Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

giovanili

Primavera, Cottafava dopo Bologna-Torino 1-1: “Pareggio che lascia l’amaro in bocca”

Le parole / Il tecnico della Primavera granata ha rilasciato le seguenti dichiarazioni al termine della partita pareggiata a Bologna

Redazione Toro News

Al termine del match Bologna-Torino, che chiude la 12^ giornata del campionato Primavera, il tecnico granata Marcello Cottafava ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Torino Channel: "Questo pareggio ci lascia con l’amaro in bocca, il che è un fatto positivo visto che giocavamo su un campo difficile in trasferta. Dopo questo pareggio usciamo con la sensazione che potevamo fare - anzi, meritavamo di fare - qualcosa in più. I ragazzi erano un po’ amareggiati: dispiace non aver sfruttato al massimo la superiorità numerica, però loro si sono chiusi bene e facenva anche un po' caldo e per questo a noi sono mancate un po’ le energie per l’arrembaggio finale. Forse dopo il gol ci siamo un po' slegati e abbiamo avuto tante occasioni, forse il rimprovero è che siamo stati imprecisi nell'ultimo passaggio e nella scelta finale, perdendo l'occasione buona per segnare.

Il cambio di modulo è stata una soluzione solo per oggi oppure è una cosa che riproporrà in futuro? "Noi vogliamo aumentare la pericolosità dentro l'area, a livello di numeri facciamo pochi gol. L'intenzione era dunque quella di ampliare il potenziale offensivo. Devo dire che Cancello, Horvath e Vianni hanno fatto tutti una buona partita, siamo arrivati più volte al tiro con le mezzeali come Continella. C'è rammarico perchè avremmo potuto essere molto più incisivi, invece per un motivo o per l'altro siamo stati fumosi".

Horvath oggi ha mostrato tutte le sue potenzialità compreso l'assist. "Sono contento della sua prestazione, oggi ha trovato questa posizione in cui era più libero, il campo oggi era molto ampio, molto lungo e quindi questi giocatori qua trovano vantaggio se hanno più spazio. Sono contento della prestazione di tutti i ragazzi, è chiaro che noi vorremmo fare di più a livello di classifica e di punti, il gruppo è unito e abbiamo sofferto pochissimo, lui è una nota positiva come tutti gli altri".

La classifica comunque resta cortissima e può succedere davvero di tutto. "Sì è giusto guardarla ma bisogna darle il giusto peso, noi delle volte siamo usciti arrabbiati per delle prestazioni incolore ma da quando è ripreso il Covid, anche quando ci sono state sconfitte pesanti noi guardiamo sempre il bicchiere mezzo pieno. Purtroppo abbiamo perso una partita con la Fiorentina in casa che ha interrotto questa continuità di risultati però nell'ultimo periodo la squadra sta crescendo di risultati e di mentalità. Noi chiaramente non vorremmo vedere il Torino in quella posizione di classifica e faremo di tutto per toglierci e migliorare come gruppo e individualmente".

Come ci si prepara per la prossima partita contro l'Empoli? "Si tratta di uno scontro importante contro una squadra strana perchè anche quando è uscita sconfitta, come nell'ultimo turno contro l'Inter, ha sempre offerto delle belle prestazioni, ha dei giocatori talentuosi. Ovvio che essendo una partita che giochiamo in casa vogliamo far bene e la prepareremo come le altre, restando sul pezzo e cercando di capire dove si può migliorare sempre con grande fiducia ed equilibrio nelle valutazioni a prescindere dal risultato o dalla classifica".

Potresti esserti perso