Torino, i contratti a scadenza 2020: per Parigini granata chiamati ad una scelta

Torino, i contratti a scadenza 2020: per Parigini granata chiamati ad una scelta

La situazione / Il giovane attaccante ha il contratto in scadenza nel 2020

di Redazione Toro News

Vittorio Parigini è stata la scoperta del 2018. Il giovane attaccante dell’Under 21 quest’anno ha dimostrato di meritare la maglia granata quando in molti davanti per scontato un altro prestito in estate. In questa prima parte di campionato il numero 27 granata è stato molto spesso impiegato da Walter Mazzarri come il dodicesimo uomo, inserendolo a partita in corso e, grazie alla sua qualità e velocità, ha saputo dare risposte (come per esempio è successo nella gara con il Frosinone). Constatate le sue ottime capacità e anche la duttilità dimostrata dal punto di vista tattico, ora tocca a Cairo e alla società pianificare le mosse per un eventuale rinnovo del contratto che scade nel 2020. Per le dinamiche di mercato odierne, un anno e mezzo è un tempo in cui non c’è molto margine di attesa e la società granata deve quindi capire come valorizzare uno dei migliori talenti dell’Under 21 azzurra.

RINNOVO – Per quanto riguarda il rinnovo di contratto, le parti non hanno ancora parlato riguardo al futuro di Parigini ma è molto probabile che lo facciano a stretto giro di posta. Per Parigini il tema non è tanto il presente quanto il futuro: al momento è comprensibile che il Toro e Mazzarri non possono garantirgli una maglia da titolare. Ma in questi giorni ha parlato anche l’agente del giocatore Giuseppe Galli: “Parigini è forte e dovrebbe giocare di più”. Poche parole ma con un’idea chiara: il canterano granata non ha mai fatto mistero di dare la precedenza al Torino, ma al contempo in ottica futura spera ovviamente di potersi ritagliare un ruolo da protagonista in Serie A.

SCENARIO – D’altronde Parigini è un giocatore fondamentale anche per la nazionale Under 21: fino ad ora 19 presenze con la maglia azzurra segnando anche 7 reti. A giugno sono in programma gli Europei in Italia, e per il giocatore del Torino si tratterà di una vetrina importante. Ora la parola passa a Cairo: considerando la scadenza del contratto non lontana è pronosticabile che il club granata proponga un prolungamento che possa consentire al Torino di mantenere il pieno controllo sul cartellino e al giocatore di adeguare l’ingaggio al suo status attuale.

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. marcohelg_385 - 8 mesi fa

    sarebbe sciocco vista l’eta’ non allungare il contratto, poi visto il livello medio della squadra è sicuramente un buon rincalzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 8 mesi fa

    Probabilmente avrei dovuto scrivere questo commento sotto l’articolo che parla di Benassi e Sottil.
    L’ho qui appositamente inserito perché, a mio avviso, pertinente.

    – Verdi – gioca nel Napoli e in Champions (infortunio a parte)
    – Benassi – vicecapitano, inamovibile nella Fiorentina, gioca bene e segna gol importanti, soprattutto al Toro
    – Sottil – giovane promessa che sta affermandosi nella prima squadra della Fiorentina e in Nazionale Under 21

    3 giocatori ex-Toro, oggi rimpianti (non lo dico io, ma Toronews ed altri giornali), dei quali, x errori e precipitazione degli allenatori del momento, il Toro si è disfatto troppo in fretta.
    Possibile che il Presidente Cairo, date appunto le precedenti opinabili (e forse errate) scelte dei vari misters di turno, sia oggi disposto a disfarsi a cuor leggero di Edera, Parigini e Bonifazi?
    Anche in questo caso i tre ragazzi non sono apprezzati, né utilizzati, dall’allenatore del momento, che non ama provare a far giocare gli ex-primavera. UI
    Mazzarri ha dimostrato di preferire loro giocatori (ex-affermati) giunti da ogni dove, o giovani stranieri, alcuni dei quali sconosciuti e dall’incerto avvenire.

    P.S. Notizia letta or ora: il Monaco ha rifiutato il trasferimento di Barreca al Genoa, perché intende trattenere il giocatore. Chissà come mai? Forse per autolesionismo? Mah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcohelg_385 - 8 mesi fa

      ma che dire, benassi grave errore…verdi ai tempi aveva davanti cerci poi sono arrivati iago falque liajc tra l’altro lui ha fatto bene 2-3 anni dopo..se fossimo il cuneo possiamo aspettare un giocatoresvariati anni ma siamo il Toro e i rimpianti fanno parte del gioco se lottassimo con chievo e frosinone per la salvezza ci potrebbero stare anche parigini edera damascan ma se vogliamo ambire a qualcosa d’importante non possiamo aspettare all’infinito che un giovane esploda io mi ricordo quando avevamo i vari lentini/fuser/cois/bresciani/dino baggio che erano giovani trapiantati dalla primavera alla prima squadra ma…cazzo facevano subito la differenza! di sottil figlio che ti devo dire era al toro quando facevale elementari e tu lo rimpiangi,avra’ fatto 10 minuti di serie A….voliamo piu’ alti e chiediamo al presidente di comprare giocatori forti che ci facciano vincere!! fvcg /

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 8 mesi fa

        Ribadisco che giudizi e pareri su Verdi, Benassi e Sottil non li ho “cogitati” io, bensì li ho estrapolati dal concomitante articolo di Toronews, che di loro parla e racconta , e da altri commenti da me letti su alcuni giornali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14013284 - 8 mesi fa

    Ma va a caghè…. gheub

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ALESSANDRO 69 - 8 mesi fa

    “Parigini è forte e dovrebbe giocare di più..”… Io aggiungo ” E i procuratori dovrebbero parlare di meno soprattutto su questioni tecniche non di loro pertinenza….”. Scusate ma a me questo sistema ha davvero rotto i coglioni…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 8 mesi fa

    Parigini:
    giovane, italiano, pedina fissa nella Nazionale under 21 (quanti sono i giocatori granata oggi “convocati fissi”in Nazionale?), duttile nel cambiare spesso di ruolo, torinese e torinista, veloce, bravo a fare gol,capace negli assist ai compagni, “ben piazzato” fisicamente, senza grossi problemi fisici.
    E ci si domanda “se” è il caso di rinnovargli il contratto?
    Il Torino ha ormai una rosa molto numerosa (tra giocatori in organico e in prestito), e ci si domanda se proprio di Parigini ci si dovrà a breve disfare?
    Sul rinnovo di Nkoulou condivido con User..712: se in scadenza di contratto, da sottoscrivere al più presto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Il_Principe_della_Zolla - 8 mesi fa

    Giocatore sacrificabilissimo, come tutti quelli in rosa tranne Sirigu e Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 8 mesi fa

      Commento decisamente anti-granata! Denigrare i nostri non è bello. E dire che Nkoulou, Baselli, Meitè, Izzo e altri valgono poco o nulla, è addirittura sciocco. Commento di cui non andare decisamente fieri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il_Principe_della_Zolla - 8 mesi fa

        Tra l’essere sacrificabile e essere una pippa c’è una notevole differenza. A parer mio, che come vedo è molto diverso dal tuo/vostro, la qualità dei giocatori in rosa è medio/bassa, tant’è che siamo dove siamo a livello di classifica, gol segnati, qualità del gioco espresso. I numeri non mentono mai. Falque, ad esempio, lo ritiene/ritenete un top player? Lo è per lo stipendio, non è lo per quanto esprime sul terreno di gioco. Poi, vedetela come volete. Da per me esprimo le mie opinioni, e non mi permetto di dare dell’anti-granata a chi lo pensa diversamente. Questo si’, un comportamento insolente e inappropriato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. MarchigianoGranata - 8 mesi fa

          Sono del tutto d’accordo con lei solo sulla parte finale del suo messaggio; non capisco perché se si esprime un parere diverso da altri si deve essere spacciati per anti Granata.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 8 mesi fa

      Beh si, anche Nkoulou non è un granché, può andarsene. Di centrali forti come lui ce ne sono a grappoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 8 mesi fa

        ..pure Iago Falque è una pippa, vendiamolo subito..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. GlennGould - 8 mesi fa

        Ero ironico, mi sa che qualcuno non l’ha capito..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-14036712 - 8 mesi fa

    Per Parigini, cessione a titolo definitivo o rinnovo del contratto mentre la questione urgentissima sempre relativa al rinnovo contrattuale e’ quella di N’Koulou! Non voglio pensare che la permanenza del difensore dipenda dalla qualificazione della squadra o meno in una coppa europea…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy