Torino-Chievo 2-1, Maran: “Sconfitta immeritata, errori arbitrali decisivi”

Torino-Chievo 2-1, Maran: “Sconfitta immeritata, errori arbitrali decisivi”

Postpartita / Il tecnico dei veneti commenta così la gara contro i granata

3 commenti

Termina Torino-Chievo e anche per Maran è ora di confrontarsi con i giornalisti. Ecco le parole del tecnico del Chievo: “Non posso esimermi dal commentare il fatto che la partita è stata decisa da degli errori arbitrarli, sconfitta immeritata. Il risultato è condizionato dagli errori dell’arbitro. Due rigori non dati, con episodi molto vicini all’arbitro addizionale, e un gol annullato ingiustamente. Il Toro ha giocato una buona partita, ma il Chievo non è stato da meno. L’episodio di Ljajic? Non voglio entrare nel merito. A parte i cinque minuti di sbandamento in cui Falque ha fatto due gol, il Chievo ha fatto un’ottima partita e ha messo in difficoltà il Toro”. 

“Non ricordo grandi parate di Sorrentino. Il Chievo è stato in partita fino alla fine. Il rosso a Cacciatore? Se ho parlato degli episodi è perchè fanno parte dell’analisi della partita. Non si può analizzare la partita senza parlarne. Sono convinto che i nostri arbitri siano i migliori d’Europa, ma oggi la partita non l’abbiamo persa perchè abbiamo fatto male”.

“Nei ragazzi c’è tanta rabbia. Il Chievo ha fatto quello che doveva fare contro un grande Toro”.

“L’infortunio di Meggiorini? Sembra una semplice botta”. 

QUI LE PAGELLE

QUI LE PAROLE DI VALDIFIORI

QUI LE PAROLE DI MIHAJLOVIC

QUI LE PAROLE DI IAGO

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gingipooh - 7 giorni fa

    Non diciamo cazzate

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 7 giorni fa

      Esatto: guarda solo quello che vuole, dopo il primo tempo potevamo essere 3-1 con un uomo in più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. al_aksa_965 - 7 giorni fa

        Dai ragazzi, pure Miha ha detto che si è giocato male!
        La partita l’ha risolta una fiammata e non si può dire che non ci siano episodi discutibili. Negarlo vi mette al pari dei cugini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy