Calciomercato Torino: occhi su Santiago Ascacibar

Calciomercato Torino: occhi su Santiago Ascacibar

In entrata / Il giovane “volante” argentino è stato osservato in patria da emissari granata. I buoni rapporti con l’Estudiantes possono aiutare. Sul giovane anche il Bologna e altri club europei

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Con soli 19 anni ma già 28 partite disputate con la maglia dell’Estudiantes (e un’esperienza da protagonista alle Olimpiadi di Rio con la maglia dell’Argentina), Santiago Ascacibar è uno dei giovani centrocampisti più interessanti che propone il calcio argentino. Non a caso, sono già parecchi i club europei che hanno posato gli occhi su di lui. Di statura non eccelsa (168 cm) ma molto ben strutturato, unisce a una grande grinta e determinazione la capacità di giocare il pallone con precisione, che fa di lui un perfetto “volante” davanti alla difesa.

Cresciuto nelle giovanili dell’Estudiantes, ha debuttato in Primera Division nel febbraio di quest’anno, lanciato da mister Nelson Vivas (chi ha più memoria lo ricorderà dal 2001 al 2003 in Italia, con la maglia dell’Inter). E non ha più lasciato il posto da titolare. Sedici presenze nella scorsa stagione, più due in Copa Sudamericana, dieci partite in questa. E in mezzo le Olimpiadi vissute da protagonista: tre partite giocate da titolare. E nonostante non sia stato un torneo felice per l’Argentina Olimpica, Ascacibar si è fatto notare, agli occhi di tanti addetti ai lavori. Zenit San Pietroburgo, Marsiglia e Real Sociedad sono da tempo sul giocatore; in Italia c’è il Bologna, con Bigon particolarmente colpito da giocatore. Ma anche il Torino. Il club granata torna a mettere gli occhi sul mercato sudamericano. Infatti, emissari granata sarebbero stati presenti a La Plata, lo scorso 17 dicembre, nella gara che l’Estudiantes ha perso 1-2 in casa contro il Defensa y Justicia: Ascacibar ha giocato, tanto per cambiare, novanta minuti.

Temperamento, zero timori reverenziali, una grinta da Toro e piedi molto educati nella prima costruzione, con un destro assolutamente non disprezzabili: Ascacibar è ritenuto da molti addetti ai lavori un ragazzo già pronto per un’esperienza europea, naturale approdo per i giovani argentini più promettenti. E’ un giocatore che può far comodo al Toro e le relazioni sono più che buone. I granata potrebbero sfruttare i discreti rapporti con l’Estudiantes (i vertici del Toro e del Pincha si sono conosciuti in occasione della cessione in prestito di Sanchez Mino), anche visto e considerato che, essendo un classe 1997, il giocatore non occuperebbe un posto nella Lista a 25. Ora il Toro deve decidere se scommettere subito o puntare al momento su giocatori già abituati al campionato italiano, bloccando nel contempo giovani talenti come Ascacibar per lasciargli passare ancora sei mesi nel campionato di casa, come fatto in passato per Lucas Boyè. In ogni caso, per sferrare l’attacco al giocatore occorrerebbe anticipare i tempi: la concorrenza è tanta.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rock y Toro - 4 anni fa

    Al 1 febbraio acquisti: un centrale a parametro zero, rientro di avelar e di Parigini in attacco, cessioni: Martinez e bovo. Si accettano scommesse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. policano1967 - 4 anni fa

    il fatto e che son troppi i nomi fatti ma di concreto nn ce nulla.i gobbi anche se primi in classifica e con pochi problemi in rosa si sono mossi in anticipo su tutti e portando a casa buoni acquisti vedi caldara e probabilmente gagliardini.poche parole e tanti fatti.viceversa a noi servono giocatori e probabilmente e se arriveranno sara negli ultimi giorni di mercato ovvero giocheremo ancora 4 partite con gli attuali.sranno anche nomi venuti fuori dai giornali ma la veo dura a pensare come rinforzo giocatori semisconosciuti e per di piu in un campionato difficile come il nostro.sara pur vero che petrachi ha portato peres e boye,ma nn dimentichiamoci che ha portato anche sanchez mino e martinez..quindi.nn arrivasse nessuno io sarei contento per il campionato che stiamo facendo,ma se poi sento parlare di europa con questa rosa…be nn so che dire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. forzatoro39 - 4 anni fa

    con il carosello di nomi non mi sembra che Petracchi vada a fari spenti anzi mi sembra che ci sia luce piena !! Credo che i nomi proposti siano quelli che sicuramente non tratta !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FVCG'59 - 4 anni fa

    19 anni, 168cm: questo sarebbe pronto per la serie A mentre Lucas Boyé no? Ma fatemi il piacere: se questi sono gli scoop e gli obiettivi del Toro, meglio tacere e scrivere d’altro…
    Ci vuole il fisico nel calcio moderno, non lo avete ancora capito dopo quello che l’attuale centrocampo ci ha fatto vedere?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dukow79 - 4 anni fa

      Medel è piccolo, ma picchia come un fabbro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FVCG'59 - 4 anni fa

        Medel non lo vorrei neanche gratis: sarà mica un calciatore?…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ospunda - 4 anni fa

      Verratti, 168cm scarsi. Dipende dal tipo di giocatore. Ovviamente non conosco questo Ascacibar.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FVCG'59 - 4 anni fa

        Intanto, anche Verratti è più out che in campo ma ve questo argentino fosse qualitativamente come lui, non lo prenderebbe di sicuro il Toro…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy