Torino-Verona, perché sì e perché no: la voglia di rivalsa granata contro le ambizioni scaligere

Verso il match / Tre motivi per credere nel Torino, altrettanti per temere il Verona di Juric

di Redazione Toro News

RIVALSA

A poche ore dalla partita contro l’Hellas Verona (stasera ore 21.45), torna il nostro format: perché sì e perché no, tre motivi per credere nel Torino, altrettanti per temere gli avversari di turno, in questo caso il Verona di Ivan Juric. Faccia a faccia tra le ambizioni di classifica dei gialloblù e la voglia di chiudere il discorso salvezza del Toro.

PERCHÉ SÌ – “La sconfitta dell’andata brucia ancora” ha dichiarato Tomas Rincon nella conferenza stampa pre-partita di ieri. I granata, che per 70 minuti avevano dominato in lungo e in largo andando in vantaggio di tre goal, si fecero rimontare nel finale in uno dei primi e più clamorosi crolli della stagione. Parte anche dal Bentegodi questo finale di stagione da psicodramma, dallo 0-4 divorato da Baselli e dalla frustrazione di essere talmente fragili da aver raccolto un punto dopo la miglior prestazione stagionale. E allora il Toro vorrà vendicare proprio quella partita, trasformando la frustrazione in cattiveria agonistica per conquistare i tre punti che mancano per blindare la salvezza.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudi_11649407 - 3 mesi fa

    che centra la condizione fisica ? e’ quella mentale che non c’e’, diciamo le cose come stanno, per quasi tutti i giocatori la, stagione e’ finita da tempo !!!! E non gli puo’ fregar di meno che sia A o B il prossimo anno !!! Se si accasano meglio se ne vanno, altrimenti hanno ingaggi che in A si trovano solo dalla Roma in su e questi sanno benissimo che certe squadre non le vedranno mai. Se poi finiamo in B un club loro lo trovano, sentirvi parlare di ‘riscatto’, ‘furore agonistico’ e bischerate simili mi va ridere e piangere, perche’ sarebbe il minimo sindacale richiesto a chi indossa questa maglia, ma secondo voi la bestialita’ commessa da Meite’ a Firenze e’ perche’ non e’ in condizione fisica ???? ma per favore, neanche nella uisp si vede roba simile, la 3 categoria e’ un lusso per uno con quell’atteggiamento, ma quale condizione fisica ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 mesi fa

      Purtroppo devo dire che la tua disamina è corretta e completa. Il re è nudo. E non è che sono i giocatori, perchè le teste di … le hanno tutti, solo che le altre squadre hanno un ds ed una società. Va bene che Longo non è un fenomeno, ma se hai elementi che manco sanno che sono in campo e pensano a cosa fare la sera, cosa puoi fare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. suoladicane - 3 mesi fa

    l’andata finì 3-3 non capisco per quale strano motivo non rileggiate le cagate che scrivete, mettete pure il virgolettato, roba da terza media……….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Rincon ha usato il termine “rimonta”, infatti. Il problema è che meno li paghi e meno rendono, si distraggono, non rileggono, non approfondiscono e, soprattutto, devono sfornare sta roba al ritmo delle pizze fritte di donna Sofia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy