Quello che manca al Toro di Giampaolo

Quello che manca al Toro di Giampaolo

Il Granata Della Porta Accanto / Tempo e pazienza saranno gli elementi su cui non potrà contare il nuovo tecnico…

di Alessandro Costantino

Se dicessi di essere un grande fan di Marco Giampaolo, non sarei sincero. Il suo ingaggio non mi ha fatto fare i salti di gioia, fondamentalmente perché lo ritengo un allenatore che, al di là dei numerosi esoneri subiti in carriera (praticamente ovunque sia stato…), non pare abbia la capacità in generale di gestire la pressione e le aspettative di un ambiente. E al Toro, l’ambiente non si gestisce da solo purtroppo. Che poi sia un maestro di calcio e un esteta del bel gioco non lo metto in dubbio, ma ad alto livello questo va coniugato con la ricerca dei risultati ed il raggiungimento degli obiettivi. Per fare l’insegnante e ricercare il bel gioco fine a se stesso ci sono le giovanili, al limite… Detto questo, Giampaolo siederà sulla nostra panchina nella prossima stagione, per cui non gli farò mancare il mio tifo ed il mio appoggio, perché i suoi successi saranno anche i nostri ed il bene del Toro, per me, viene prima di tutto. Lascerò in un cassetto il pensiero che forse sarebbe valsa la pena puntare su di un profilo più giovane e con più personalità come De Zerbi o Juric, facendo uno sforzo economico per liberarli dalle loro società se davvero ci fosse stata la voglia di creare un progetto tecnico ambizioso di medio periodo, e mi concentrerò su ciò che di positivo potrà portare Giampaolo al Torino. Di sicuro l’idea di avere un tecnico che penserà più a costruire che a distruggere gioco è una cosa che stuzzica l’appetito a noi tifosi dopo il “digiuno” di fantasia che ci ha fatto “patire” mister Mazzarri. Il secondo elemento positivo è più che altro un augurio, quello che Giampaolo si sia fatto dare da Cairo delle garanzie tecniche sul mercato che si sta mettendo in moto: senza di quelle, cioè l’acquisto di giocatori funzionali al suo credo, sarà davvero dura per lui incidere pesantemente sulla squadra, specie se la rosa rimarrà di fondo la stessa di quest’anno.

LEGGI ANCHE: Toro, la riscossa dei singoli?

LEGGI ANCHE: L’orbo che sarebbe re nel calcio dei progetti “ciechi”

Quello che invece mancherà al Toro di Giampaolo saranno due cose: il tempo (per plasmare la squadra secondo il proprio credo calcistico) e la pazienza (dei tifosi). L’allenatore ex Milan, si ritroverà a partire per il raduno con l’80% della squadra poco adatta al suo gioco e priva di alcune pedine fondamentali, dal regista ad un esterno basso di difesa, per non parlare della probabile necessità di reperire un portiere affidabile se Sirigu dovesse andare via. Il tempo è pochissimo per lavorare sui meccanismi di gioco (quattro settimane scarse prima dell’inizio del campionato) e anche la tanto sbandierata celerità sul mercato promessa dalla società per “accontentarlo” rischia di finire sulla lunga strada lastricata di buone intenzioni rimaste tali, secondo quanto ci ha abituato il presidente in questi quindici anni. Se il fattore tempo non gioca a favore di Giampaolo, neanche il fattore pazienza potrà essere d’aiuto al nuovo tecnico granata: la piazza è stufa di vedere la società far fare il passo del gambero agli obbiettivi sportivi del Torino in nome dello scudetto del bilancio, aspetto importante, per carità, ma che non dovrebbe essere preponderante quando c’è la possibilità di fare il salto di qualità a livello di risultati… La pazienza è finita, in quindici anni Cairo si è giocato praticamente tutti i bonus di credibilità con la piazza ed oggi chi ne farà le spese, anche ingiustamente, sarà proprio Giampaolo se la stagione non prenderà da subito una piega favorevole. Acquisti azzeccati, punti nelle prime giornate e una parvenza di bel gioco saranno le armi con cui Giampaolo potrà far breccia nel cuore di una tifoseria ridotta al cinismo negli ultimi anni da molte scelte incomprensibili della società. Tifiamo tutti Giampaolo, non perché sia Guardiola, ma perché tutti ci auguriamo che possa dare una svolta al Toro, almeno sul campo. Per quella fuori, invece ci toccherà aspettare ancora.


Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finchè non è finita.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

50 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

    Cosa manca? Boh
    Una squadra?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. neleserra - 1 mese fa

    Sono un tifoso del Toro, nel bene e nel male, da più di 50 anni. Non riesco a capire perchè tutta questa ostilità nei confronti di Gianpaolo. Forse tanti pensavano della riconferma di Longo, il quale ha fatto grandi cose al Toro, insieme a Mazzarri. Eppure all’arrivo di Mazzarri al Toro, tutti erano entusiasti. Adesso, ancor prima di iniziare, sia in forma “sottile”, come ha fatto l’autore dell’articolo, sia in forma più convinta, come stanno facendo tantissimi “tifosi”, senza motivo, già criticano il nuovo allenatore. Scusate, ma continuo a non capire!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabio19 - 1 mese fa

    Detto che i problemi cruciali per il Toro siano due, perchè non subirne soltanto uno? Manca il tempo, e questo ci sta, perchè il tempo per costruire qualcosa è sempre poco ma, proprio per questa consapevolezza, perchè non avere la pazienza di concederlo a chi sta lavorando? Se il pericolo lo si conosce lo si può anche evitare e, se si ritiene tale l’insofferenza della tifoseria, penso sia cosa sensata non fomentarla ulteriormente.
    Il momento del Toro è questo, non si potrà certo migliorare con il nervosismo e le intemperanze che, se anche comprensibili, non saranno certo d’aiuto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Stufodellamediocrita' - 1 mese fa

    Ma cosa deve mancare? Tra due giorni parte il ritiro e ancora dobbiamo imbastire una squadra degna di questo nome: manca il centrocampo, probabilmente dovremo cambiare portiere e la difesa non si capisce ancora da chi sarà composta. Sono colpe di Giampaolo queste? O è l’eterna approssimazione che contraddistingue questi 15 anni di presidenza? A leggere i soliti noti la colpa può essere dell’allenatore di turno o dei tifosi, l’unico vero artefice del NULLA sportivo di questi tre lustri è ancora difeso, giustificato, osannato.
    Aspettiamo, vedremo, è presto per giudicare, portiamo pazienza: ormai i bonus stanno a 0, con UC questa è la situazione e questa rimane: MEDIOCRITA’ ASSOLUTA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. eurotoro - 1 mese fa

    “quello che manca al Toro di Giampaolo “…un trequartista vero ed il suo sostituto!..il resto c’è già : seconda punta verdi/jago…punta belotti/zaza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. LeoJunior - 1 mese fa

    Toroperduto, credo tu non abbia colto il senso del mio intervento. Certo che ogni acquisto è uno “scarto” di altre squadre ma era proprio quello il messaggio per chi definisce scarto ogni acquisto proposto.
    Gli altri esempi sono sempre finalizzati a smontare questo modo di criticare.
    Anche gli scarti possono rivelarsi buoni acquisti.
    Müller era un esempio attuale di un non giovane giocatore che dice ancora la sua. Questo per dire che l’età non sempre è una variabile significativa.
    Detto questo, poi conta certamente il contesto, si tecnico che “ambientale”.
    Attenzione che in quello “ambientale” rientra sia la
    società (come giustamente dici tu) ma anche i tifosi. Partire come scarto, bollito, vecchio non è un buon modo per far sentire vicina una tifoseria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      Sì ma per favore però piantiamola con questa solfa della peggiore tifoseria ecc ecc a Milano hanno dichiarato bolliti profili nettamente superiori a quelli che prendiamo qui e che potremmo definire bolliti.
      E dai su sta cosa sta diventando imbarazzante abbiamo una presidenza vergognosa e scandalosa che ha distrutto e distruggerà sempre più e devo leggere i commenti eh ma il tifoso del Toro qua il tifoso del Toro là.

      Guardiamo in faccia la realtà dei problemi che non sono i tifosi ed i tifosi lo sono ancora meno un problema se si tiene conto, al netto di ogni discorso sul gioco e sui risultati, dell’atteggiamento della società nei loro confronti.
      Mai nessuna presidenza si è comportata in questo modo.

      Per cui oggi come oggi ci va del coraggio ma tanto coraggio a chiedere qualcosa al tifoso del Toro.

      Ti inviterei a riandare a leggere le dichiarazioni di Cairo quando arrivò e nel corso degli anni perché forse troppa gente qua se le è dimenticate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. periodista - 1 mese fa

      Per piacere, a tutti i tifosi granata, aprite gli occhi.

      Sono passati sedici anni e il giornalaio di masio ha continuato ad arricchirsi imprenditorialmente, facendo affari con la “fammigghia” ed affossando (e continuando tutt’ora ad affossare) quel che resta del Toro e i suoi tifosi.

      Non avete ancora imparato nulla ?

      UCG e Toro Club di mezza Italia lo stanno contestando in maniera ferma e decisa e vogliono che se ne vada.

      Ma in che cosa credete o sperate quest’anno ?

      In una ripartenza, in un riscatto, in un progetto, in un obiettivo sportivo di rilievo, in un piazzamento EL ?

      Ma la state seguendo questa farsa che vorrebbero chiamare campagna acquisti ?

      Scarti, bolliti, svincolati, parametri zero, ecc.

      Biglia ? Un giocatore rotto, uno scarto ormai, che non aspetta altro che l’occasione per percepire l’ultimo ingaggio dorato (la cosiddetta pensione) prima del suo ritorno in Argentina.

      Gli altri nomi, poi, sono da brivido.

      Per cortesia cercate di aprire gli occhi, anzichè difendere l’indifendibile e fare la “guerra de poveri”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. nicodeimos8_13775722 - 1 mese fa

        Direi petriccione (5 milioni pagabili in 10 anni), il ritorno in prestito per 6 mesi di sanchez pino per aumentare il tasso tecnico del giá valido centrocampo, ujkani e brignoli (in prestito con diritto di riscatto a metá prezzo e preso all’ultimo secondo) a contendersi la titolaritá con rosati, e direi bene.. Quest’anno ci divertiamo.. Sempre forza toro.. Arriveremo in luoghi piú adeguati

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. TOROPERDUTO - 1 mese fa

    Cosa manca?
    Be’seguendo i fautori dell’annata sfigata solo tanto culo e siamo a cavallo no?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mimmo75 - 1 mese fa

    Articolo lucidissimo che fotografa perfettamente la situazione. Abbiamo un allenatore caratterialmente poco incline al compromesso, esigente e per nulla capace/disposto ad accettare le critiche quando sa di essere nella ragione. Profilo che mal si sposa con la peggior tifoseria d’Italia. In quanto a Cairo sarei meno severo: tutti possono sbagliare ed è giusto concedere una sedicesima possibilità…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      ah ah ah no dai su 16 ricordo il primo anno in b grande entusiasmo 60.000 al delleAlpi col mantova (io c’ero)…2 l’anno dell’Europa league con ventura…3 l’anno buono di mazzarri!…direi bene siamo alla tredicesima!..che tristezza agghiaggiande.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Nero77 - 1 mese fa

    Cosa manca?Dall acqua fino al sale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Sig. Bertu62 per completezza di informazione riporto per intero l’articolo apparso zu altra testata. Buona lettura arrogante ed indisponente signore.
    “Comincerà ufficialmente domani la stagione della Primavera del Torino, ancora da costruire e ricca di elementi provenienti dall’Under 18 che nell’ultimo anno ha disputato un campionato di livello davvero pessimo. Si riprende dunque dopo lo stop definitivo con largo anticipo per via del Coronavirus che ha interrotto tutte le attività giovanili. Oltre all’ufficializzazione del nuovo tecnico che ancora non è arrivata, si dovrà lavorare sui rinforzi alla rosa e soprattutto sulla scelta dei rispettivi fuoriquota. La squadra si ritroverà per i primi allenamenti di rito ed il successivo trasferimento ad Orbassano per il ritiro precampionato.”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 1 mese fa

      Ho smesso di lavare la testa di quelli che non la vogliono pulita, fattene una ragione, “articolo ZU altra testata”..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Risponda nel merito e non si attacchi ad un errore di battuta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. LeoJunior - 1 mese fa

    Il mio commento esula dall’argomento dell’articolo anche se può richiamare al problema della mancanza di pazienza dei tifosi.
    Ai numerosi soloni e depositari di verità assolute vorrei ricordare che quanto sta accadendo in EL e CL ci conferma che il calcio non è una scienza esatta. Spesso gli “scarti” non sono tali e i vecchietti spesso regalano sorprese. Vi faccio notare che il Siviglia è in finale con una squadra costruita da Monchi (che la Roma a giubilato per prendersi Perrachi…), con i goal e le prestazioni di Banega, Suso e Ocampo tre SCARTI di Milan Inter e Genoa che se ci avessero offerto in blocco avremmo riempito il sito di commenti e insulti. Il Lione rischia la finale di CL con in panca uno scarto della Roma come Garcia che ha fatto pelo e contro pelo ai guru Sarri e Giardiola. Che il Bayern qualche vecchietto come Müller in squadra se lo tiene.
    Prima di giudicare cerchiamo di capire perché dei giocatori hanno fallito e come sono stati utilizzati.
    Con questo non voglio certo dire che Rodriguez vincerà il pallone d’oro o che Biglia ritroverà la giovinezza e farà 40 partite, ma calma con i giudizi affrettati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      Mamma mia che confusione e che minestrone di cose.
      qualsiasi giocatore che compri siccome lo acquisti da un’altra squadra è per forza uno scarto di quella società, se no non compreresti nessuno, tutte le squadre sono fatte di scarti.

      Altra cosa qua il problema non sono gli acquisti in sé ma la società che rende vano praticamente ogni acquisto perché o fa le cose a metà o neanche si ferma ad un terzo e non completa mai la squadra per ruoli prendendo i cocchi di ogni allenatore per poi esonerarlo e prendere un allenatore che ha un modulo diverso.

      Parli di Garcia? A parte che non capisco cosa c’entri, non è che la Roma sia infallibile tutt’altro. Inoltre Ti ricordo che anche di Matteo ha vinto una coppa e non mi sembra un grande allenatore, quindi?
      Come sempre questo dimostra che conta la società e molto.

      Mi parli di Muller?? Intanto non è un acquisto ed è già parte della società, anzi un monumento della società, inoltre non mi risulta che il Bayer abbia rischiato la retrocessione come noi, da doversi rinforzare pesantemente, inoltre Muller ha 30 anni noi stiamo trattando per prendere un centrocampista di 35 anni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. fabrizio - 1 mese fa

    la societa’. Ecco cosa manca. Se poi parliamo di mercato veloce. ha ha. siamo gia’ fermi al palo dopo un solo, non ancora confermato acquisto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Sergio Sergio - 1 mese fa

    Manca un presidente che ascolta le esigenze dell’allenatore…..manca la volontà di fare progetti lungimiranti….manca una struttura della società…..ma noi saremo sempre a tifare il Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Calogero - 1 mese fa

    Presto partirà il nuovo campionato, la new entry è mister Gianpaolo. Rappresenta una novità? Potrà essere qualche cosa di nuovo per quello che riguarda la gestione Cairo? In verità no. Allenatore esperto e abbastanza grande anagraficamente parlando, ma nulla di troppo diverso dalle scelte già viste in passato con Ventura o Mazzarri ad esempio. L’arrivo di un tecnico del genere non credo che possa portare una ventata di entusiasmo o di novità tali da garantire una certa quantità di consensi. Facendo un’analisi a grandi linee sul nuovo mister, sembra un discreto allenatore da centro classifica, senza troppe pretese, ma sarò felicissimo di sbagliare…
    Ogni anno la notizia che dovrebbe dare un certo slancio al mercato del Torino è la conferma del gallo Belotti, trasformato in bandiera suo malgrado, ma essere considerati “bandiera” con tali modalità non mi pare sicuramente stimolante, a prescindere dal compenso economico. Purtroppo non vedo una società con ambizioni che possono trattenere un centravanti di indubbie qualità come Andrea Belotti e tutti gli anni vederlo arrancare in una squadra che non lo supporta adeguatamente sembra una sorta di violenza passiva inaccettabile per chi ama questo sport.
    Ciò detto non credo al mercato celere propagandato da Vagnati, ci sono 2 pedine fondamentali da sostituire come Izzo e Sirigu, un centrocampista titolare da individuare, un vice Ansaldi che diventa fondamentale quando si conferma un calciatore di una certa età e per giunta di fragile costituzione, poi serve un sostituto titolare per De Silvestri, quindi il caso Nkoulou? Mi pare volesse essere ceduto? Quali saranno i calciatori nuovi che chiederà Gianpaolo, quali tratterrà da quelli dello scorso campionato e perché, ci sarà abbastanza tempo per mettere su una compagine credibile che possa aspirare alle prime 6 posizioni viste le concorrenti? Francamente parlando la vedo molto dura. In più non dimentichiamo che quasi in tutti i campionati: subbiamo penalizzazioni arbitrali che ci sottraggono un considerevole numero di punti, indipendentemente dai riscontri avvenuti sui vari campi.
    Restando in tema di calcio mercato non mi sembra che si stia provando a trattare calciatori che in qualche modo possano elevare il tasso tecnico della squadra in modo significativo, fatta eccezione per il profilo di Patrik Schick, ma a quanto pare si tratta già di un giocatore che costa troppo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guevara2019 - 1 mese fa

      Sii, tra le prime sei col portafoglio del mandrogno, siamo su scherzi a parte…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

        Tra le prime 6 dal fondo sarebbe un bel colpo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. bertu62 - 1 mese fa

    TORONEWS (questo TORONEWS..), articolo del 14 Agosto (2gg fa), categoria “GIOVANILI” dove si trovano le notizie ANCHE DELLA SQUADRA PRIMAVERA: basta leggere, anche se capisco che leggere senza poter scrivere i soliti POST CONTESTATIVI SU TUTTO IL TORO in articoli che parlano delle giovanili non fa prendere “LIKE” dai soli amichetti, però così facendo si eviterebbero le solite figuracce da MAICUNTENT… Leggere, CAPIRE (difficile..), RAGIONARE (difficilissimo..), poi accendere il cervello, poi TACERE comunque, visti i risultati….
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BogaBoga - 1 mese fa

      Il vizio delle maiuscole non lo perdi mai…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        È il suo marchio di fabbrica.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Caro sig. Bertu62 oltre ad essere un presuntuoso e arrogante signore vedo che ha anche acuito la sua propensione a mistificare quanto altri utenti scrivono.
      Provi se la protervia e supponenza lo consente a rileggere quanto scritto.
      Ho chiesto se sembra normale che ad inizio stagione la primavera non ha un allenatore designato ed il ritiro non verrà fatto.
      Provi caro signore ad informarsi non solo su questa testata le condizioni del nostro settore giovanile ed i disinvestimenti in atto.
      La saluto e un consiglio da un asino come me, la smetta di scrivere con le maiuscole è ineducato mi creda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

    Domani inizia ufficialmente la stagione della primavera granata. E ad oggi non c’è l’allenatore. Vi pare normale?
    Vi pare normale che i nostri ragazzi non facciano il ritiro per preparare la stagione?
    Vi pare normale che nessun organo di stampa ponga al presidente queste domande?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Guevara2019 - 1 mese fa

      Fa parte della supercasta giornalistica, può permettersi qualsiasi tirchieria, dal Robaldo, alla sede degna di una squadra di serie D, ai mancati investimenti al Fila.

      Siamo messi così, ma a quanto c’è chi mangia materiale organico affermando che sia cioccolato di prima qualità…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Basta leggere poco sotto..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Cuore granata 69 - 1 mese fa

      Veramente sconcertante…poi vogliamo che la primavera sia il serbatoio della prima squadra..l’anno causa pandemia il TORO non e’ retrocesso se no Sesia e i suoi ragazzi erano sulla strada giusta..appunto dopo lo scorso campionato che doveva essere di monito ci si presenta da dilettanti allo sbaraglio.ennesima situazione triste

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Al sig. Bertu62 piace così

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      E già bello è arrivato BacigaLupo1967 che vuole insegnare a Cairo come fare il presidente.
      Non lo sai che è una cosa del tutto normale non sapere quale sarà il prossimo allenatore delle giovanili?
      Non lo sai che per vincere il fattore sorpresa è tutto?
      E dai su non farmi incazzare 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        No no ho già fatto arrabbiare Bertu62.
        Non vorrei far arrabbiare anche te.
        In fondo l’allenatore è superfluo come lo era il DS lo scorso anno.
        A proposito ma chi decide l’allenatore della primavera?
        Bava, Vagnati, Cairo, Venneri, Bertu62, Pipicella o vittoria Castagnotto?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Un regista basso alla Torreira(lui non arrivera’ troppo caro)e poi per dire cosa serve dipende molto anche da chi chiederà la cessione.Sirigu si legge in sti giorni e credo Izzo,ma gli altri? per fare mercato mi pare chiaro che Vagnati dovrà anche monetizzare dalle cessioni,il 19 agosto giorno del inizio ritiro forse si inizira’a capire di più situazione esuberi.ps:Metteci anche Iago il Genoa non lo riscatta per 8 milioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. bertu62 - 1 mese fa

    Rispetto le opinioni di (quasi) tutti, ed anche questa di Costantino rientra fra nel novero, tuttavia (come tante altre..) non la condivido…
    Io per abitudine esito a dare giudizi A PRIORI, soprattutto in uno sport (Oddio, questo calcio non è più uno sport da tempo, ma facciamo finta che sia ancora così…) di squadra dove, appunto, in ballo ci sono tanti aspetti, che vanno dalla Società (quanto mantiene di quello “promesso”, ad es..), ai giocatori stessi (e noi abbiamo VISSUTO in questo campionato MOLTO BENE questo “lato della medaglia”..)…
    Sull’aspetto degli esoneri di Giampaolo poi ci sarebbe molto da dire, ma sarebbe inutile, basta una rapida ricerca sul WEB per rendersi conto che Cellino ad es, uno di quelli che lo ha esonerato più volte (!!) altrettante volte è tornato sui suoi passi ri-mettendolo sotto contratto fino a che l’ultima volta fu lo spesso Giampaolo che disse, tramite comunicato Stampa, che “«Pur nella consapevolezza del danno economico che ne deriverà, rinuncio a tornare a Cagliari. L’orgoglio e la dignità non hanno prezzo..”
    Con questo non dico che sarà l’allenatore della rinascita Granata, però A PRIORI non dico neppure che non lo sarà, perché francamente SONO STUFO di leggere solo pessimismo, solo contestazione, e soprattutto SOLO CRITICHE PREVENUTE, figlie forse di rancori datati, si rabbia repressa, di anni di anonimato calcistico…
    Ho come l’impressione che non si abbia quasi più VOGLIA di essere Tifosi, che sia molto più SEMPLICE essere contro-tifosi, contro-Cairo, contro-Toro, prova ne è che da tempo, purtroppo, circola il vizio DIVENTATO ABITUDINE per molti, di definire “Cairese” il Toro: TUTTE SCUSE, la verità è che se avete MOLLATO voi, non per questo dovete avercela con chi invece tifa ancora squadra maglia e colori…
    Possiamo “almeno” lasciare il beneficio del dubbio a Giampaolo/Vagnati, prima di BOLLARLI come è stato fatto ovunque?
    Penso seriamente che quello che manca, a Giampaolo e AL TORO, SIANO I TIFOSI!
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

      Certo la colpa è dei tifosi mi pare chiaro. Complimenti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

        Se mi lasci, ti do ragione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

          Soffri di insonnia? Cosa facevi in piedi alle 3 del mattino? Vai a nanna presto altrimenti poi scrivi cose persin più dissociate del sig. Bertu62.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. FVCG80 - 1 mese fa

      A Giampaolo e Vagnati trovo giusto concedere il beneficio del dubbio. A Cairo, dopo 15 anni, assolutamente no, per questo va contestato. Questo per me è non mollare, perché finché ci sarà lui, aldilà dei risultati sportivi che comunque pesano, la nostra storia sarà calpestata e vivremo in un limbo di nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. renzo.br_11946323 - 1 mese fa

      <e basta criticare a priori, ricordatevi che se il Toro si è salvato quest'anno è grazie alla chiusura dello Stadio per pandemia e ripresa del campionato dopo mesi senza il tifo contro di speudotifosi del Torino e al GRANDE MORENO LONGO. Lasciate lavorare il nuovo tecnico che peraltro al Milan era stato consigliato da un certo Paolo Maldini. Il Toro ha bisogno del supporto dei suoi tifosi che devono tornare ad essere il dodicesimo uomo in campo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

        Ahahahah Ahahahah ahahahah Ahahahah ahahahah Ahahahah ahahahah Ahahahah ahahahah scusa ma non riesco a smettere di ridere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Tommydado - 1 mese fa

        Non mi sembra che abbia fatto una bella figura al Milan Gianpaolo …diciamo che Pioli con la stessa squadra è arrivato in europa mentre Gianpaolo lottava per la salvezza.Il miglior piazzamento di questo mister mi sembra sia un nono posto con la merdoria ….un po’ pochino visto la lunga carriera

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

          Stessa squadra no.
          Uno ha avuto Ibra, l’altro no.
          Poi per carità al Milan ha miseramente fallito

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      Io sono stanco di leggere invece gente che vive dissociata dalla realtà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. nicodeimos8_13775722 - 1 mese fa

        Bertu, ti faccio una domanda: come mai il napoli o la fiore o la lazio o la roma (4 squadre ke con IL BLASONE E LA TRADIZIONE SPORTIVA DEL TORO dovremmo come minimo imitare) non hanno mai assunto de biasi, novellino, colantuono, beretta, lerda, onorato ventura, mihajlovic, mazzarri, giampaolo? Ah sí é vero, il napoli ha assunto mazzarri e ventura.. Peccato ke mazzarri é stato preso NEL SUO APICE (ed aveva giá fatto nei 5 campionati precedenti dei grandi campionati con livorno-reggina-pdoria), onorato ventura invece a de laurentiis (e in serie c) sono bastati DUE MESI per capire ke con lui PIÚ DELLA MEDIOCRITÁ NON SI VA 😉 Se giampix giampaolo é un maestro di calcio, xké il barça o il paris o il bayern o il tottenham post pochettino non lo hanno assunto?? Attenzione ke a me la definizione “maestro di calcio” ricorda un certo tavecchio.. Lo disse di ventura, con lui poi non andammo ai mondiali DOPO 60 ANNI…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. fabrizio - 1 mese fa

      E’ bello avere speranze, credre che tutto andra’ bene. ma per l’amor di dio dopo 16 anni di fatti inconfutabili continuare a sperare che qualcosa cambi mi sembra eccessivo. A tutti piacerebbe tornare bambini ma redere seriamente a babbo natale a 60 anni mi sembra eccessivo. Comunque mi piacerebbe avessi ragione!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

      Compralo tu il Toro e ci fai divertire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 mese fa

        Ma non lo compra già il tuo amico Pipicella?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Guevara2019 - 1 mese fa

    Con i se e i ma non si va da nessuna parte, ha firmato e prende il suo lauto stipendio,tre milioni in due anni, non si è cautelato con il mandrogno sull’acquisto dei giocatori che gli servono? Cavoli suoi,si adegui con quel che c’è, così chi si è lamentato di tavernello e di Longo sarà azzittito per sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy