Torino, Cairo: “Il rinnovo di Mihajlovic? C’è già una clausola legata all’Europa”

Torino, Cairo: “Il rinnovo di Mihajlovic? C’è già una clausola legata all’Europa”

Le parole / Il presidente granata al termine dell’incontro Primavera: “L’obiettivo è già stato dichiarato, ora lavoriamo per ottenerlo”

2 commenti

Esordio non felice per la Primavera granata sul campo del Filadelfia, contro l’Atalanta (qui il commentoqui le pagelle) ma spalti gremiti di tifoseria anche d’eccellenza per la prima sfida ufficiale disputata nuovamente nel tempio degli Invincibili. Tra questi, presente anche il presidente del Torino Urbano Cairo, che ha parlato ai media al termine dell’incontro. Dalla Primavera agli obiettivi della prima squadra, dal Fila a Mihajlovic: ecco di seguito le parole del patron granata a 360 gradi.

Che effetto fa questa prima partita della Primavera nel tempio granata, il Filadelfia: “Essere qui fa un effetto specialmente bello, poi oggi la partita invece non molto: ho visto un Toro diverso da quello che mi sarei aspettato ma ci sta, probabilmente abbiamo subito anche un po’ di emozione per la prima partita in questo campo, speravo si caricassero e invece non è stato così. Però, a parte questo, ho voluto esserci perchè era un evento da non perdere assolutamente. Nel complesso direi bene, poi il Filadelfia è bellissimo e ti dà sempre delle bellissime emozioni…”

Il clima, l’ambiente, i tifosi: tutto perfetto oggi? “Direi di sì: tantissima gente, tutti felici, tanti bambini”

Passando alla prima squadra, domani arriva la Sampdoria: cosa si aspetta? Quali sono le sue sensazioni? “Nell’intervallo sono stato al Grande Torino per salutare il mister e per vedere i nostri giocatori. Mi aspetto una partita giocata con la voglia di far bene e di vincerla com’è giusto che sia, una partita all’arrembaggio”

Il mister Mihajlovic oggi ha avuto delle dichiarazioni ancora una volta di grande soddisfazione nei confronti dell’operato della società (qui la conferenza stampa): “Lui non si è mai nascosto, è una persona di grande franchezza e positività, che ci mette la faccia. Ma adesso non dobbiamo neanche parlare continuamente di quello che è l’obiettivo: l’abbiamo detto e dichiarato, non se ne parla più, adesso lavoriamo per ottenerlo.”

Mihajlovic ha il contratto in scadenza a fine anno: avete già iniziato a parlare del rinnovo? “Non abbiamo ancora iniziato ma il rapporto è talmente buono che la considero una cosa automatica; peraltro è un contratto che contiene una possibilità di prolungamento legata all’Europa quindi in realtà non è proprio in scadenza. Ho sempre avuto molto affetto e molta simpatia per lui, poi è chiaro all’inizio ci si deve conoscere ed era al primo anno, ma il rapporto è sempre più bello e positivo”

Anche se sono poche le partite, il Toro ha subito un solo gol, come l’Inter: la sorprende questa nuova difesa? “E’ un reparto che abbiamo rafforzato e quindi bene, però adesso dobbiamo continuare. Avere fatto due partite senza subire gol, per noi che eravamo abituati a prenderne un po’ troppi, sicuramente è una bellissima notizia, dobbiamo continuare così”

Per quanto riguarda l’attacco invece Niang è l’operazione più onerosa della sua gestione e adesso  là davanti il Torino è messo davvero molto bene. “Sicuramente sì, l’attacco è forte e potenzialmente importantissimo, con anche dei buoni ricambi. Però poi come sempre la carta è un conto ed i risultati sono un altro. Siamo partiti bene, abbiamo sette punti contro i tre dello scorso anno, però dobbiamo continuare. Cominciamo ad arrivare a fine girone d’andata e poi vedremo dove siamo e parleremo di come stiamo andando e se è stato un buon mercato”

Come può arrivare il Toro al derby di sabato prossimo? “Noi intanto abbiamo l’obiettivo di domani che è importante, contro una squadra comunque sia molto ben allenata e molto quadrata, che si è rinnovata ed ha preso anche giocatori di qualità ed importanti e va tenuta in grande considerazione. Poi si va ad Udine che è una trasferta comunque lontana, fredda… e poi la Juve. Però insomma prima della Juve ne abbiamo due e quindi pensiamo prima alla Samp che è una partita importante”

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Wallandbauf - 2 mesi fa

    Ma una clausola a gennaio no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 2 mesi fa

    trasferta lontana, fredda… un poeta, ma piu’ che altro un genio delle clausole, non ben capito pero’ se miha se ne va se non va in europa o se ha un rinnovo automatico nel caso in cui centri l’europa..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy