Mihajlovic compie 50 anni e ripercorre la sua vita: “Rivivrei tutto nello stesso modo”

Mihajlovic compie 50 anni e ripercorre la sua vita: “Rivivrei tutto nello stesso modo”

L’ex allenatore del Toro ha concesso una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport in occasione dei suoi 50 anni

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

È un Sinisa Mihajlovic a tutto tondo, senza maschere, quello che si è raccontato alla Gazzetta dello Sport in una lunga intervista in occasione del suo 50º compleanno. Dalla famiglia al calcio, passando per le origini e la guerra, sono tanti gli spunti offerti dall’attuale allenatore del Bologna ed ex del Torino. Di seguito riportiamo i passaggi più significativi.

“Ho 50 anni ma penso di averne già 150, per tutto quello che ho già vissuto. L’adolescenza in Serbia, la carriera, l’Italia e le tante città, sei figli, la povertà, i successi, l’agiatezza. Ma anche due guerre, le ferite, le lacrime… Oggi se mi guardo indietro posso dirlo: Sinisa, quanta vita hai vissuto!”

“Mio padre faceva il camionista è morto a 69 anni, di tumore ai polmoni. Quando se n’è andato io non c’ero. Ci penso tutti i giorni. Durante la guerra lo imploravo di venire in Italia ma volle restare nel suo Paese. Vorrei potesse vedere come sono cresciuti i suoi nipoti. Quando si parla di sogni non penso ad alzare una Champions League o uno scudetto. Il mio è impossibile: poter riabbracciare mio padre.”

“Poco più di un anno fa io e Arianna stavamo aspettando un altro figlio. Purtroppo la gravidanza si è interrotta. Mia moglie ci soffre, lo so, lo vedo. Io nel dolore penso che forse abbiamo già avuto tutto come genitori. Ma di notte prima di addormentarmi il pensiero corre sempre lì.”

Poi un cenno ai tanti derby disputati in carriera, incluso quello della Mole da allenatore:

“Quello di Belgrado non è paragonabile a nessun altro, è molto di più di una partita. L’atmosfera del Marakanà è qualcosa che non si può spiegare. Quello di Milano è la nobiltà del calcio. A Roma è sfottò tutto l’anno. A Genova le coreografie più belle. A Torino vibra la voglia granata di ribaltare le gerarchie”.

Infine la nuova ripartenza da Bologna e un bilancio in cui non c’è spazio per i rimpianti e in cui anche gli errori e i fallimenti sono importanti ed insostituibili:

“A Bologna ho cominciato la carriera da allenatore, considero Bologna una ripartenza: farò di tutto per salvarli. Rivivrei tutto, nello stesso modo. Anche gli sbagli. Perché non esistono vite perfette. E sarebbero pure noiose. Se oggi sono quello che sono è anche grazie a qualche errore. Ho vissuto questi 50 anni come volevo io”
21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. terramocciapaol_13983634 - 6 mesi fa

    Tanti auguri Mister!
    Massimo rispetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ACT1906 - 6 mesi fa

    Tanti auguri Mister
    FORZA TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. lello - 6 mesi fa

    Auguri Mister.
    Non farci scherzi a Torino e in bocca al lupo per tutte le altre partite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14010470 - 6 mesi fa

    Concordo tutto il bene x l’uomo Sinisa peccato che aveva una difesa scarsa e con il suo gioco era un suicidio,unico errore non aver voluto Zapata x poi andare a prendere quella bestia di Niang all’ultimo giorno comunque auguroni.Roby

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Kieft - 6 mesi fa

    Sicuramente mi sono divertito di più con lui che non con mazzarri ma ventura l’ho preferito a entrambi ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robertozanabon_821 - 6 mesi fa

    Auguri Sinisa. Con te mi sono divertito di più e penso che con questa Squadra (con Lijaic) avresti fatto meglio di ora. Nell’affare Niang credo ci sia stato lo “zampino” di Cairo, allettato da un suo possibile rilancio, in chiave “plusvalenza”. Non lo sapremo mai, date le pesanti “penali” previste in sede di contratto. Il tuo Bologna gioca a calcio e a Roma non meritava di perdere. Bravo. Ciao Capitan Fracassa, ricordati di Noi e di coloro che non pensavano, come oggi, di rimpiangere il tuo coraggio e la tua “sfrontatezza” un po’ spaccona ma piena di “vita”. Ancora Auguri e Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alexku65 - 6 mesi fa

      Grande Roberto. Approvo e sottoscrivo. Come l’avessi scritto io.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. alexku65 - 6 mesi fa

      Anzi aggiungerò una cosa. Sinisa mi ha fatto tornare l’orgoglio di essere granata. E per questo gli sarò sempre grato. Al di là dei limiti del caso e legati al personaggio. Dopo gli anni bui, dopo il nanismo e antipatia Venturiana e prima del vittimismo ebete di Mazzarri grazie a lui ho coltivato di nuovo aspettative di una piccola grandezza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Carlin - 6 mesi fa

    Grande Miha auguri!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Kieft - 6 mesi fa

    Vuoi dire che rimetteresti ancora il quinto attaccante a 5 minuti dalla fine in quel derby che stavi pareggiando ???? Nooo allora non imparerai mai …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. ALESSANDRO 69 - 6 mesi fa

    Auguri Mister,sei un Uomo schietto e secondo me i ragazzi ti hanno davvero voluto bene. Tatticamente potevi essere discutibile, eppure a me piacevi…..In bocca al lupo per la tua carriera…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. rokko110768 - 6 mesi fa

    Sicuramente alcuni limiti tattici, soprattutto in difesa. Un errore l’investimento su Niang, un’idea di calcio molto Granata che oggi sta proponendo bene al Bologna con i mezzi limitati che la società rossoblu ha.
    Sicuramente un Mister che tende a logorare ed in tempo non lungo lo spogliatoio ma anche meglio di altri improvvisati molto di più.
    Al Toro aveva finito il percorso, gli auguro comunque Buona Vita perchè è persona diretta e sincera come non accade nel mondo del calcio attuale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bischero - 6 mesi fa

    Aveva la difesa che ha deciso di avere. C erano Sirigu nkoulou desilvestri e barreca. Invece di far spendere 18 milioni per niang poteva chiedere un difensore più forte di castan con quella cifra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. r.ponzon_13686323 - 6 mesi fa

    Auguri mister,
    dopo anni di sonnolente giro palla nella ns area imposto da mister Libidine, avevamo bisogno di te; non sei stato amato dai tifosi granata (credo per lo più per le tue idee politiche) ma la tua spregiudicatezza – seppur eccessiva – ci ha restituito orgoglio e passione.
    Sei uno da TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Vanni (CAIROVATTENE) - 6 mesi fa

    Grazie Mister. Eri più da Toro che da cairese; con la difesa che avevi hai fatto miracoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. iard68 - 6 mesi fa

    Una persona sincera e tutta di un pezzo. Questo è innegabile e vale una bella fetta di stima e i miei auguri sinceri per presente e futuro. L’allenatore e pure l’uomo allenatore (nelle reazioni, nella comunicazioni), lasciano tanto a desiderare… Come tale non lo rimpiango, anche se, ironia della sorte, Mazzarri è forse anche peggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Toscotoro - 6 mesi fa

    Auguri Sinisa. Ho visto il Bologna con l’inter e con la Roma, 2 grandi partite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Granata - 6 mesi fa

    Auguri Mihajlovic personaggio schietto e spesso fuori dalle righe ma sempre onesto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. RobyMorgan - 6 mesi fa

    Grande Sinisa, ti ho criticato come eri l’antitesi della tattica, ma mai odiato, anzi amato per l’emozioni che ci hai regalato con le tue partite, almeno ci esaltavi e pensavamo e provavamo a battere tutti.
    Auguri perché Tu riesca a salvare il Bologna, commovente il ricordo di tuo padre, so che sei sincero, buona fortuna Sinisa.
    FVCG SEMPRE!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. prawn - 6 mesi fa

    Un pazzo scatenato con la tattica ma la storia mi/ci ha insegnato che alla fine l’allenatore fa quello che puo’, la verita’ e’ che ha valorizzato Iago, Ljacic, il Gallo e anche Edera alla grande.
    La difesa era un colabrodo, l’ho insultato a manetta, ma e’ anche vero che gli hanno rifilato Ajeti, Carlao, Hart era un gran personaggio ma lontano da Sirigu, Rossettini, Molinaro ha finito col fare il titolare per tante partite…

    Non so quanto avrebbe fatto meglio con la bella difesa di oggi, forse un po’ o forse non li avrebbe manco chiesti visto che sembrava chiedere solo attaccanti.

    Quello che so e’ che seppur con le incazzature e con gli svarioni difensivi avevamo piu’ o meno gli stessi punti, la stessa posizione in classifica e in un tot di partite erano goduria pura, molti alti e bassi. Ora si dorme, si e’ costanti… Si gioca male a calcio, gli attaccanti fanno gli stoppers.

    Il cambio GPV > Miha > Mazzarri in generale non ha senso, come societa’, come pianificazione (in contrasto con la tanto sbandierata crescita), e’ come se una societa’ puntasse sul diesel, poi sull’elettrico e poi tornasse al carbone, troppi cambi di mentalita’ / strategia in campo.

    Quindi Auguri Miha, in bocca al lupo col Bologna, magari mi guardero’ lo scontro diretto col Torino per vedere il confronto Mazzarri Difesa e Miha solo Attacco e per vedermi Edera e Soriano in azione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Bilancio - 6 mesi fa

    Grazie Mister.
    Auguri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy