Belotti-Torino, bandiera o cessione? Nel 2021 le risposte. E il rinnovo…

Lo scenario / La società è già al lavoro per prolungare il contratto del giocatore, che scadrà nel 2022. Ma un eventuale rinnovo non escluderà a priori la possibilità di partire

di Nicolò Muggianu

Permanenza o cessione? Dopo sei stagioni, l’avventura di Andrea Belotti al Torino è arrivata ad uno snodo cruciale. Da un lato c’è il punto di vista del calciatore, che nel 2021 (il 20 dicembre ndr) compirà 28 anni e ha dimostrato di meritare una realtà ambiziosa in Serie A, e dall’altro c’è quello della società che dalla permanenza o dall’eventuale cessione di Belotti dovrà riprogrammare il proprio futuro.

RINNOVO – Nel frattempo, come dichiarato in più di un’occasione dal presidente Urbano Cairo, la società si è già attivata per provare a prolungare ed adeguare il contratto di Belotti. La scadenza dell’attuale accordo con il giocatore – giugno 2022 – potrebbe infatti rappresentare una grande spada di Damocle per il Torino che, in caso di richiesta di cessione da parte del “Gallo” a fine stagione, si troverebbe costretto a dover trattare con i potenziali acquirenti con un minor potere contrattuale. Diverso sarebbe, invece, se la società granata riuscisse a raggiungere un accordo con il proprio capitano con un gentlemen agreement che accontenterebbe tutti: se Belotti vorrà partire potrà farlo, ma pur sempre permettendo al Torino di massimizzare gli introiti derivanti da una sua eventuale cessione.

REGGIO NELL’EMILIA, ITALY – JANUARY 18: Andrea Belotti of Torino FC looks on during the Serie A match between US Sassuolo and Torino FC at Mapei Stadium – Città  del Tricolore on January 18, 2020 in Reggio nell’Emilia, Italy (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

FUTURO – Il rinnovo, infatti, non escluderebbe a prescindere l’ipotesi cessione per Belotti. Riguardo a questo moltissimo – come detto – dipenderà dalla volontà del giocatore, ma altrettanto dipenderà dalla voglia di crescere del Torino che per convincere Belotti a rimanere dovrà mettere sul tavolo un progetto con prospettive diametralmente opposte a quelle attuali. L’unica certezza, per ora, è che nel 2021 il “Gallo” si giocherà una bella fetta della propria carriera. Se si tratterà di permanenza, infatti, quella di Belotti sarebbe una scelta di vita: restare al Torino per diventarne una bandiera e continuare a battere ogni record (TUTTI I NUMERI DI BELOTTI). In caso contrario sarà invece cessione, con il capitano granata che con ogni probabilità andrebbe a competere per le prime posizioni in Serie A o in altri campionati. Con l’Europeo del 2021 che rappresenterà per l’attaccante una potenziale vetrina molto importante.

32 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. FVCG77 - 3 settimane fa

    Bandiera!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gallochecanta - 3 settimane fa

    Ma quale rinnovo. Adesso!?
    Società e squadra sono in disarmo.
    Il presidente prepara le carte per la cessione e lo sta facendo nel suo stile…brucia i pozzi di petrolio per chi deve arrivare. Clima da repubblichina anno 1944.
    Comunque buon anno a tutti i tifosi del Toro, che ci sia salute e lavoro per tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 3 settimane fa

    Diciamo che se negli scorsi mercati cairo avesse rinforzato la squadra non ci sarebbero questi problemi, probabilmente neanche quelli dei giocatori scontenti che non rendono e in più si svalutano. Chi semina vento raccoglie tempesta. A questo punto, l’unica possibilità perché quanto scritto nell’articolo non risulti l’ennesima scusa per non fare il mercato, ricordo ad esempio che il Cagliari, non il Real Madrid ha preso nainggolan e pure il genoa si sta rinforzando, sarebbe quella di aver già contattato e preso almeno tre giocatori di qualità nei ruoli utili, facendo sapere ad ognuno degli stessi che appunto non verrebbero da soli a rinforzare la squadra ma almeno con altri due di qualità. Così si convincerebbero che la squadra cambierebbe radicalmente marcia e accetterebbero, con magari la garanzia di ulteriori rinforzi in estate e la promessa del rinnovo al Gallo.Ma sappiamo tutti che non sarà così. Felice di essere smentito. Se non farà ciò mi sembra ovvio che preferisca andare in b, prendere il paracadute e vendere tutto il vendibile. In ogni caso zero alibi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ilpalodiBeruatto - 3 settimane fa

    Un saluto a tutti i fratelli granata e un grande augurio di un felice anno nuovo. Un saluto in più ad Athletic che non leggevo da un po’ di tempo. Scrive poco ma, come tutte le persone sagge, dice sempre cose intelligenti e condivisibili. Credo che il Gallo sia legato ed affezionato al Toro e che senta il calore della tifoseria intorno a lui. Tuttavia tra gli Europei quest’anno e, non dimentichiamolo, i Mondiali del 2022 sarà di fronte ad un bivio: andare via o restare in serie B? Forse sta solo aspettando di vedere come si muove la società: se cioè prova ad allestire una squadra competitiva già a partire da questi gironi di mercato oppure continua a balbettare come ha sempre fatto. Se non fosse effettuato alcun acquisto di peso e si retrocedesse è abbastanza ovvio che andrà via. Se proprio dovesse farlo, come tutti, spero che vada in Premier league e non resti in Italia per non giocarci contro e per permettere a tutti di vedere quanto era forte il nostro capitano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 3 settimane fa

      Ricambio gli auguri e ti abbraccio, sono contento di leggerti e inutile dirlo, condivido quanto hai scritto 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gm - 3 settimane fa

    Sperare che il gallo vada via per il suo bene mi sembra quasi augurarsi che il proprio coniuge trovi un amante migliore per la sua maggiore soddisfazione……. spero che lui resti al Toro e che arrivi qualche buon calciatore; non mi auguro di certo che l’uomo più forte in squadra se ne vada a giocare le coppe con altre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. otto88 - 3 settimane fa

      E’ incredibile……invece di sollecitare il prolungamento a tutti i costi del contratto …..chiaro che se si andasse in serie B …..se Belotti ci seguisse anche in quelli categoria….Andrea Santo …leggo la maggior parte scrivere che merita un altra squadra…..ragazzi essere la BANDIERA DEL TORO…..E’ ORGOGLIO INFINITO …..io auguro a Belotti di rimanere al TORO sino a fine carriera …..di diventare un simbolo come lo sono e lo saranno sempre i nostri campioni di Superga ….Giorgio Ferrini …..Paolo Pulici ….SEMPRE FORZA TORO !!!.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. otto88 - 3 settimane fa

        Sapete qual’e’ il mio giocatore preferito della premier? ……Pulisic…..indovinate perché …..?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 3 settimane fa

      Nessuno spera che Belotti vada via, ma se decidesse di andare, secondo me nessuno potrebbe biasimarlo, per quello che è il suo livello è onestamente rimasto con noi sin troppo tempo. Ma non c’entra niente il Toro, o il diventarne bandiera, c’entra la società e la gestione schizofrenica che c’è stata in questi ultimi anni. Lo pensavo anni fa e ancora di più lo penso adesso, se Belotti fosse mio figlio, gli avrei consigliato di andare via dal Toro, pur con immenso dolore, ma l’amore per un figlio supera qualsiasi altro sentimento, e il bene di Belotti non è questo Toro, è evidente. Bello diventare bandiera nel Toro di Pianelli, ma nel Toro di Cairo ? Siamo seri e cerchiamo di essere onesti, dai. Siamo la barzelletta della serie A (non so ancora per quanto) e vogliamo che il centravanti della nazionale diventi la bandiera di una barzelletta ? E’ un bravo ragazzo e non merita le umiliazioni di questa società di scappati di casa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. otto88 - 3 settimane fa

        Capiremo tutto da come si definirà o meno il rinnovo di Andrea ….se dovesse lasciare il Toro la conseguenza sarebbe veramente una totale disfatta ….catastrofica

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Athletic - 3 settimane fa

    Andrea è troppo un bravo ragazzo per far perdere dei soldi alla società, quindi è probabile che rinnovi, con l’accordo però di essere ceduto in caso di offerta congrua. D’altra parte è giusto sia così, lui non c’entra niente con questa banda di scappati di casa e con questa dirigenza che a questo punto non è nemmeno più degna di una società dilettantistica. Io, e lo dico sinceramente, non per provocare o esagerare, quando lo guardo giocare, mi vergogno perchè lui si danna l’anima per una squadra, anzi per una società che definire demenziale è dire poco. E se mi vergogno da semplice tifoso, non so cosa dovrebbe provare un presidente. Penso che mi sentirei un fallito, un inetto, un totale incapace. E il problema è proprio questo, al nostro presidente pensieri come questi non passano nemmeno nell’anticamera del cervello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    Siamo credo tutti d’accordo nel non biasimare il Gallo se andasse via a fine campionato con il Toro in serie B.
    Ma allo stesso tempo nessuno lo vorrebbe perdere.
    Se succederà questa volta mi auguro che Cairo lasci la società.
    Ieri ho letto l’intervista ad Aldo Grasso che esortava i tifosi a non fare di Cairo quel che accadde con Sergio Rossi. Non condivido. Con Rossi sbagliammo perché avevamo aspettative troppo alte (si arrivava da un decennio fatto di un campionato vinto, due secondi posti e un terzo posto in classifica ) e il Toro era comunque tra le prime 5.
    Con Cairo invece ci siamo fatti 5 anni in serie B, un solo derby vinto e troppe salvezze sofferte..
    il paragone con Rossi non regge. E non vedo perché bisogna affidarci ancora a Cairo solo perché c’è chi ha fatto di peggio come Cimminelli.
    Vorrei che il Toro fosse ceduto a un presidente serio e con un progetto chiaro e sufficientemente ambizioso.
    Chiediamo troppo ?

    Tornando a Belotti, mi auguro resterà a vita al Toro ma i presupposti oggi non ci sono. Spero solo che se parta vada in premier perché vederlo da avversario sarebbe troppo doloroso e ingiusto per noi.
    Anche se per giocarci contro dovremmo salvarci …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

      Mimmo@
      Chi ha insultato Longo è un idiota. E purtroppo anche tra i tifosi del Toro ci sono.
      Gli sciocchi sono ovunque caro Mimmo, nel Toro come nelle tifoserie delle altre squadre. ma ultimi in classifica ci siamo noi …
      Quindi per me la colpa è della società. Per l’80% e il resto di chi scende in campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Toroperduto - 3 settimane fa

    Domanda:

    Secondo voi perché il contratto non è ancora stato adeguato e rinnovato?
    E aggiungo già lo scorso anno?
    Non sarebbe stato un segnale per tutto l’ambiente?
    Compagni e tifosi compresi?

    Lo chiedo per cercare di capire, non sono uno dei suoi fans sfegatati né di quelli che dicevano che l’avrebbe venduto subito, è solo per capire la situazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Guevara2019 - 3 settimane fa

    Il Gallo è l’unico che stramerita immensa gratitudine,non c’è un tifoso che possa dire il contrario.
    Pensare che venga a giocare in serie b per giunta in una squadra allo sbando è una ipotesi che non sta in cielo, né in terra.
    Se poi ci sarà un miracolo a maggio,direi che valuterà lui se come canta Zero in una canzone,vorrà dedicare ancora i migliori anni della sua vita calcistica con questi scappati di casa incompetenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. otto88 - 3 settimane fa

    Belotti e’ l’unica bandiera rimasta ……perdere questo bandiera avrebbe significati profondi e laceranti…….significherebbe metaforicamente affondare del tutto. Ritengo che sia l’ultima chance da dare a Cairo ….rinnovo del capitano con conseguente svolta societaria…..o Cairo vende o comincia ad INVESTIRE nel TORO affidandosi alle persone giuste

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. abedinpele - 3 settimane fa

    Ha sempre dato tutto con umiltà, serietà, spirito di sacrificio e anche con le sue qualità tecniche che molti sminuiscono. Ai miei figli lo indico sempre come esempio da cui imparare, qualcuno l’ha criticato perchè non rilascia molte interviste, io preferisco la sua sincerità, piuttosto che giurare eterna fedeltà a chiacchere ha preferito dimostrare sul campo il suo attaccamento. Se, come probabile, vorrà abbracciare nuove sfide purtroppo è una scelta più che comprensibile vista la nostra situazione in caso contrario se rimarrà allora dobbiamo essergli molto riconoscenti. Resta e resterà in ogni caso nella nostra storia e ora è imprescindibile se vogliamo sperare di uscire da questo buco in cui ci siamo infilati. Grazie Gallo e FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granataLondinese - 3 settimane fa

    Che piaccia o no la caduta del toro di cairo e’ cominciata quando ha ‘forzato’ a tenere il Gallo con la clausola dei 100M, fece un annata al di sotto dei suoi soliti fantastici livelli e da li poi Cairo esagero’ confermando sempre piu’ gente (incluso un Falque che era chiaramente fuori dal progetto, con WM).
    Spiace dirlo, ma e’ ora di pensare ad un calcio piu’ adatto alla nostra dimensione, non credo che ci avrebbero mai dato 100M, ma magari al tempo 60M ci stavano tutti, specialmente all’estero, il problema pero’ e’ che se li spendeva in Zaza-Verdi allora ancora peggio (per esempio saremmo scesi in B l’anno scorso).

    Al Gallo auguro il meglio lontano da Torino, possibilmente in Premier, il campionato piu’ bello del mondo.

    Qui c’e’ solo miseria e mancanza di programmazione, il Gallo restera’ per sempre nella storia del TORO, ma non e’ il caso che si rovini la carriera a tirare la carretta per la Cairese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 3 settimane fa

      Io ce l’ho con Cairo, da lui e dalle sue scelte nascono i mali del Toro. Però una cosa va detta in assoluta franchezza: la parte peggiore della tifoseria, al solito, ci ha messo del suo. Perchè quando Cairo non “tarpava le ali a nessuno” veniva criticato ferocemente, nonostante Ventura ripetesse “non è importante chi parte ma chi arriva”. Cairo ha abbandonato quel solco per raccogliere consenso tra i tifosi e oggi ci ritroviamo così. Bisogna ammettere ognuno i propri errori e i tifosi non ne sono esenti. Così come non sono esenti da colpe per aver fatto precipitare la situazione ambientale, lo scorso anno, fischiando calciatori e Mazzarri anche quando vincevano, andando ad aggravare una situazione che già Cairo aveva reso difficile di suo. Purtroppo oggi vedo gli stessi atteggiamenti verso Giampaolo, la cui unica colpa è stata quella di essersi fidato delle promesse di Cairo. E prima di Giampaolo anche Longo ha dovuto prendersi la sua bella dose di insulti… Guardiamo sempre agli errori di Cairo ma non ci rendiamo conto che come tifoseria ci comportiamo come il suo migliore e più fedele alleato…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toroperduto - 3 settimane fa

        Sono cazzate Mimmo e lo sai benissimo, Cairo il consenso dei tifosi mai lo ha cercato
        Dai per favore non dire stronzate

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

      Mimmo@
      D’accordo noi tifosi abbiamo le nostre colpe. Ma la carenza della struttura societaria e l’immobilismo nelle ultime sessioni di calciomercato non sono certo da imputare a noi.
      Se siamo ultimi non è colpa nostra. E allo stadio non ci andiamo da quasi un anno …Pertanto l’ambiente direi in tutto il 2020 non è stato rovinato dai tifosi che fischiano. Ormai sembriamo come la storiella del paziente malato e dei troppi medici intorno: alla fine il malato muore
      Io sostengo che se a gennaio Cairo acquista due o tre giocatori titolari e adatti al mister e cede due o tre scontenti, ci salviamo facile. Se invece restiamo così o prendiamo rincalzi sarà molto molto dura.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 settimane fa

        Non ho detto che la colpa è tutta dei tifosi. Ho scritto che siamo complici di Cairo, la spalla perfetta, perchè ai danni che fa lui aggiungiamo sempre i nostri, assolutamente gratuiti e senza senso come gli esempi che ho citato. Lui ci marcia alla grandissima e continua a fare quel che vuole, tanto potrà dire “vendevo e rompevate le palle, non ho venduto e le avete rotte lo stesso, non volevate Ventura e vi ho preso uno d’assalto come Mihajlovic, vi siete bruciati e vi ho ripreso un allenatore concreto, lo fischiavate e vi ho preso un cuore Toro, lo avete coperto d’insulti e vi ho preso uno da calcio champagne, Quagliarella non ha esultato e ve l’ho venduto, Soriano ha messo il like ai gobbi e l’ho silurato…. mi fermo. Capito il concetto?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Athletic - 3 settimane fa

          I tifosi avranno anche le loro colpe, ma tutto quello che hai scritto, e purtroppo è tutto tristemente vero, è un comportamento da schizofrenico. Ora, che i tifosi siano umorali, ci sta … sarà sbagliato, d’accordo ma succede da sempre in tutte le tifoserie, e appunto siamo semplici tifosi … ma non è accettabile lo sia la dirigenza, che invece è composta da professionisti. In breve, che sia schizofrenico il paziente, ci sta … ma che invece sia schizofrenico il dottore, questo è grave.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Toroperduto - 3 settimane fa

            Ma infatti Mimmo ha detto una cazzata.
            Cairo ha sempre sbagliato perché è un presuntuosoegocentrico del cazzo, anche perché come fa a volere fare le cose per accontentare i tifosi che non ce n’è uno che dice la stessa cosa dell’altro.

            Poi i tifosi hanno altre colpe.

            Mi piace Non mi piace
    3. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

      Mimmo @
      Si, è chiaro. Hai un po’ esasperato il concetto ma è chiaro.
      Longo però non mi risulta sia stato contestato.
      Soriano non ci ha mandato in malora con la sua partenza.
      Sinisa il secondo anno aveva perso un po’ di mordente e di lucidità.
      Su Quagliarella abbiamo sbagliato noi tifosi. Me compreso.
      Mazzarri ha iniziato a settembre fra l’entusiasmo generale e non siamo stati noi tifosi a non voler nessun rinforzo nè abbiamo dato noi il via alla grana N’Koulou…
      Qualche fischio di troppo allo stadio c’è stato, vero, e condanno chi lo faceva a partita in corso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 settimane fa

        Daniele, e come si sarebbe potuto contestare Longo in pieno lockdown? Mi riferisco alla valanga di offese e insulti che si è beccato sul sito.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toroperduto - 3 settimane fa

          Mimmo fai cadere veramente le palle quando scrivi così.
          Dove c’è internet ci sono insulti e voi saranno sempre in ogni ambito per cui non dire ste cazzate.
          I problemi della tifoseria ci sono e sono altri non l’insulto che puoi leggere qua sopra.
          Anche perché ti dò questa chicca la maggioranza dei tifosi non scrive qua sopra quindi stai sereno.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. drino-san - 3 settimane fa

    Gli auguro di andare a giocare in Premier perché può starci alla grande. La serie A non é un campionato serio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FVCG77 - 3 settimane fa

      Io gli auguro di restare al Toro. E in un Toro alla sua altezza. Punto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Gigiotto - 3 settimane fa

    Se sarà serie B è giusto che vada. Se poi, in caso di salvezza, si renderà conto che con Cairo poco o nulla cambierà allora che vada. Certo anche per lui sarà difficile essere protagonista in altri club, soprattutto se andrà in un un Top, perché sarà uno dei tanti, quindi molta panchina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Mimmo75 - 3 settimane fa

    Capitano, siamo nelle tue mani. Stringile forte sulle gonadi presidenziali: non rinnovare fin quando non farà le cose per bene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 3 settimane fa

      Se aspetta che le faccia x bene non rinnoverà mai

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy