Torino-Atalanta, perché sì e perché no: Toro difesa di ferro, ma Gasperini è un tabù

Torino-Atalanta, perché sì e perché no: Toro difesa di ferro, ma Gasperini è un tabù

Verso il match / Tre motivi per credere nel Toro e tre motivi per temere i ragazzi di Gasperini

di Redazione ToroNews

ATTACCO STERILE

Torino FC v Empoli - Serie A

PERCHÉ NO: Per superare una delle difese migliori del campionato, il Toro dovrebbe potersi affidare a un attacco in forma o che almeno possa garantire qualità. Ultimamente, però, le cose non girano. Falque ha segnato soltanto due reti e ultimamente ha visto poco il campo a causa di uno stato di forma non eccellente, Zaza non impressiona e non è ancora riuscito a farsi amare a pieno dalla piazza. Belotti, invece, è un capitolo a parte. Il capitano granata ultimamente è sembrato in ripresa, giocando due partite ad alta intensità contro Udinese e Napoli, ma è stato sfruttato più per la sua predisposizione a sacrificarsi per la squadra che per le sue capacità realizzative. Con l’Atalanta serviranno loro tre e soprattutto serviranno le loro qualità in avanti, quelle che hanno messo in mostra in passato e che quest’anno non stanno emergendo.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Luke69 - 7 mesi fa

    ..domani assisteremo alla sfida tra la tattica a pullman davanti alla porta contro il gioco del calcio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. robertozanabon_821 - 7 mesi fa

    Senza fare polemiche, credo che le aspettative dipendano dai presupposti indicati dalle statistiche. Il Toro fatica enormemente a creare “qualcosa” in attacco e in difesa siamo stati “graziati” nelle ultime partite, con Sirigu migliore in campo. Mancando Rincon, perdiamo l’unico “mastino” di centrocampo e le alternative appaiono troppo leggere. Spero ovviamente in un risultato utile, ma tutti gli “indicatori”, gioco compreso, non inducono all’ottimismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cecio - 7 mesi fa

    Si potrà vincere solo se riusciremo a gestire meglio di loro la palla, che vuol dire riuscire ad averla tra i piedi la palla senza perderla qualche secondo dopo e costringendoli a correre a vuoto.
    Per questo credo che l’unica via per vincere sia mettere in campo tutti i giocatori dotati di un po’ di tecnica (Ansaldi, Lukic, Baselli, Meitè, Iago) sperando che siano in giornata.
    In sintesi questa partita la vinci solo se ti metti a giocare e non ad aspettare e sperare in un calcio d’angolo o una deviazione fortunata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy