mese fa

    Quindi e’ stata una soffiata di Ibra?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ardi - 1 mese fa

    Ce ne fossero di uomini così in una società allo sbando e senza valori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Faustoro - 1 mese fa

    Se c’è un Dio nel calcio, sicuramente è gobbo…
    Buona giornata a tutti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. zaccarelli - 1 mese fa

      Dio-Gobbo sembra piuttosto una bestemmia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Faustoro - 1 mese fa

        Infatti..visto il culo e le rubate…mi sa che è un Dio da non rispettare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 1 mese fa

          Vabbè però mi sembra che esageri…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. gianni bui - 1 mese fa

    Ed allora …Amen

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 1 mese fa

    Se io fossi Ansaldi tirerei le orecchie al mio agente!
    Commento fuori luogo, che mischia il sacro con il profano, e che entra nella sfera più intima e personale
    dell'”uomo Ansaldi”.
    Di certe cose, per me, o ne parla l’intetessato, o non ne parla nessun altro!

    Detto ciò: ben venga Ansaldi, ottimo giocatore, ottima persona, ottimo tifoso granata!
    Visto che si parla di “aiuti divini”, speriamo che Ansaldi possa godere di buona salute per tutto l’anno, superare le 20 presenze, riconfermarsi il terzo vertice del triangolo Belotti-Sirigu-Ansaldi, i tre calciatori, e forse anche i tre uomini, migliori del nostro Toro: quello “vecchio”, e quello “neonato”.
    Io gli auguro di poter far bene sempre, per sė e per il Toro, e, se lo desidera, di riuscire a chiudere la carriera in questa squadra che così degnamente lui rappresenta!
    Auguri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      Eh i tre dell’Ave Maria ah no quelle dobbiamo dirle noi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bergen - 1 mese fa

    Semmai dimostrano che oltre ad essere valido in campo (ricordo sempre che fu rimpiazzo last minute di Zappacosta) è anche persona apprezzabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

    È un segnale di Dio, nel senso che deve espiare delle colpe passate restando al Toro …
    Comunque grande Ansaldi ! Se non avrà guai muscolari sicuramente sarà più che utile, quasi indispensabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. TOROPERDUTO - 1 mese fa

    Fosse un film sarebbe IL SANTO con uno strepitoso Ansaldi nel ruolo di Val Kilmer!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Messere Granata - 1 mese fa

      Bravo. Ma essendo molto più vecchio, io vedevo “Simon Templar” con Roger Moore. Il titolo originale era “The Saint”, ma in Italia, per ben noti motivi, vige il detto: scherza coi fanti ma lascia stare i ….. Ciao.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

        Ahahahah grande Roger moore…..
        Non so di che anno fosse il film ma sicuramente non ero ancora nato 😛

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy