Torino Primavera, 3-1 al Bra in allenamento: i segnali sono positivi

Torino Primavera, 3-1 al Bra in allenamento: i segnali sono positivi

Giovanili / Bongiovanni e Kouadio le due frecce a disposizione del tecnico, bene anche Lucca (in gol) e la difesa con il ‘baby’ Celesia in mostra

di Roberto Ugliono

Si è concluso ieri il ritiro di Cantalupa della Primavera del Torino con l’amichevole congiunta con il Bra, squadra che milita nel campionato di Serie D. I segnali lanciati dalla sfida con i giallorossi sono per certi versi molto incoraggianti, soprattutto da chi ha giocato la prima frazione. Alla fine dei due tempi il risultato finale è di 3-1 per il Torino (3-0 il primo tempo per i granata e 1-0 per i bradiesi nel secondo). Ciò che appare chiaro, al momento, è che Sesia potrà contare su due frecce sulle ali – ovvero Bongiovanni e Kouadio, 2000 appena arrivato dal Cagliari per il quale è attesa solamente l’ufficializzazione. I due esterni, autori di un gol il primo (le altre reti sono state di Lucca su rigore e di Munari) e di un assist il secondo, si stanno rivelando dei giocatori di categoria e per Bongiovanni si apre una possibile sfida alla maglia da titolare con Ghazoini, il quale è ancora fuori per infortunio e giovedì sarà sottoposto a ulteriori esami.

DIFESA OK – Altra certezza è la retroguardia, impostata con tre uomini per il nuovo corso basato sulla sintonia tecnico-tattica con la prima squadra. Marcos è apparso molto sicuro nel ruolo di centrale dei tre di difesa, Potop molto convincente e il 2002 Celesia non ha patito la differenza di età giocando 45 minuti veramente positivi. In generale, gli undici giocatori della prima frazione hanno lanciato segnali positivi per il futuro. Musica diversa nella seconda frazione, perché, come ha spiegato lo stesso Sesia, il Bra aveva aggiunto fisicità, mentre il Torino ne aveva meno. Curiosità della seconda frazione riguarda Laurenzi: il difensore romano è stato schierato per 15 minuti come quinto di centrocampo a sinistra (lui che di solito gioca sul centrosinistra in difesa) e, pur non giocando nel suo ruolo naturale, non ha sfigurato. A lasciare soddisfatto il tecnico è l’impegno dimostrato dai ragazzi durante l’intero ritiro e la testimonianza ne sono l’intensità e la determinazione messe in allenamento.

Torino Primavera, l’allenamento odierno: focus sull’inferiorità numerica

ORA A MORGEX – Ora è giunto il momento delle conferme, non solo per chi era in prova nel ritiro di Cantalupa, ma anche per quanto riguarda il capitolo fuoriquota e 2002. Questi ultimi (Tesio, Favale, Celesia e Morra) hanno messo grande impegno durante il ritiro e Sesia gli lascerà sempre le porte aperte. Quindi, anche in caso di mancata conferma per il ritiro di Morgex, sicuramente avranno possibilità di giocarsi le loro carte durante la stagione, che comunque li vedrà assoluti protagonisti con la Under 18 del tecnico Max Capriolo che darà il via alla sua stagione il prossimo 5 agosto. Intanto nel ritiro di Valle d’Aosta prenderà confidenza con i nuovi compagni Jean Freddi Greco, reduce dall’Europeo Under 19: l’ex Roma proverà ad imporsi sin da subito come un punto di forza della mediana granata.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. al_aksa_831 - 3 settimane fa

    Si continua col metodo Bava. Svincolati e occasioni sul mercato, invece di crescere i granatini con noi da anni.
    Ci mancava u altro fuoriquota, così ora sono otto, meglio pari che dispari.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13958142 - 3 settimane fa

    Beh battere una squadra di serie D è veramente tanta roba per una primavera, sappiamo se il Bra avesse in campo la squadra titolare?comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy