Serie A, la classifica: il Torino è terzultimo

Campionato / I pitagorici accorciano sul Torino, il Parma esce indenne dal Mapei e sfiora la vittoria

di Redazione Toro News
Classifica Serie A

Brutte notizie per il Torino in ottica corsa salvezza. Il Crotone strapazza il Benevento 4-1 (gol della bandiera di Iago Falque) e si porta a un punto dai granata. Nell’altra partita delle 15 il Parma viene recuperato all’ultimo secondo dal Sassuolo di De Zerbi grazie alla rete di Djuricic nel finale. I ducali così agganciano il Torino in classifica. Unico risultato che sorride ai granata in ottica corsa salvezza è la pesante sconfitta della Fiorentina al Diego Armando Maradona contro il Napoli per 6-0. Alle 18 il Genoa ha affrontato al Gewiss Stadium l’Atalanta ed è uscita indenne dal campo della Dea, strappando un punto importante in chiave salvezza. Il Torino al momento è penultimo e aspetta il cambio di allenatore in panchina. Nell’ultima gara di giornata l’Inter batte 2-0 la Juventus e aggancia il Milan al primo posto. I rossoneri domani sfideranno il Cagliari, che al momento si trova a un punto dal Toro.

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renatoponzzo - 1 mese fa

    avevo scritto che giampy non doveva mangiare il panettone ma neanche la zucca di hallowen…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ciccio76 - 1 mese fa

    Salvarsi quest’anno è come vincere un gran premio della montagna con una bici del 1945 di 25 kg. Comunque dobbiamo provarci e anche se in ritradissimo il “ maestro “ è stato cacciato. Il momento adatto era prima della piccola sosta natalizia, ma braccino corto non solo non capisce un caz…. di calcio è anche un supponente orgoglioso del caz… ( sempre quello) della serie “ io non sbaglio mai “.Purtroppo non possiamo cacciare i suoi pupilli ma solo sperare in un miracolo che qualcuno se li raccatti. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Junior - 1 mese fa

    Abbiamo due obiettivi: salvarci dalla B ed il presidente che passa la mano. Da quel momento si potrà gioire. Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LeoJunior - 1 mese fa

    Il primo acquisto che possiamo fare è quello di avere i nostri giocatori almeno al loro livello. Per quanto non sia eccelso, non è quello visto fino a qui.
    Da lì si deve ripartire. Squadre alla portata ce ne sono, si tratta di svoltare.
    E qui l’incognita è grande. Saprà Nicola riaccendere la luce? Io credo che l’aspetto mentale sia preponderante ma non bastano i calci nel didietro, dovrà trovare le corde giuste da toccare.
    Poi sul mercato un paio di acquisti mirati.
    Non servono (e non possiamo permettercelo) fenomeni ma buoni giocatori nei ruoli giusti
    Forza Nicola! Forza tutti noi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Junior - 1 mese fa

      Nicola ha un compito più difficile di Longo: mentre Moreno ha curato un malato Davide cura una ricaduta, quindi più grave. Speriamo bene.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. miele - 1 mese fa

    Viste le partite delle nostre rivali, anche il sollievo per la sostituzione di Giampaolo sta scomparendo. Quelle delle altre che dovevano darsi una mossa lo hanno fatto ben prima di noi. Ora per Nicola sarà una corsa ad inseguimento, probabilmente senza ottenere nulla dal mercato. Cairo non si smentirà: se arriverà qualcuno sarà solo fumo negli occhi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ciroa974 - 1 mese fa

    Ancora la salvezza è possibile, la distanze con le altre squadre è minima. Tutto dipende da come si conduce questa sessione invernale di mercato e se si riesce a stimolare come è giusto i giocatori, che sono in uno stato pietoso. Verdi e Zaza per ora in panca, please; si facciano giocare giovani motivati e che corrono

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. miele - 1 mese fa

    E adesso, tutti a tifare per Atalanta e Milan. Purtroppo , per ora , non ci resta che sperare nelle disgrazie altrui, in attesa che Nicola riesca a capire cosa è questo Toro, e non solo la squadra, ma tutta la società. Ci vorranno alcune partite perchè ciò accada, queste potrebbero essere fatali e sarebbe un’ulteriore colpa da addebitare a Cairo il temporeggiatore che nel frattempo dovrebbe (avrebbe già dovuto) rinforzare la squadra nei ruoli che ormai conosciamo tutti. Per ora si è limitato a vendere, lo farà ancora e spero che riesca a piazzare altrove Zaza e Verdi, anche se è quasi impossibile che qualcuno li voglia, manco gratis.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Alfredo - 1 mese fa

    Giustissimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Brutte bruttissima olla miseria..meglio invece per me che il crotone ha dato una bella ridimensionata al benevento che se avesse vinto sarebbe stato fuori del tutto da li sotto..son messi bene come classifica comunque ma finché non si è a 40 o nei pressi squadre così non possono stare tranquille..e poi ragazzi il Parma stava vincendo a 30 secondi dalla fine e sarebbe andato a 15..invece il pareggio lo tiene li a 13..magra consolazione per carita’ ma scrivere brutta bruttisima dico se vinceva pure il Parma che scrivavate???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alfredo - 1 mese fa

      Giustissimo tutto. Soliti titoli ottusi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cuore granata 69 - 1 mese fa

        Appunto…ottusi e catastrofisti..siamo messi malissimo lo capiscono pure sassi e questi mi pare facciano apposta a metterci pure dei carichi..nessuno credo sia contento,ma un po di obbiettività non guasterebbe

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. NEss - 1 mese fa

          Adesso va di moda dire che e’ tutto al peggio e la retrocessione e’ gia’ decisa. Che vuoi farci.

          E’ la stessa moda che porta a gridare titoli strepitosi se un giocatore segna due volte o se la squadra fa 3 vittorie di fila.

          Pacatezza e obiettivita’ non portano click. Ovunque

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. gianTORO - 1 mese fa

            click.

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy