Torino-Napoli 0-5, Sarri: “Andare a Superga è doveroso per un uomo di sport”

Torino-Napoli 0-5, Sarri: “Andare a Superga è doveroso per un uomo di sport”

Post-partita / L’allenatore partenopeo commenta la prestazione dei suoi ragazzi

4 commenti

Al termine del match tra Torino e Napoli Maurizio Sarri commenta la prestazione dei suoi ragazzi davanti ai giornalisti. Di seguito le dichiarazioni del tecnico azzurro: “Sono contento per i ragazzi dato che hanno fatto una partita straordinaria anche oggi in un campo difficile come quello del Torino. C’è un gap con la Juve che è difficile da colmare, loro hanno più forza economica e sono più forti. Tanti punti persi? Questo è un discorso che dovrebbero fare tutte le squadre. Io al presidente sono grato, mi ha fatto allenare grandi giocatori ed è l’unico che ha creduto fortemente in me anche quando ad Empoli tutti mi facevano i complimenti. Aumento di contratto? Si vede che non sarà lui  a darmi più soldi. Io ho questo obbiettivo dato che ormai la mia vita è vissuta e lo devo più alla mia famiglia che a me un aumento. Se non sarà il presidente a darmi più soldi lo farà qualche altra squadra dopo che terminerà il contratto con il Napoli”.

Alla domanda di Riccardo Ferri: “Ha chiesto a De Laurentiis dei top player?” Sarri risponde scocciato: “Io non ho chiesto un c**** al presidente. Voi travisate tutte le dichiarazioni, non è possibile! Io ho solo detto che per migliorare questa squadre ci vorrebbero dei giocatori che hanno dei prezzi mostruosi”. Il tecnico del Napoli dopo questa risposta lascia la postazione arrabbiato, tra lo stupore dello studio di Mediaset.

“La partita era difficile: spaccare le partite in due con ribaltamenti di fronte è una prerogativa del Torino. Sono una squadra che in casa ha fatto dei buoni numeri e hanno mentalità offensiva. Siamo riusciti a contenere le ripartenze e poi l’abbiamo chiusa quando loro hanno abbassato la concentrazione. Una prova sicuramente importante da parte nostra”.

Ha visto un Toro diverso da quella dell’andata?

“Hanno preso gol subito e questo sicuramente non li ha favoriti. Poi hanno avuto un momento di difficoltà nella ripresa e siamo stati bravi ad approfittarne. Sicuramente, se il risultato fosse rimasto sullo 0-1, alla fine avremmo sofferto. Ma a un certo punto sono venute fuori le maggiori motivazioni”.

Ci sono ancora dubbi sulla permanenza al Napoli?

“Il mio ringraziamento al presidente è per ieri, oggi e domani. Quando ero all’Empoli, in tanti mi facevano i complimenti, ma solo uno mi ha preso, De Laurentiis. Per quanto riguarda il futuro: io ho un’aspirazione legittima sul prossimo contratto che farò. Deve essere più consistente perchè lo devo alla mia famiglia. Gli ho fatto mancare tutto, per arrivare a questi livelli. E’ un obiettivo personale mio, il presidente lo sa, vedremo cosa succederà in futuro. Per adesso c’è un contratto. Il mio obiettivo per il prossimo contratto, però, rimane lo stesso”.

L’anno scorso uscì dalla sala stampa tra gli applausi per le parole sul Grande Torino. Quest’anno ha avuto di nuovo modo di andare a Superga. Ha visto anche il Filadelfia?

“Mi hanno detto che il centro sportivo che stanno facendo al Filadelfia è molto bella. Mi faranno vedere delle foto. La visita a Superga? L’ho fatta. Venendo a Torino in questo mese penso sia obbligatorio andare a dare un tributo a degli eroi, a una squadra straordinaria il cui eco era ancora potente quando ero giovane, nonostante fossero passati tanti anni. Per un uomo di sport, arrivando a Torino a maggio, ritengo doveroso andare a salutare quegli eroi”.

Leggi anche:

Torino-Napoli 0-5, Baselli: “Non ci aspettavamo gli applausi della gente”

VIDEO Torino-Napoli 0-5, Ljajic: “Sbagliato tutto: chiediamo scusa ai tifosi”

Torino-Napoli 0-5, Lombardo: “Un’agonia difficile da commentare”

Le pagelle di Torino-Napoli 0-5: una difesa così è improponibile

Torino-Napoli 0-5: granata da incubo, questo non è il Toro

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 4 mesi fa

    grande personaggio Sarri! dice sempre quel che pensa, lavora seriamente ed è ambizioso… per questo prima o poi se ne andrà dal Napoli… per trovare quella società che i giocatori che costano tanto se li può permettere e non li vende alla diretta concorrenza. Tutto vero, si è inventato ogni cosa per mantenere competitivo il Napoli… dopodichè ti puoi inventare tutti i Mertens che vuoi, ma se vendi Higuain all Ggiuve… perdi scontro diretto, coppa italia e campionato! sai che bel filotto!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Filadelfia - 4 mesi fa

    Sei un uomo vero oltreché un Maestro di calcio con la M maiuscola. Tu sei l’artefice di una squadra che pur perdendo il capocannoniere del campionato riesce a sopperire con una organizzazione di gioco quasi perfetta. Dio solo sa quanto ho sperato (insieme a Pulici) che tu venissi al TORO dopo Empoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 4 mesi fa

      Sono pure tipo la seconda o terza difesa.

      Ha CREATO dal nulla Martens, ha lasciato in panchina Maksi tutto l’anno, perche’ lui l’ha capito che era un pirla

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 4 mesi fa

    Non siamo scesi in campo!
    Ci siamo scansati, sai mai magari la juve perde le prossime tre partite..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy