Iago Falque cuore Toro: “Torino è granata. E stasera tifo Barcellona”

Iago Falque cuore Toro: “Torino è granata. E stasera tifo Barcellona”

L’intervista / L’ala spagnola a Marca: “Torino è una città più tranquilla: niente a che vedere con Roma”

di Redazione Toro News

Iago Falque ha rilasciato un’intervista esclusiva a Marca, quotidiano sportivo spagnolo di spicco. Tra la vittoria del Cagliari a Torino, la sua opinione di giocatore spagnolo del Torino in attesa di Juventus-Barcellona desta molto interesse nel suo paese. Ecco le sue parole.

“Qui al Torino la stagione sta andando abbastanza bene”, dice l’ala spagnola, “E a Torino mi trovo molto bene. Qui la gente ogni tanto ti ferma in strada per fare una foto, ma è una città molto tranquilla. Niente a che vedere con Roma“, assicura Falque. Ma a Torino ci sono più tifosi del Toro o della Juve? “La Juventus attrae di più i giovani, ma in misura minore di quello che fa il Barcellona nei confronti dell’Espanyol. Il Toro ha più tifosi in città, sicuramente”.

Non c’è un po’ di voglia di tornare in Spagna? “Io mi trovo bene qui. In tanti anni ho cambiato tante squadre, ora mi piacerebbe trovare stabilità a Torino. Questo non toglie che in futuro mi piacerebbe tornare in Spagna: nel mio paese ho giocato solo per Rayo Vallecano e Almeria”. E la Champions League? “Mi piacerebbe tornare a giocarla, l’ho già fatto con la Roma, è una cosa a cui punta ogni giocatore e quindi anche io”.

Stasera c’è Juventus-Barcellona: per chi tifi? “Io tifo sempre per le squadre spagnole… e se giocano contro la Juventus, rivale del Torino, ancora di più!” Come vedt la partita? “Equilibrata. La Juventus è uno squadrone e in Italia non ha rivali. Però il Barcellona è sempre il Barcellona e se sta bene non ce n’è per nessuno. E se in squadra c’è un certo Messi, sei sempre il favorito… Però certo, la Juve ha anche lei degli ottimi argomenti”. E’ la Juventus migliore di sempre? “Qui dicono che quella di Conte era più forte. Sicuramente sono una squadra molto, molto solida. Nel match di andata abbiamo perso 1-3″.

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pimpa - 3 anni fa

    Lasciamo stare le frasi a effetto, che dette da lui fanno ridere.
    Il problema, direi meglio il dramma, è un altro: Falqui, nell’articolo comparso su La Stampa ha detto che ora ha bisogno di stabilità, dopo avere cambiato non sa neanche lui quante squadre negli ultimi anni, e che ha scelto il Toro. O meglio, è il Toro che ha scelto lui visto che gli ha prolungato il contratto.
    L’anno prossimo dunque (ri)avremo con noi Falqui, la tigre serba, Iturbe e naturalmente Ljiaic: il che significa, pronto a scommettere con chiunque una cena, che sarà un altro campionato completamente inutile e buttato via, però seguendo il nostro continuo percorso di crescita a fari spenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 3 anni fa

      Ognuno ha le sue opinioni, tutte da rispettare, ma eviterei di storpiare i nomi dei giocatori del Toro. È di cattivo gusto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 3 anni fa

    TORINO E’ E RESTERA’ GRANATA

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy